Calciomercato, Eder Militao è l'obiettivo di giugno del Real: costa 50 milioni

Acquistato dal Porto in estate, dopo appena un anno il giovane centrale brasiliano potrebbe ritrovarsi nel club più prestigioso al mondo grazie a qualità atletiche e tattiche straordinarie.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nonostante l'attuale momento di crisi che lo vede reduce dalla clamorosa sconfitta interna contro la Real Sociedad e bloccato a un deprimente quinto posto nella Liga a 10 punti di distanza dai rivali di sempre del Barcellona, è opinione comune che il Real Madrid possa contare sulla coppia difensiva più forte al mondo, quella formata da Sergio Ramos e Raphael Varane. Eppure uno degli obiettivi più importanti del prossimo calciomercato estivo sarà proprio un difensore, il brasiliano Eder Militao.

Ventuno anni il prossimo 18 gennaio, il centrale del Porto era stato inserito inizialmente in una lista di candidati di alto livello per sostituire in futuro il capitano Sergio Ramos, che a marzo spegnerà 33 candeline e che per forza di cose non potrà andare avanti a così alti livelli ancora per tanti anni: partito nelle retrovie, Eder Militao ha sorpassato nella considerazione dei responsabili di calciomercato delle merengues nomi come Todibo, finito al Barcellona, Manolas (che piace al Manchester United) e Koulibaly.

Marca, quotidiano di informazione sportiva con sede a Madrid e dunque da sempre bene informato su quanto accade in casa Real, racconta di come il club campione del mondo abbia già mandato i suoi osservatori a vedere Eder Militao in 3 occasioni ricevendo sempre giudizi più che positivi. E se la regola del club impone che ogni calciatore vada giudicato soltanto dopo un totale di 5 gare, appare comunque già scontato che il brasiliano sarà il rinforzo di giugno per il reparto difensivo.

Calciomercato, futuro Real per Eder MilitaoGetty Images

Calciomercato, il Real Madrid vuole Militao: pronti i 50 milioni della clausola

Il costo dell'operazione? Cinquanta milioni di euro. A tanto infatti ammonta la clausola di rescissione presente nel contratto del difensore brasiliano, un importo che scenderebbe a 42 in caso di un trasferimento nella sessione di calciomercato attualmente in corso che però non si verificherà per tutta una serie di motivi. Per prima cosa la riconoscenza del giocatore nei confronti del Porto, che lo ha lanciato nel grande calcio e che merita rispetto.

Dal momento che la squadra guidata da Sergio Conceicao è ancora in corsa sia in campionato (dove conduce a +6 sul Braga secondo) sia in Champions League, dove agli ottavi di finale se la vedrà con la Roma, la partenza di quello che in pochi mesi è diventato uno dei punti di forza dei Dragoni risulterebbe decisamente deleteria per le ambizioni del club. Inoltre non andrebbe certo a favore del brasiliano, che a Madrid troverebbe una fortissima concorrenza, una squadra in difficoltà e un allenatore che ancora non conosce il proprio futuro.

Meglio rimandare tutto a giugno, quando i tempi saranno maturi e Eder Militao potrà vestire la maglia del club più prestigioso al mondo. Nato il 18 gennaio del 1998 a San Paolo, Brasile, questo giovane difensore centrale è cresciuto nel più prestigioso club cittadino e ha scalato le tappe con la rapidità tipica dei predestinati: nel maggio del 2017 l'esordio da professionista contro il Cruzeiro, un anno e una quarantina di partite dopo lo sbarco in Europa, al Porto: l'accordo prevede 4 milioni cash e il 10% di una futura cessione.

In Brasile Eder Militao giostrava prevalentemente da terzino destro, sfruttando sulla fascia le sue grandi doti atletiche e le buone qualità tecniche: al Porto Sergio Conceicao lo trasforma con successo in un difensore centrale di altissimo livello, rapido, potente e fortissimo nell'anticipo. Bravissimo soprattutto nell'adeguarsi in pochissimo tempo e a una così giovane età al calcio europeo, come dimostrato non solo dalle splendide prestazioni in campionato ma anche dalle convincenti partite disputate in Champions League contro Schalke 04, Galatasaray e Lokomotiv Mosca.

Il recente acquisto di Pepe, tornato a 35 anni al club che lo aveva fatto conoscere al grande calcio, aveva fatto pensare a una possibile partenza di Eder Miltao già a gennaio: così non sarà, dato che il centrale ex Real Madrid e Besiktas è stato acquistato per rinforzare la rosa in vista degli impegni che attendono il Porto da qui alla fine della stagione e non avrebbe senso cedere al contempo la stella del reparto difensivo.

Così questo matrimonio si farà, ma a giugno: il difensore brasiliano inseguirà la difensiva consacrazione, le merengue si assicureranno uno dei migliori prospetti in circolazione nel ruolo e il Porto, dopo avere incassato i 50 milioni della clausola e averne girati 5 al San Paolo, partirà alla ricerca dell'ennesimo talento sudamericano da valorizzare e rivendere a peso d'oro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.