Calciomercato, il Tolosa spara sul Barcellona: "Società di arroganti"

Il presidente del Tolosa Sadran parla dell'affare Todibo a L'Equipe: "Barcellona scorretto, ma nei prossimi mesi possono cambiare tante cose".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ve la ricordate la polemica tra PSG e Barcellona per Adrien Rabiot, scoppiata non più tardi di un mese fa? Praticamente i parigini accusarono i catalani di essersi mossi con largo anticipo sul giocatore, bypassando i colloqui con il PSG e accordandosi direttamente con il calciatore. Cosa che, ovviamente, da regolamento non si può fare fino al mese di gennaio precedente alla scadenza del contratto. Ovviamente in tutto questo Rabiot e la mamma agente hanno avuto un ruolo attivo, ma i francesi non intendono passarci sopra: non potendo (più) impedire al centrocampista di Saint Maurice di diventare il prossimo colpo di calciomercato del Barcellona, il club ha deciso di metterlo fuori rosa fino a nuovo ordine.

Bene, ora dimenticate un attimo il PSG e al suo posto metteteci il Tolosa. La storia è la stessa: il Barcellona pochi giorni fa ha ufficializzato l'ingaggio a parametro zero di Jean-Clair Todibo, promettente difensore centrale classe 1999 cresciuto nel vivaio biancomalva e lanciato recentemente in prima squadra, dove ha collezionato già qualche presenza da titolare. Todibo, che ancora non aveva firmato il suo primo contratto da professionista con il Tolosa, avrebbe declinato tutte le offerte propostegli dalla società. Il motivo? Pare, almeno secondo la campana francese, a causa ancora una volta della regia occulta dei blaugrana.

Olivier Sadran, presidente del Tolosa, non ha preso molto bene la situazione che si è venuta a creare, sfogandosi in un'intervista a L'Equipe all'interno della quale non ha risparmiato diverse stilettate al Barcellona, accusandolo di essere un club che agisce al di sopra di ogni regolamento e promettendogli battaglia fino a quando gli sarà possibile farlo. Secondo Sadran infatti, nonostante i ripetuti contatti per mettere nero su bianco un accordo con il Tolosa, Todibo avrebbe detto che la sua priorità era il Barcellona sin dal principio:

Lo hanno convinto a modo loro, con l'arroganza di chi si sente superiore. Certi club si sentono al di sopra di tutto, qualcuno deve dirlo apertamente. Ma stiano molto attenti: in sei mesi possono succedere tante cose.

Jean-Clair Todibo nuovo giocatore del BarcellonaGetty Images

Calciomercato, Sadran contro il Barcellona: "Società di arroganti"

La domanda che ora si fanno tutti però è la seguente: Todibo è ufficialmente del Barcellona o no? Secondo i media spagnoli, ma soprattutto secondo la società catalana, la risposta è sì. Il Barcellona ha già annunciato l'ingaggio del giovane difensore francese su tutti i social network, specificando anche che Todibo terminerà la stagione in Francia per poi raggiungere la Spagna durante la finestra di calciomercato estiva. Secondo Sadran gli spagnoli avrebbero fatto enormi pressioni per convincere il calciatore a fare muro con il Tolosa:

Il giocatore è stato mal consigliato e il Barcellona ha approfittato della sua giovane età, convincendolo a non rinnovare con noi per avere il coltello dalla parte del manico. So che gli hanno promesso tante cose, ma bisogna vedere quante di queste si avvereranno.

Sadran si riferisce al progetto del Barcellona di fare di Todibo la prima riserva della coppia titolare composta da Piqué e Lenglet, ma bisogna anche considerare il fatto che a breve rientrerà un pezzo da novanta come il suo connazionale Umtiti e che, poco prima dell'inizio del calciomercato, il Barcellona aveva già ufficializzato l'arrivo del colombiano Murillo. Che sì, è solo in prestito dal Valencia, ma in estate potrebbe essere riscattato a cifre abbastanza contenute per un club come quello catalano.

Ciò che resta capire è il motivo per il quale il Tolosa abbia aspettato tanto a offrire un contratto da professionista a quello che, secondo gli addetti ai lavori, è il difensore centrale più promettente d'Europa per quanto riguarda i classe 1999, subito dopo l'olandese De Ligt. Sadran lo ha spiegato a L'Equipe:

Noi abbiamo una politica precisa riguardo ai giovani: prima ci dimostrano di essere bravi, si guadagnano il posto e maturano esperienza. Poi noi ci sediamo al tavolo per parlare di soldi. Abbiamo sempre fatto così e non cambieremo di certo perché qualcuno non rispetta le regole.

Nel frattempo Todibo, che nelle ultime settimane ha respinto le offerte provenienti da Juventus e Napoli, dovrà aspettare giugno per liberarsi definitivamente dal Tolosa e coronare il suo sogno di vestire blaugrana. Il club francese molto probabilmente lo metterà fuori rosa, facendogli perdere di fatto tutta la seconda parte di stagione, ma questo al Barcellona sembra non importare molto. Se anche ci fosse stato un spiraglio di trattativa per gennaio, come si ipotizzava per Rabiot, tutto è saltato definitivamente per il comportamento scorretto del Barcellona:

Todibo è un giocatore di grande qualità ma anche con poca esperienza. Vedremo se la sua scelta pagherà o se, come penso io, rimpiangerà ciò che ha fatto.

Parole dure, quelle di Sadran, pronunciate da chi si sente tradito e sa, in cuor suo, di aver perso una delle migliori plusvalenze dei prossimi anni. Dopo Issa Diop, venduto per 25 milioni di euro al West Ham l'estate scorsa, il Tolosa poteva rimpolpare ulteriormente le proprie casse societarie. Ma, almeno questa volta, dovrà accontentarsi di un semplice "arrivederci e grazie".

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.