Calciomercato: Keylor Navas rinnova con il Real Madrid

Il portiere delle merengues, titolare nelle ultime 3 Champions League vinte negli ultimi 3 anni, firma fino al 2021: nonostante sia finito in panchina resterà a disposizione di Santiago Solari.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nel Real Madrid capace di conquistare 3 Champions League consecutive nelle ultime 3 stagioni ha avuto un posto di rilievo, quello di portiere titolare della squadra più forte d'Europa e del mondo, ma dopo essere finito in panchina a inizio stagione in favore del belga Thibaut Courtois sembrava che il 32enne costaricano Keylor Navas sarebbe stato uno dei principali protagonisti del calciomercato invernale.

Nonostante tifosi e addetti ai lavori non abbiano mai risparmiato critiche nei confronti del suo operato, infatti, Navas è considerato ancora uno dei migliori estremi difensori in circolazione e sicuramente il migliore tra quelli acquistabili a gennaio da quei club che desideravano un portiere affidabile e di provata esperienza. La sua situazione personale, inoltre, che lo ha visto vedere sempre meno il campo soprattutto dopo l'insediamento sulla panchina del Real Madrid di Santiago Solari, suggeriva una trattativa di calciomercato tutt'altro che complessa per chi avesse voluto acquistarlo.

Niente di più sbagliato: è notizia di queste ore infatti il rinnovo da parte di Navas del contratto in scadenza nel 2020. Il portiere ha espresso la volontà di restare in forza alle merengues, dove lotterà per riprendersi il posto da titolare, e lo ha sancito prolungando di un anno l'accordo con il Real Madrid che gli ha aumentato l'ingaggio fino a 5 milioni di euro netti a stagione. Una mossa che di fatto ha posto l'estremo difensore 32enne fuori dalle trattative di calciomercato almeno fino a fine stagione.

Calciomercato, Navas prolunga fino al 2021 con il RealGetty Images

Calciomercato, Navas resta al Real Madrid: accordo fino al 2021

La prossima estate ovviamente tutto potrebbe tornare in discussione, soprattutto se non saranno cambiate le gerarchie che in questo momento vedono Navas ben lontano dai pensieri di Santiago Solari. Il tecnico argentino, a differenza del suo predecessore Lopetegui che aveva alternato il costaricano al nuovo acquisto Courtois e di Zinedine Zidane, che considerava Keylor inamovibile al punto da essersi opposto a nuovi acquisti nel ruolo, non lo considera un possibile titolare.

E se fino a oggi Navas è sceso in campo soltanto 8 volte, il dato che balza all'occhio è che le uniche 2 presenze sotto la gestione di Solari sono arrivate in Coppa del Re, avversario il più che modesto Melilla: per il resto sempre panchina, una situazione certo non facile da vivere per un portiere che ormai da anni era un punto fermo del Real Madrid e che a fronte di alcuni errori era stato capace anche di dare un contributo importante con alcune parate di grande spessore.

Navas e Courtois in allenamento con il Real MadridGetty Images

Tutto cancellato, ed ecco che si erano ovviamente scatenate le voci di calciomercato: si era parlato per lui della Premier League e del Manchester City, poi della Serie A, con la Juventus di Cristiano Ronaldo in prima fila e la Roma in seconda battuta, quindi nuovamente di Inghilterra, quando nei giorni scorsi il portiere era stato dato come prossimo acquisto di un Arsenal deluso da Leno.

Navas invece resterà a Madrid, la città dove intende continuare a vivere una volta appesi i guanti al chiodo e dove nascerà a febbraio il suo terzo figlio. I club che lo hanno avvicinato non lo stimolano quanto restare nella squadra di cui ha contribuito a scrivere la storia recente e che evidentemente lo considera ancora importante, come testimoniato dal lauto ingaggio che percepirà nelle prossime due stagioni e mezzo. In estate poi, come detto, la situazione potrebbe anche evolversi, perché stare costantemente in panchina non piace a nessuno.

Tuttavia il condizionale è d'obbligo, perché il rapporto che lo lega al Real Madrid - come sottolineato da Marca, che ha annunciato l'avvenuto rinnovo contrattuale tra le parti - sembra davvero a prova di bomba. E di panchina.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.