Boban sul Fair Play Finanziario: "Va cambiato. Danneggia club come Milan e Inter"

L'attuale vice segretario FIFA ha voluto mandare un messaggio chiaro alla UEFA: "Non bisogna frenare gli investimenti. Sarebbe positivo per tutto il movimento".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Bisogna cambiare, bisogna migliorare. Per permettere a tutti di esprimersi al meglio. Da anni si discute del Fair Play Finanziario. Il progetto è stato introdotto dall'UEFA nel 2009 con l'intento di estinguere i debiti contratti dalle società calcistiche. Nell'estate precedente il Real Madrid aveva speso oltre 250 milioni per la campagna acquisti (prese, fra gli altri, Kakà, Cristiano Ronaldo, Benzema e Xabi Alonso), incassandone circa 80. Questo benché il club fosse indebitato. La Uefa non voleva che ci fosse troppa disparità fra i club potenti e gli altri.

I controlli sui bilanci e sui debiti delle società sono sempre dettagliati e puntigliosi, e quando i conti non tornano ci sono anche delle conseguenze da pagare. Il Milan in estate ha rischiato l'esclusione dalle coppe europee (è riuscito a evitarla solo facendo ricorso al TAS). Tutto a causa del Fair Play Finanziario e dei suoi paletti relativi ai debiti dei club.

Zvonimir Boban, attuale vice segretario FIFA, è però convinto che il Fair Play Finanziario, con le sue restrizioni, non funzioni. Addirittura secondo lui non fa altro che limitare i club e di conseguenza abbassare la competitività dei vari campionati. In un'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport è stato piuttosto critico con la UEFA.

Se non si corregge il sistema relativo al Fair Play finanziario, squadre come Inter e Milan avranno difficoltà a tornare fra le grandi. E vale per tutti i club che sognano di competere a certi livelli

Zvonimir Boban critica il Fair Play FinanziarioGetty Images
Zvonimir Boban critica il Fair Play Finanziario

Fair Play Finanziario, Boban difende Inter e Milan

Boban è consapevole che in questi 10 anni la UEFA abbia aiutato molti club a sistemare il proprio bilancio. Per questo il suo non vuole essere un attacco, ma un consiglio. Per far sì che quei club che hanno fatto la storia del calcio possano tornare ai livelli che meritano:

La UEFA va elogiata per quanto fatto, però le norme che impongono il pareggio di bilancio non possono impedire a nuovi imprenditori che entrano nel calcio di investire anche in maniera pesante. Alcuni club come Inter e Milan sono in questa situazione. Chi porta soldi freschi produce effetti positivi per tutto il sistema

Boban è invece favorevole alla VARGetty Images
Boban è invece favorevole alla VAR

Non solo Fair Play Finanziario però. Boban ha detto la sua anche sulla VAR che da circa un anno e mezzo fa discutere. In molti non approvano il protocollo, altri l'utilizzo che gli arbitri fanno della tecnologia, altri criticano proprio la tecnologia stessa.

Temevo un calcio robotizzato, ma il gioco viene interrotto poco. La tecnologia sta aiutando a sbagliare meno

VAR approvata, dunque. Perché bisogna cambiare, bisogna migliorare. Con la VAR, secondo Boban, lo si è fatto. Ora è tempo di rivedere il Fair Play Finanziario.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.