Juventus, Bryan Dodien batte il cancro e chiama Pogba: "Sono tornato"

La toccante storia arriva da Torino: Bryan Dodien sconfigge il tumore e festeggia chiamando Pogba, che gli era stato vicino durante tutto il percorso della malattia.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Molto, forse troppo spesso il calcio viene descritto come un fenomeno di massa privo di valori. E talvolta, questo va detto, ciò che gli gravita intorno non fa nulla per smentire questi luoghi comuni. C'è però anche un calcio diverso, fatto di altruismo e solidarietà. La storia che ha commosso tutto l'ambiente "pallonaro" arriva da Torino sponda Juventus e ha per protagonista Bryan Dodien, un adolescente di origine ivoriana salito all'onore delle cronache suo malgrado tre anni fa, quando all'età di 11 anni gli venne purtroppo diagnosticato un tumore.

Bryan è nato a Torino nel 2004 e sin da bambino è entrato a far parte del settore giovanile della Juventus. Un risultato incredibile per un amante del calcio come lui, tifoso bianconero e grande fan di Paul Pogba. Il suo sogno è sempre stato quello di incontrare il campione oggi al Manchester United, ma mai Bryan avrebbe potuto immaginarne le circostanze. La malattia è stata una notizia terribile sia per lui che per la sua famiglia, che sin dai primi allenamenti ha deciso di sacrificare tutto per permettere al ragazzo di inseguire l'obiettivo di diventare un calciatore professionista.

La (seppur breve) storia di Bryan è un insieme di situazioni e sentimenti contrastanti. Si è passati dal dolore della notizia alla gioia per aver sconfitto un male che due anni fa rischiava di portarsi via una giovane e innocente vita. Questo traguardo è raggiunto anche grazie alla Juventus, che sin da subito si è prodigata per non far mancare le cure mediche necessarie al suo giocatore né l'assistenza alla famiglia. Anche nei momenti peggiori la società ha saputo tranquillizzare i genitori di Bryan, emigrati in Italia dalla Costa d'Avorio alla ricerca di una vita migliore e trovatisi ad affrontare una situazione molto delicata loro malgrado.

Juventus, la vittoria di Bryan Dodien: sconfigge il tumore e chiama Pogba

E qui entra in campo Paul Pogba, un ragazzo umile prima ancora del campione che noi tutti conosciamo. Chi lo frequenta lo descrive come una persona all'apparenza burbera, all'interno della quale però si nasconde un cuore d'oro. Pogba ha preso sul serio la storia di Bryan e non gli ha mai fatto mancare il suo supporto, capendo che per un ragazzino di quell'età anche un'amicizia, un aiuto psicologico avrebbe fatto la differenza. In occasione del derby di Coppa Italia vinto 4-0 contro il Torino, Pogba aveva anche dedicato una rete al suo nuovo amico.

Due anni dopo però le cose sono cambiate, per fortuna in meglio. Pogba non è più a Torino e il cancro, che fino a poco tempo fa sembrava poter spezzare una giovane vita, se n'è definitivamente andato. Adesso Bryan è di nuovo in piedi pronto ad aggredire la vita come ha sempre fatto con il pallone sul campo. La Juventus ha deciso di aggregarlo alla rappresentativa under 15 allenata da Giovanni Valenti, dove il 14enne ha cominciato proprio in questi giorni ad allenarsi. Per tornare in campo definitivamente ci vorrà tempo, ma le emozioni non sono tardate ad arrivare. Dopo la prima sgambata Bryan ha deciso di mandare un messaggio al suo grande amico Pogba: "Paul, guardami, sono tornato".

Immediata è stata la replica dell'asso francese, che tramite i suoi canali social ha commentato il lieto fine di una bruttissima storia:

Sono veramente orgoglioso di te amico mio, ti assicuro che sei stato una fonte di ispirazione per me e per molte altre persone. Rivederti in campo dopo aver sconfitto il cancro è una benedizione, non vedo l'ora di abbracciarti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.