Calciomercato Inter, si riapre la pista Modric

I nerazzurri tornano alla carica per l'asso croato del Real Madrid in scadenza nel 2020: è lui il primo obiettivo del calciomercato estivo interista.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

In casa Inter è tempo di ragionamenti. La società si sta muovendo per programmare il prossimo futuro non solo a livello sportivo, ma quella cominciata in questi giorni potrebbe essere rivelarsi una sessione di calciomercato particolarmente delicata. I nerazzurri vogliono studiare le strategie da qui ad agosto; proprio per questo, nonostante Spalletti abbia bisogno di un paio di pedine già a gennaio per affrontare la seconda parte di stagione, Beppe Marotta e Piero Ausilio sono già al lavoro in vista della prossima sessione estiva.

L'Inter lavorerà tanto con la Spagna: negli ultimi anni dalla Liga sono arrivati giocatori molto importanti come per esempio Miranda, uno dei papabili in uscita da qui a sei mesi e - anche se solo per poco - Rafinha, seguiti a ruota dal terzino croato Vrsaljko, uno che al momento non è ancora riuscito a dare pienamente il suo apporto alla causa nerazzurra. Infine, c'è l'affascinante pista che porta a Diego Godin, per il quale l'Inter sembra essere ai dettagli: il difensore uruguayano in scadenza di contratto con l'Atletico Madrid dovrebbe firmare per due anni con l'opzione per una terza stagione, a un ingaggio complessivo di quasi 6 milioni di euro.

Ma il calciomercato, si sa, molto spesso ti riporta sui tuoi vecchi obiettivi. L'Inter ha un giocatore in testa e, da quanto è trapelato nelle ultime ore dagli ambienti nerazzurri, proverà ancora una volta a metterci le mani sopra. Parliamo ovviamente di Luka Modric, fresco Pallone d'Oro e vicecampione del mondo con la Croazia, nazionale nella quale si è preso i galloni di leader trascinando il gruppo fino alla finale persa poi con la Francia. Modric è un pallino del club dalla scorsa estate, con l'Inter decisa ad acquistarlo per farlo diventare una specie di risposta all'ingaggio di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus.

Luka Modric al termine dell'ultima sconfitta del Real MadridGetty Images

Calciomercato Inter, si riapre la pista Modric

Diciamolo chiaro: nonostante le ovvie smentite di rito, ad agosto l'Inter e Modric sono stati molto vicini. Una volta archiviato il Mondiale c'è stato il primo approccio tra Ausilio e la dirigenza del Real Madrid, col giocatore quasi convintosi a lasciare la capitale spagnola dopo molti anni costellati da successi personali e di squadra. Alla fine Florentino Perez, che già aveva dovuto cedere Cristiano Ronaldo, ha mediato in prima persona con il procuratore del calciatore, convincendolo a rimanere nonostante Modric fosse deciso a cambiare aria. Pochi mesi dopo la situazione sembra la stessa, con l'aggravante che dal punto di vista sportivo il Real Madrid non sta trovando pace: nonostante il passaggio dalla gestione Lopetegui a quella di Solari, le Merengues continuano a rimediare pessime figure e al giro di boa stagionale sono praticamente già fuori dai giochi, almeno per quanto riguarda il campionato.

Il feeling tra l'Inter e Modric non si è mai spezzato, con i nerazzurri pronti a riprendere in mano i discorsi per portare a Milano il centrocampista croato. Modric rappresenterebbe un colpo di calciomercato di primissimo piano, sia a livello tecnico che di marketing. Innanzitutto, vuoi mettere riuscire a portarsi a casa l'attuale Pallone d'Oro? L'incidenza a livello di brand e marketing sarebbe massima, con l'Inter che potrebbe sfruttare questo eventuale trasferimento per continuare la sua opera di espansione su scala mondiale, sulla falsariga di ciò che ha fatto la Juventus con Cristiano Ronaldo. Inoltre, è ormai acclarato come Spalletti abbia chiesto da tempo ad Ausilio di trovagli un costruttore di gioco da sistemare nel cuore della propria squadra, un calciatore capace di dettare i tempi e prendersi le responsabilità necessarie quando la palla scotta.

Modric sarebbe perfetto, nonostante i costi dell'operazione e l'età. Partiamo col dire che il suo status contrattuale non è minimamente cambiato da questa estate: il croato ha sempre un vincolo con il Real Madrid fino al 30 giugno 2020, il che significa essere liberi tra un anno e mezzo e poter cominciare a trattare con altri club già dal prossimo mese di gennaio. Se c'è una virtù sulla quale l'Inter può contare è la propria pazienza di aspettare, l'unica cosa da fare in questi casi così delicati. Parallelamente, Ausilio e Marotta sono pronti a ricordare a Modric che fino a pochi mesi fa la soluzione nerazzurra era da lui vista come l'ultima grande occasione di carriera: l'Inter stuzzicava e siamo pronti a scommettere che stuzzichi ancora, tanto che la situazione - nonostante le smentite di rito - sembra essere tornata in evoluzione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.