Calciomercato Borussia Dortmund, da Pulisic a Dembelé: che plusvalenze!

Da anni i gialloneri comprano giovani talenti che poi rivendono a cifre altissime. I tifosi sperano però nel salto di qualità: servono anche giocatori affermati.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Nessuno al mondo è come loro. Al Borussia Dortmund sanno perfettamente come valorizzare i propri giocatori, nessuno riesce a farlo meglio. Nell'estate del 2017 quella giallonera è stata la squadra ad aver incassato di più al mondo (240 milioni). Eppure sul calciomercato non spende tantissimo. Spende però molto bene.

Basta una semplice parola per capire quanto il Borussia Dortmund si muova bene durante le varie sessioni di calciomercato: plusvalenza. I gialloneri sono eccezionali nello scovare giovani talenti, ma sono anche molto bravi a venderli a prezzo pieno. Questo anche quando ci sono dei conflitti con i giocatori come nei casi di Pierre-Emerick Aubameyang e Ousmane Dembelé che volevano rispettivamente andare all'Arsenal (Aubameyang) e al Barcellona (Dembelé).

La cessione di Christian Pulisic per 64 milioni al Chelsea lo dimostra. L'attaccante americano, al momento, non è altro che una riserva, al massimo un titolare aggiunto. In questa edizione della Bundesliga ha infatti giocato appena 5 volte dal primo minuto per colpa anche dall'esplosione di Jadon Sancho. Venderlo a 64 milioni (tenendolo in prestito per 6 mesi) è un vero affare.

Christian Pulisic, primo colpo del calciomercato invernaleGetty Images
Christian Pulisic, primo colpo del calciomercato invernale

Calciomercato Borussia Dortmund, quante plusvalenze negli ultimi anni

Proprio Pulisic rappresenta perfettamente l'abilità del Borussia Dortmund nel fare plusvalenza: l'americano venne preso ancora minorenne a parametro zero. Viene ceduto a 64 milioni ora che la squadra può fare a meno del suo apporto. Sono però anni che i gialloneri operano così: Mats Hummels arrivò per 4,2 milioni e venne rivenduto a 35 milioni. Kagawa fu acquistato dalla Serie B giapponese per 300mila euro e passò al Manchester United per 16 milioni, prima di tornare in Germania per 8. Gotze, prodotto del vivaio, fu ceduto al Bayern Monaco per 37 milioni, prima di tornare per 22.

Hummels ai tempi del DortmundGetty Images
Hummels ai tempi del Dortmund

Altri esempi? Gundogan (arrivato a 5,5 e venduto a 27 al Manchester City), Dembelé (pagato 15, venduto a 130 al Barcellona), Aubameyang (la sua valutazione è passata da 13 a 68,75). E si aspetta, in futuro, la cessione di Sancho, pagato 7,8 milioni e valutato già 100. L'abilità del Borussia Dortmund sul calciomercato (sia in entrata che in uscita) è evidente. Anche se i tifosi sognano che possano arrivare anche giocatori già affermati in modo da raggiungere stabilmente il livello del Bayern Monaco. Perché è un dato di fatto che al mondo nessuno sia bravo a valorizzare i giovani come il Borussia Dortmund. Oltre ai giocatori però deve crescere anche la società.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.