Calciomercato Arsenal, parla Emery: "Almeno due rinforzi per gennaio"

Il manager dei Gunners ha fatto il punto della situazione sul mercato dopo la partita di FA Cup: "Per continuare a fare bene servono almeno due rinforzi".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo 21 giornate di Premier League l'Arsenal è ancora in orbita quarto posto. Se qualcuno lo avesse pronosticato a inizio stagione, probabilmente lo avrebbero preso per pazzo. Invece il grande lavoro fatto da Unai Emery ha dato risultati immediati; il tecnico spagnolo era chiamato al non facile compito di sostituire una figura storica come Arsene Wenger, colui che ha scritto pagine indelebili dell'ultimo ventennio dei Gunners, e il suo calcio "latino" ha funzionato fin da subito. Per questo Emery, dopo la vittoria in FA Cup contro il Blackpool, si è soffermato ad analizzare ciò che sarà il prossimo futuro dell'Arsenal, snocciolando vari temi tra i quali spicca quello legato al calciomercato.

Facciamo un passo indietro. L'Arsenal nel 2018 è tornato finalmente a spendere cifre consone alla propria storia, andando a puntellare la squadra con alcuni tasselli molto interessanti, tra i quali spicca l'acquisto di Lucas Torreira. Innesti mirati che per il sistema di gioco proposto da Emery si sono rivelati fondamentali: il suo stile ha attecchito in fretta e, proprio per questo, rimanere fermi a gennaio rappresenterebbe davvero un'occasione mancata per provare a fare il definitivo salto di qualità. Questo lo sa il manager e lo sa anche il club, che al momento sta valutando diverse situazioni legate ai reali bisogni di cui necessita la rosa.

A fare il punto della situazione ci ha pensato quindi Emery, in una conferenza stampa post partita dove il calciomercato si è trasformato ben presto nel tema centrale, scalzando anche la roboante vittoria per 3-0 di sabato pomeriggio:

Con la società stiamo facendo delle valutazioni. È chiaro che qualcuno dovrà arrivare: secondo me faremo almeno un paio di innesti, considerando che alcuni giocatori non stanno bene e non so quando potrò recuperarli definitivamente. Cercheremo sicuramente un centrale difensivo e un'ala, vedremo se destra o sinistra.

Una fase della partita tra Blackpool e Arsenal in FA CupGetty Images

Calciomercato, Emery sull'Arsenal: "Siamo un buon gruppo ma qualcuno arriverà"

Non resta quindi che tracciare un identikit degli ipotetici arrivi. Anche se in casa Gunners glissano sull'argomento, il primo rinforzo di calciomercato sarà probabilmente Denis Suarez. Il centrocampista spagnolo è in uscita dal Barcellona e nei mesi scorsi è stato accostato a una miriade di club differenti, tra i quali spiccavano anche Milan, Roma e Napoli. Suarez invece andrà in Inghilterra proprio per raggiungere il manager basco, suo allenatore ai tempi del Siviglia.

Emery stravede per il 24enne del Barça e saprebbe già come sfruttarlo in pieno, perché Suarez è un jolly preziosissimo che si sposa perfettamente con il sistema proposto quest'anno dall'Arsenal.

Una volta conclusa l'operazione legata a Suarez, l'Arsenal potrà lavorare sugli altri due obiettivi dichiarati dal tecnico. Il difensore centrale andrà fatto di sicuro, e anche con una discreta urgenza, visto che durante il riscaldamento prepartita di Blackpool il francese Koscielny si è nuovamente fermato a causa dei suoi cronici problemi alla schiena. La sua riserva, il talentuoso centrale greco Konstantinos Mavropanos, sta tornando solo in questi giorni da un fastidiosissimo infortunio che ancora non gli ha permesso di cominciare la stagione.

I possibili obiettivi dei Gunners

Uno degli obiettivi per il reparto difensivo potrebbe essere Gary Cahill, centrale del Chelsea fuori dai piani di Maurizio Sarri e accostato al Fulham dalle indiscrezioni trapelate negli ultimi giorni. Il passaggio ai Cottagers però non si è ancora concretizzato, perciò l'Arsenal potrebbe decidere di andare a tappare la falla con un innesto low cost. Oppure, in caso il club decidesse di spendere, ci sarebbe sempre sul mercato un pezzo da novanta come Mehdi Benatia, in uscita dalla Juventus (che però non intende regalarlo) nonché grande pallino proprio di Emery. 

Nel frattempo però lo spagnolo dovrà fare con ciò che ha, adattando Carl Jenkinson da terzino destro a difensore centrale. Per quanto riguarda il discorso fasce, l'Arsenal sta seguendo diverse situazioni e il colpo di mercato potrebbe arrivare addirittura dall'estero, anche se il manager in questo caso ha deciso di non sbilanciarsi:

Interverremo davanti? Penso di sì. In queste ultime settimane ho dato spazio a molti giovani e loro mi hanno dato risposte positive. Però ho anche bisogno di gente esperta, qualcuno che venga qui già pronto per andare in campo. Ci aspettano quattro mesi molto difficili e con i giusti ritocchi possiamo fare molto bene.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.