Calciomercato Milan: Milinkovic in estate, Sensi o Duncan per gennaio

Il club rossonero lavora per portare a Milano il centrocampista laziale. Per gennaio canale aperto col Sassuolo: si parla di Sensi e Duncan.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il calciomercato del Milan comincia a prendere forma. Dopo l'arrivo in Italia del giovanissimo brasiliano Lucas Paquetá, i rossoneri sono alla ricerca di altre pedine adatte per dare a Gattuso i rinforzi necessari ad affrontare la seconda parte di stagione. Il Milan, contrariamente a qualche mese fa, può progettare il proprio futuro anche sul lungo periodo; dopo l'arrivo della famiglia Singer il club ha ripreso a respirare dal punto di vista della solidità economica, un fattore di cui si sono resi conto anche alla sede della UEFA, con la quale i vertici societari in questi mesi concorderanno i termini per rientrare nei parametri del fairplay finanziario come da sentenza uscita qualche settimana fa.

Nel frattempo il Milan non potrà permettersi di strafare, ma avrà comunque più libertà d'azione. Il sogno di Leonardo è riuscire a portare a Milano un nome di spessore per riaccendere gli animi dei tifosi che, nell'ultimo anno, sono passati dalla campagna faraonica del 2017 alla spending review della scorsa estate. La nuova società però sembra aver permesso all'ambiente di voltare definitivamente pagina, così - sempre con un occhio ai bilanci - adesso il Milan può ricominciare un lento ma graduale processo di crescita.

Oltre al già citato Paquetá, il Milan farà sicuramente altri tre acquisti: un attaccante, un esterno offensivo e un centrocampista. In particolare di quest'ultimo Gattuso ne ha bisogno in maniera rapida, perché se c'è un reparto che in questo girone di andata ha creato problemi al tecnico calabrese, questo è proprio rappresentato dalla mediana. D'altronde gli infortuni di Biglia e Bonaventura non hanno di certo aiutato, tanto che a un certo punto Gattuso - anche per la sua volontà di rinunciare a Montolivo - si è trovato costretto a schierare un reparto pieno di giocatori fuori ruolo. Si sogna il colpo, dicevamo, e quando si sogna è sempre meglio farlo in grande; secondo le indiscrezioni raccolte da Il Giornale il Milan avrebbe messo nel mirino un centrocampista top, sul quale la società starebbe lavorando da tempo.

Sergej Milinkovic-Savic, centrocampista della LazioGetty Images

Calciomercato Milan, si sogna il colpo Milinkovic-Savic

Si tratta di Sergej Milinkovic-Savic, leader della Lazio e della nazionale serba che in questa stagione non sta tenendo i livelli di rendimento fatti vedere in passato. Milinkovic-Savic non ha cominciato bene l'annata e solo nelle ultime partite si sta rispolverando un po'. Il gol contro il Cagliari, festeggiato con un pianto liberatorio, sembrerebbe aver rasserenato gli animi, ma il suo rendimento sotto le aspettative si è rivelato fino a oggi un problema per Simone Inzaghi, tanto che il tecnico a un certo punto meditava addirittura una sua esclusione dalla squadra titolare.

Milinkovic-Savic è stato l'oggetto del desiderio di tantissimi club durante il calciomercato estivo. Lo ha sondato prima il Manchester United, poi con forza la Juventus alla ricerca di un pezzo da novanta prima di buttarsi su Cristiano Ronaldo e, infine, a cavallo di Ferragosto fu proprio il Milan a tentare un timido approccio con Ighli Tare. Il direttore sportivo della Lazio rifiutò di far partire il serbo in extremis, in quanto difficilmente sarebbe riuscito a trovare un suo sostituto in poco tempo. Poi, ovviamente, ci furono anche delle motivazioni economiche: per cedere Milinkovic-Savic Lotito chiedeva una cifra super, tra i 100 e i 120 milioni di euro. Davvero troppo per un Milan già scricchiolante.

Ora però le cose sembrerebbero aver preso una piega diversa: innanzitutto il valore del giocatore si è abbassato, tanto che proprio in queste ore si parla di una valutazione che si aggirerebbe intorno ai 70 milioni di euro, e in secondo luogo il Milan ha una solidità economica maggiore rispetto al recente passato. In questi giorni ci potrebbe essere un incontro tra le parti proprio a Roma, con la Lazio che questa volta ascolterà attentamente la proposta, anche se difficilmente si libererà di Milinkovic-Savic già a gennaio. Diverso il discorso per l'estate, quando il campione laziale potrebbe diventare uno dei colpi di calciomercato dell'intera Serie A.

Stefano Sensi festeggia un gol con i compagniGetty Images

A gennaio si insiste per Sensi, l'alternativa è Duncan

Nel breve andranno invece fatte altre valutazioni. Il Milan segue da tempo Stefano Sensi. Il primo interesse del club rossonero risale addirittura a novembre, quando tra le due società ci fu una chiacchierata esplorativa per capire se il ragazzo si sarebbe potuto liberare già a gennaio. Partiamo col dire che il Sassuolo è una bottega molto cara e che difficilmente, soprattutto con la matematica che concede ai neroverdi qualche speranza europea, Squinzi potrà cedere a metà stagione un perno della squadra. Però dei ragionamenti, in primis di natura economica, vanno fatti: il Sassuolo chiede almeno 25 milioni di euro per cedere il calciatore, una cifra che il Milan però non vorrebbe spendere.

Così, durante i vari scambi di telefonate, è spuntata l'ipotesi più low cost legata ad Alfred Duncan. Il classe 1993 ghanese sta giocando probabilmente la miglior stagione in carriera, tanto che anche nell'ultimo disastroso turno (2-6 casalingo contro l'Atalanta) si è tolto lo sfizio di segnare una doppietta. Cresciuto nella Primavera dell'Inter, Duncan porterebbe in dote fisico e dinamismo, andando a comporre un pacchetto mediano di tutto rispetto con Kessiè e Bakayoko, in attesa del rientro degli infortunati. Inoltre, il Sassuolo potrebbe essere disponibile ad aprire al prestito con diritto di riscatto, formula che al Milan piace molto in virtù degli impegni presi con la UEFA.

I rapporti tra i club, inoltre, sono sempre molto buoni, basti pensare che solo qualche mese fa il Milan ha ceduto al Sassuolo Manuel Locatelli, favorendo la pista neroverde rispetto alle altre pretendenti. Chissà che questo gesto non possa tornare utile a gennaio, quando i rossoneri dovranno intervenire con decisione per rinforzare la squadra, sperando di trovare gli innesti giusti utili ad assaltare quel quarto posto di vitale importanza. Sia Sensi che Duncan sembrerebbero rientrare in questo target: giovani, pronti e con tanta fame di emergere come questo Milan, che dopo un anno di delusioni adesso è pronto a sedersi nuovamente al tavolo delle grandi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.