Manchester City, la UEFA indaga: il club rischia l'esclusione dalle coppe

Dubbi su 60 milioni di sterline versati nelle casse del club nel 2015 da parte della proprietà araba Abu Dhabi United Group. Gli investigatori: "Se è vero ciò che è stato scritto, il City rischia grosso".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Da una parte un Manchester City tornato in corsa in Premier League dopo il 2-1 sul Liverpool (i Reds comandano a 54 punti e i Citizens seguono a 50), dall’altra un Manchester City sotto l’occhio della UEFA. Con una punizione all'orizzonte assai pesante: esclusione dalle coppe europee, ovvero addio Champions League. Ma andiamo con ordine.

Il caso nasce dall’indiscrezione lanciata da alcuni tabloid britannici che hanno diffuso le dichiarazioni di Yves Leterme, presidente e capo del comitato di controllo finanziario della UEFA. Il signor Leterme, con sicurezza, ha affermato che se le rivelazioni di Football Leaks (dubbi su 60 milioni versati dalla Abu Dhabi United Group) fossero confermate, il club inglese andrebbe incontro ad una punizione pesante.

Il Manchester City per ora non ha commentato questa notizia. Le accuse sono pesanti, si parla di bilancio artefatto e sponsorizzazioni gonfiate. Una brutta grana per una squadra al top tra i club europei anche a livello finanziario.

Al Mubarak, presidente del Manchester CityGetty Images
Manchester City, il presidente Al Mubarak allo stadio

Manchester City, guai in arrivo? La UEFA indaga

Il Manchester City sotto accusa per una nota in bilancio che non torna. I fatti risalgono al 2015, quando circa 60 milioni di sterline furono versati direttamente nelle casse dei Citizens dalla proprietà araba Abu Dhabi United Group, che invece fatto passare la somma come una sponsorizzazione da parte di Etihad. Una cosa che secondo le regole UEFA non si può fare. Insomma, siamo davanti a una situazione spinosa che mette il Manchester City in una posizione scomoda, peggiore a detta di molti di quella del PSG, nota negli uffici di Nyon per non aver rispettato il Fair Play Finanziario.

Manchester City, il presidente della UEFA CeferinGetty Images
Manchester City, il presidente UEFA Ceferin

Le dichiarazioni di Leterme, presidente e capo investigatore della UEFA Club Financial Control Body, non promettono nulla di buono:

Se fosse tutto confermato, il problema diventa serio. Ci potrebbe essere una punizione pesante, ovvero l’esclusione dalle competizioni europee. Le regole del FPF si basano su un sistema di dichiarazioni, tre mesi dopo che hanno chiuso i loro conti, i club devono depositare le cifre. Quindi eseguiamo controlli casuali sulla veridicità di tali dichiarazioni. I conti sono esaminati e approvati internamente ed esternamente.

Seguiranno sviluppi dopo una serie di indagini già partite. Il Manchester City rimane tranquillo e concentrato sulla Premier League e sulla Champions. Ma attenzione alle sorprese in vista delle prossime stagioni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.