Calciomercato, Borussia Dortmund: dal Boca Juniors arriva Balerdi

Colpo in prospettiva del BVB che chiude la trattativa per il giovane centrale argentino del Boca Juniors. Sul piatto 16 milioni di euro, battute le italiane.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Se è vero il detto secondo il quale le vie del calciomercato sono infinite, la traiettoria che avrebbe dovuto portare Leonardo Balerdi in Europa ha subito una brusca deviazione. Il centrale argentino del Boca Juniors negli scorsi giorni era stato vicinissimo ad accordarsi con la Juventus, ma con un colpo di coda è stato il Borussia Dortmund a mettere la definitiva freccia di sorpasso sul club bianconero.

Il giovane centrale difensivo sarà infatti a breve ufficializzato dal BVB, club che lo ha voluto fortemente più di ogni altra pretendente. I tedeschi hanno lavorato il Boca Juniors, titolare del cartellino del ragazzo, per settimane prima di sferrare l'attacco decisivo, trovato pochi giorni fa dopo diverse riunioni ponte per definire una cifra in grado di mettere d'accordo entrambe le parti in causa. Alla fine l'accordo è stato trovato sulla base di 16 milioni di euro, una cifra decisamente importante se consideriamo il fatto che Balerdi fino a oggi ha messo insieme solo 5 presenze nel calcio professionistico.

Il suo 2018 è stato molto positivo sia dal punto di vista della crescita che da quello degli obiettivi raggiunti. Innanzitutto, il centrale originario di Villa Mercedes si è potuto allenare con alcuni mostri sacri del calcio argentino come Paulo Goltz, Juan Carlos Izquierdoz e Lisandro Magallan, dai quali - parole sue - ha studiato e carpito molti segreti del mestiere. In secondo luogo, ma non per importanza, c'è il fatto che alla sua ascesa è coincisa anche la convocazione con la selezione under 20 che tra pochi giorni sarà impegnata nel Sudamericano di categoria. Un traguardo importante, che permetterà a Balerdi di mettersi in mostra davanti ai tanti scout europei che a breve si recheranno  il Cile.

Calciomercato, ciao Italia: Balerdi va al Borussia Dortmund

Proprio per questo il giovane centrale classe 1999 viaggerà verso Dortmund in queste ore. Una volta sbarcato in Germania sosterrà subito le visite mediche di rito per poi recarsi in sede a firmare il contratto, diventando il primo colpo di calciomercato invernale per il club della Ruhr. Una volta sistemate tutte le questioni burocratiche, Balerdi si imbarcherà a Francoforte per fare nuovamente rotta per il Sudamerica, dove entro lunedì si unirà al resto della Selección nel ritiro di Curicó, città nella quale l'Argentina sta preparando l'esordio in programma per il 20 gennaio contro il Paraguay.

Nonostante la giovane età e il fatto che non ha avuto molte possibilità di mettersi in mostra, Balerdi viene considerato uno dei prospetti difensivi più interessanti di tutto il Sudamerica. Arrivato al Boca Juniors nel 2013 . dopo essere stato notato durante un torneo estivo - viene aggregato alle giovanili boquensi, dove inizialmente si muoveva nel ruolo di mediano schierato davanti alla difesa, una posizione in cui riusciva a sfruttare molto bene la buona tecnica di base in suo possesso.

Con l'approdo nella Reserva del Boca Juniors, Balerdi è stato spostato sulla linea difensiva dal tecnico Rolando Schiavi, deciso a sfruttarne le lunghe leve per mettere muscoli e centimetri nella propria retroguardia. I suoi inizi da centrocampista però lo rendono un elemento molto duttile, capace di muoversi in più zone della metà campo difensiva. Inoltre, Balerdi ha evidenziato una grossa personalità quando è chiamato a salire palla al piede facendo ripartire l'azione, altra dote essenziale per giocare a grandi livelli nel calcio di oggi.

Durante lo scorso calciomercato estivo la Sampdoria aveva provato ad avvicinarlo, ma l'iniziale richiesta del Boca Juniors (circa 8 milioni) aveva spaventato i dirigenti blucerchiati. Oggi invece Balerdi vale il doppio, ma sarà chiamato a dimostrarlo in Germania. Il Borussia Dortmund, che attualmente guida la Bundesliga, utilizzerà questa seconda parte di stagione per farlo adattare ai ritmi europei, in modo tale da avere un centrale pronto per essere impiegato in previsione del prossimo anno. Un investimento per il futuro, che rischia di prendere ulteriore valore qualora dovesse confermare le buone cose fatte vedere fino a oggi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.