FA Cup, terzo turno: Manchester United insaziabile, sorride Morata

Il terzo turno di FA Cup è l'occasione per allungare la striscia di successi dei Red Devils. Vittoria anche per i Blues del redivivo Morata nel giorno dell'addio di Fabregas. Bene anche l'Arsenal.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Gli amanti del calcio aspettavano questo periodo da mesi, e finalmente è giunto il momento: inizio gennaio, in Inghilterra, significa FA Cup. La competizione calcistica più antica della storia, nata nel lontanissimo 1871, è in assoluto una delle più affascinanti per tradizione, atmosfera e imprevedibilità.

Dopo sei mesi di partite tra squadre di campionati minori e dilettanti (la prima gara della fase extra preliminare si è giocata lo scorso 6 luglio), è ora che anche le squadre di Premier League inizino il proprio cammino dal terzo turno.

Dal Manchester United in piena forma del nuovo allenatore Solskjaer passando per l'Arsenal di Emery, fino al Chelsea di Sarri che nella sfida con il Nottingham Forest ha dato l'addio ai Blues e ora è pronto a vestire la maglia del Monaco. Andiamo quindi a vedere come sono andate le big nelle sfide del sabato di FA Cup.

Terzo turno di FA Cup, le partite di sabato 5 gennaio

Il programma del terzo turno si apre con la sfida del venerdì sera, con il Tottenham di Pochettino impegnato sul campo del Tranmere Rovers (squadra di League Two). Dopo un primo tempo equilibrato sbloccato da Aurier nel finale, il secondo tempo è un massacro: tripletta di Llorente, Son, ancora Aurier e ciliegina finale di Kane appena entrato. 

Nella giornata di sabato, invece, il Manchester United di Solskjaer trova la sesta vittoria consecutiva battendo il non irresistibile Reading, attualmente penultimo in Championship. A decidere la sfida sono le reti di Juan Mata su calcio di rigore al 22' del primo tempo, mentre venti minuti più tardi Lukaku chiude la pratica con il suo nono gol stagionale.

Una vittoria che alimenta il morale altissimo dei Red Devils, partiti subito dopo il match per un training camp a Dubai approfittando della settimana di sosta, prima della ripresa del campionato e della sfida delicatissima in casa del Tottenham.

L'altra big impegnata nel pomeriggio è stata il Chelsea, che con lo stesso risultato dello United si sbarazza del Notthingam Forest guidato in panchina dallo spagnolo Aitor Karanka, vice di Mourinho ai tempi del Real Madrid. E guarda caso il pomeriggio di Stamford Bridge parla castigliano: nel giro di dieci minuti della ripresa Alvaro Morata fa doppietta (senza sprecarsi nelle esultanze) tornando al gol dopo più di un mese e scacciando le critiche di pubblico e Zola, anche se un altro errore a porta vuota non rende serenissimo il suo pomeriggio.

Nel finale il palcoscenico è tutto per Cesc Fabregas, partito titolare e con la fascia da capitano per celebrare la sua ultima in maglia Blues. Nonostante un errore dal dischetto nel primo tempo l'emozione, sua e del pubblico, è stata tanta. Da domani l'ex Arsenal inizierà la sua avventura nel Principato, con il suo amico Henry pronto ad abbracciarlo al Monaco. 

In serata è stato di scena anche l'Arsenal, che sul campo del Blackpool (squadra di League One vista in Premier qualche anno fa) non ha faticato un granché. La doppietta del classe '99 Willock nel primo tempo ha indirizzato subito il match a favore degli uomini di Emery, mentre Alex Iwobi ha messo in cassaforte il passaggio al quarto turno nel finale di gara.

Per quanto riguarda le altre gara giocate va segnalata senza dubbio l'impresa del Gillingham, che direttamente dalla zona retrocessione della League One ha eliminato il Cardiff, in zona retrocessione ma in Premier League. Altro upset di giornata è quello del Bristol City, che elimina l'Huddersfield. Vanno invece al replay Southampton, rimontato dal Derby County di Lampard, e il Newcastle che pareggia in extremis con il Blackburn. Storie di FA Cup, d'altronde.

Così come una bellissima storia è il ritorno al gol di Andy Carroll, che alla vigilia del suo trentesimo compleanno torna al gol dopo quasi nove mesi. La sua incornata nel recupero del match contro il Birmingham permette agli Hammers, già avanti in virtù del gol di Arnautovic, di chiudere la pratica e di accedere al quarto turno di FA Cup. Bentornato, e tanti auguri Andy.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.