Juventus e Calciopoli: doppio ricorso per lo scudetto 2006 all'Inter

Dopo la bocciatura definitiva della Cassazione, il club prova ancora la strada della giustizia sportiva: depositati altri due ricorsi contro il titolo assegnato ai nerazzurri.

4k condivisioni 3 commenti

di - | aggiornato

Share

Non c'è pace alla Juventus. La sentenza di Calciopoli brucia ancora in corso Galileo Ferraris e anche se in qualche modo, non in tutti, la società torinese ha accettato obtorto collo il fatto che non potrà riavere gli scudetti 2005 e 2006 - a seguito, ricordiamolo di condanna per illecito associativo sportivo - ora il suo unico obiettivo è almeno di togliere quello 2006 anche all'Inter.

Troppo complesso e sicuramente troppo lungo riassumere processi e ricorsi che si sono susseguiti negli anni su quei fatti. A distanza di oltre 12 anni, la parola fine su una vicenda molto brutta, da qualunque parte la si guardi, che ha coinvolto il nostro calcio pareva averla messa la sentenza del 13 dicembre scorso.

In quella data le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione avevano rigettato il ricorso proposto dalla Juventus per far revocare lo scudetto del campionato 2005-2006 che era stato assegnato all’Inter. Si trattava dell'ultimo grado della giustizia ordinaria del nostro paese.

Juventusgetty
Andrea Agnelli insieme al cugino John Elkann

Juventus, Calciopoli: doppio ricorso per lo scudetto 2006

Sembrava che finalmente potesse essere arrivato il momento di metter una pietra tombale su Calciopoli e su tutti i suoi veleni. Massimo Moratti, che all'epoca dei fatti era presidente dell'Inter, se l'era augurato:

Tutto regolare, conseguenza di quello che è successo. Io ne ero certo, ora devono accettarlo gli juventini. Con Agnelli ho fatto pace? Siamo sempre stati amici, diciamo che questo sentimento adesso è più pubblico.

Morattigetty
Massimo Moratti, presidente dell'Inter all'epoca di Calciopoli

Ma a quanto pare non è ancora arrivato il momento di scrivere la parola fine per Calciopoli. Non per la Juventus, almeno, che proprio non si dà pace: il club bianconero, dopo la bocciatura di tutti i suoi ricorsi da parte della giustizia ordinaria, non ritiene ancora chiusa la propria battaglia legale. È di oggi la notizia, riportata dal Corriere della Sera, che la Juventus ha deciso di ritentare la strada della giustizia sportiva: ha depositato, infatti, altri due ricorsi, rispettivamente al Collegio di garanzia del Coni e al Tribunale nazionale della Figc. Lo scopo è sempre quello: se quello scudetto non possiamo riaverlo, che almeno sia tolto anche all'Inter.

Agnelligetty

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.