Cristiano Ronaldo campione mancato di ping pong: "Poteva sfondare"

Il portoghese da ragazzino coltivava la passione per il tennistavolo. Il campione Joao Monteiro assicura: "Avrebbe potuto sfondare".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un vero fuoriclasse non sarà mai uno specialista limitato alla sua passione, ma un uomo che nasconde qualità a volte impensabili, capace di brillare anche in altri settori se la buona sorte avesse deciso di voltargli le spalle. D'altronde nessun eroe può diventare tale se almeno una volta nella vita non si trova al posto giusto nel momento giusto, per compiere quel passo in avanti che lo proietta nel mondo della leggenda. Cristiano Ronaldo non è solo un campione del calcio, ma uno sportivo poliedrico che sin dalla tenera età evidenziava di essere un gradino al di sopra della norma.

Se non avesse fatto il calciatore, l'asso della Juventus avrebbe voluto fare il ballerino o l'attore. D'altronde ha la dovuta attenzione per il fisico e l'apparenza, di certo sarebbe stato una delle star del cinema più amato dalle donne. Ha dato prova delle sue doti di ballerino in uno spot di qualche anno fa in cui pubblicizzava le sue scarpe danzando in stile Michael Jackson, con tanto di moonwalk. Non ha mai nascosto la sua grande passione per il cinema: da testimonial pubblicitario al grande schermo il passo può essere breve una volta che appenderà gli scarpini al chiodo. Si era persino parlato di un suo ruolo in una serie TV turca al fianco di Angelina Jolie.

Non solo la danza e il cinema, sono tanti i suoi hobby. Dallo shopping alla buona cucina, fino ad una lunga serie di giochi da casinò, tra cui il bingo, una passione che coltiva sin dal suo esordio con la maglia del Manchester United. Ma è anche un grande collezionista di auto di lusso, imprenditore e un giocatore mancato di tennistavolo. Ebbene sì, Cristiano Ronaldo avrevve potuto diventare un campione di ping pong, sport che ha dovuto lasciare per dedicarsi anima e cuore alla sua vera passione radicata nel DNA sin dalla nascita: il calcio.

Cristiano Ronaldo fan di Joao MonteiroGetty Images

Cristiano Ronaldo campione mancato di tennistavolo

Sin da ragazzino il portoghese era solito allenarsi a Madeira presso la vecchia Accademia dello Sporting, dove si allenava con Joao Monteiro, star internazionale del tennistavolo. Una pratica sportiva che gli è rimasta nel sangue, tanto che ancora oggi in ogni sua casa non manca un tavolo professionale di ping pong, dove sfida gli amici e impartisce lezioni al piccolo Cristianinho.

Dopo il calcio è il ping pong lo sport che amo di più - ha ammesso Cristiano Ronaldo in una delle prime interviste italiane -. E so giocare anche bene

Patrice Evra raccontò un curioso aneddoto risalente ai tempi della Premier, quando CR7 fu battuto con le racchette da Rio Ferdinand. Il centravanti portoghese ci rimase malissimo, tanto che ordinò a suo cugino di andare a comprare un tavolo da ping pong, si allenò costantemente per due settimane, fino a chiedere una nuova sfida per prendersi una schiacciante rivincita.

Il talento è universale, Cristiano poteva diventare un professionista - assicura Joao Monteiro -. Avrebbe certamente sfondato se si fosse applicato sul serio, ma il calcio era la sua vita... Chiedeva sempre consigli su come eseguire i passi laterali, come usare il top spin... ha la mentalità di chi desidera essere al top.

CR7 ha seguito Joao per un certo periodo anche nelle trasferte, fino a quando i ruoli si sono invertiti ed era il fuoriclasse del ping pong a seguire l'amico Cristiano nella sua ascesa verso i cinque Palloni d'Oro. Eppure l'esperienza con il tavolino verde ha portato sicuramente qualche pregio in dote al centravanti bianconero.

Ha migliorato la concentrazione, la velocità di esecuzione e la freddezza.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.