Coppa Italia, pagelle Bologna-Juventus: Kean non sbaglia, bene Pjanic

La squadra di Allegri vince 2-0 al Dall'Ara e si qualifica per i quarti di finale dove incontrerà la vincente di Cagliari-Atalanta. Bernardeschi torna al gol dopo 4 mesi.

197 condivisioni 0 commenti

di

Share

Vittoria con il pilota automatico. La Juventus vince per 2-0 in casa del Bologna negli ottavi di finale di Coppa Italia e si qualifica per i quarti dove incontrerà la vincente di Cagliari-Atalanta. Decisivo un gol di Federico Bernardeschi al 9', che non segnava dal 23 settembre (in Serie A contro il Frosinone). Bene anche Kean, che ha realizzato la rete della tranquillità: il 18enne è stato bravo ad anticipare i difensori avversari dopo una corta respinta su tiro di Douglas Costa.

Allegri decide di lasciare fuori Cristiano Ronaldo, Paulo Dybala e Alex Sandro, oltre all'indisponibile Mario Mandzukic, per dar spazio all'esordiente Spinazzola e al 18enne Kean: evidente il turnover in vista della Supercoppa che i bianconeri giocheranno mercoledì contro il Milan. In casa Bologna Filippo Inzaghi ha subito puntato sui nuovi acquisti Sansone e Soriano, che però non sono riusciti a incidere.

La Juventus punta al quinto trionfo consecutivo nella coppa nazionale: se i bianconeri dovessero conquistare il trofeo anche quest'anno farebbero registrare un record per il calcio europeo (mai nessuno si è laureato campione in coppa per 5 volte di fila). Ben augurante, stasera, la prestazione di Pjanic, che ha preso per mano la squadra dettando come sempre i ritmi in fase offensiva, ma dando un grande contributo anche in fase difensiva.

I giocatori della Juventus esultano dopo il gol di Bernardeschi in Coppa ItaliaGetty Images
I giocatori della Juventus esultano dopo il gol di Bernardeschi in Coppa Italia

Coppa Italia, le pagelle di Juventus-Bologna

Bologna (3-5-2): Da Costa 4,5; Calabresi 4,5, Danilo 5, Helander 5,5; Mattiello 5,5 (dal 69' Orsolini sv), Svanberg 5 (dal 63' Donsah 5,5), Pulgar 5,5, Soriano 6, Dijks 5,5; Destro 5 (dal 77' Palacio sv), Sansone 5,5. All. Inzaghi 5. 

Juventus (4-3-3): Szczesny 6; De Sciglio 5, Chiellini 6,5 Bonucci 6, Spinazzola 6,5 (dall'80' Alex Sandro sv); Emre Can 6, Pjanic 6,5, Khedira 6; Bernardeschi 7, Kean 7 (dal 62' Cristiano Ronaldo 5,5), Douglas Costa 6 (dal 77' Dybala sv). All. Allegri 6,5.

I migliori

Bernardeschi 7

Aveva cominciato benissimo la stagione, con due gol nelle prime partite di campionato. Poi qualche problema muscolare lo ha messo fuori gioco frenandone la crescita. Oggi è finalmente sembrato vivace, propositivo, in forma. In occasione del gol si dimostra molto reattivo, perenne spina del fianco della difesa del Bologna, che mette sempre in difficoltà quando parte in contropiede. La Juventus ha ritrovato il suo campioncino.

Kean 7

Con un reparto offensivo composto da Dybala, Mandzukic e Ronaldo giocare per un 18enne è difficile. Lui però le poche volte che lo fa dimostra di essere davvero promettente. Oggi era lui l'attaccante centrale della Juventus e ha subito timbrato il cartellino. Una speranza per il nostro calcio.

Pjanic 6,5

Semplicemente illuminante. Oggi era il giocatore più tecnico schierato da Allegri e si è assunto tutte le responsabilità del caso. Vero che l'avversario non era particolarmente probante, ma è anche vero che quando è in forma è uno dei registi più forti al mondo.

Pjanic, regista della JuventusGetty Images
Pjanic, regista della Juventus

I peggiori

Da Costa/ Calabresi 4,5

La Juventus avrebbe probabilmente vinto lo stesso, ma contro i bianconeri non si possono commettere errori così macroscopici. La papera di Da Costa in occasione del primo gol della Juve è evidente, ma è anche vero che Calabresi lo ostacola e non fa niente per spostarsi. Male tutti e due.

De Sciglio 5

Premessa: voto severo. Però è l'unico giocatore della Juventus ad esser andato in difficoltà. Forse distratto, forse svogliato, ma l'occasione che il Bologna crea nel primo tempo nasce proprio da un suo svarione. Così non è sufficiente. Piccola menzione anche per Cristiano Ronaldo (5,5): è il più forte di tutti, ma se entra in campo a risultato già acquisito contro un avversario nettamente inferiore, non dovrebbe prendere in giro gli avversari con numeri da giocoliere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.