MotoGP, Lorenzo contro Petrucci: botta e risposta senza tregua

MotoGP ferma per la pausa invernale, ma basta una dichiarazione per riscaldare gli animi. Jorge Lorenzo ribatte al manager di Danilo Petrucci: "Nessuna differenza tra noi, tranne 5 titoli...".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ancora motori spenti in MotoGP, ma a volte basta una dichiarazione per scatenare i piloti in attesa di scendere in pista a Sepang dal 6 all'8 febbraio per il primo test IRTA del 2019. Tra Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci non è mai corso buon sangue, soprattutto da quando il pilota umbro ha sfruttato una scia del maiorchino nelle qualifiche del Sachsenring piazzandosi al secondo posto. Una mossa lecita, seppure poco elegante, che non viene penalizzata dal regolamento. In quell'occasione Petrux ha chiesto scusa, ma Jorge non ha voluto sentire ragioni.

Nel corso delle FP2 a Silverstone i due sono quasi venuti a contatto: Lorenzo usciva dai box senza badare troppo a chi arrivasse dalle retrovie, Danilo è riuscito ad evitarlo per un soffio, un eventuale impatto avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche. Al termine del venerdì di prove ognuno scaricava la colpa all'altro, un pessimo siparietto in casa Ducati, se si considera che Jorge, ad eccezione dei primi tempi, non è mai andato d'accordo neppure con Andrea Dovizioso, tanto che i vertici di Borgo Panigale sono dovuti intervenire per ricordare che il bene comune del team ha la priorità rispetto agli interessi personali.

Il destino ha voluto che fosse Danilo Petrucci a prendere il posto di Jorge Lorenzo in sella alla Desmosedici nella stagione 2019. Quando l'azienda emiliana ha iniziato a pensare alla decisione (nel week-end di Le Mans) il pilota umbro era davanti allo spagnolo in classifica generale, prima che questi avesse l'exploit dopo il Gran Premio del Mugello. Un'altra patata bollente divenuta tema di scontro tra i due piloti della MotoGP. Un'odissea infinita che probabilmente non avrà mai fine, soprattutto ora che i due italiani sono compagni di squadra nel suo ex team. E se un tifoso della Rossa gli confessa di sentire già la sua mancanza, l'ex Yamaha risponde: "Tranqulli, avete Dall'Igna". L'ennesima maniera gentile per snobbare sia il Dovi che Petrux.

Jorge Lorenzo in sella alla Honda MotoGPGetty Images

MotoGP, botta e risposta Vergani vs Lorenzo

Nelle ultime ore Jorge Lorenzo è tornato all'attacco di Petrucci attraverso il suo canale social, rispondendo a certe dichiarazioni del suo manager Alberto Vergani, veterano del paddock e imprenditore di successo con il marchio Nolan, oltre che manager di atleti del calibro di Marco Melandri e Carlos Checa. Un compito iniziato quasi per gioco, aiutando il suo amico Ivan Capelli nella gestione di alcuni contratti in Formula 1 negli anni '80. Le strade di Petrucci e Vergani si sono incrociate nel 2015, riuscendo ad approdare in quattro anni in sella alla Ducati ufficiale.

In un momento della stagione 2018 Petrucci aveva gli stessi punti di Lorenzo - ha detto Vergani a Corsedimoto.com -. È mancata un po' di consistenza, ma è stato anche sfortunato. Al Sachsenring ha perso la pole solo per pochi millesimi... Danilo ancora non ha vinto un GP, ma Jorge Lorenzo ha preso 25 milioni in due anni, questa è la differenza tra i due. Una squadra che paga quella somma di denaro ha diritto di attendersi molto successi... Danilo è entrato in Ducati con uno stipendio da pilota satellite (300.000 euro, ndr).

Petrux ha avuto fiducia a tempo determinato, con un contratto annuale il cui rinnovo dovrà essere guadagnato con i risultati nella prossima stagione di MotoGP. In caso di buone prestazioni e vittorie vedrà crescere lo stipendio e prolungarsi l'ingaggio, altrimenti rischia di dover cercare fortuna altrove nel 2020. Il confronto economico manifestato da Vergani non è per nulla piaciuto a Lorenzo che ha replicato ancora una volta dai social. 

Beh, in realtà il suo manager ha ragione. Se noi ignoriamo i cinque titoli, le 68 vittorie e i 146 podi, non c'è differenza tra noi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.