Calciomercato Inter, caccia ai parametri zero: le mosse di Marotta

Marotta studia le prime mosse per il mercato di gennaio con l'obiettivo di dare rinforzi validi a Spalletti. Nel mirino tre giocatori in scadenza di contratto.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'annuncio dell'arrivo all'Inter di Beppe Marotta, avvenuto un paio di mesi fa, ha smosso un ambiente cosciente del fatto che la società ha fretta di tornare a fare grandi cose. Il nuovo amministratore delegato ha portato in dote esperienza e conoscenze, doti fondamentali per tornare aggressivi e appetibili in fase di calciomercato. Con la Champions League già conquistata lo scorso anno e la prossima nel mirino, l'Inter sta tornando piano piano a essere una delle big italiane, riacquistando appeal e rimpolpando il fatturato.

Ora resta da capire quali siano i rinforzi adatti da consegnare a Spalletti nella finestra di calciomercato invernale, quando l'Inter sarà chiamata a fare almeno un paio di operazioni in entrata per permettere al tecnico di avere un pochino di scelta in più nelle rotazioni. Nonostante l'eliminazione dalla Champions, c'è sempre un'Europa League da onorare e una Coppa Italia da provare a vincere: sono questi i dettami di Steven Zhang, presidente dell'Inter e di Suning International, che nel corso di una recente intervista ha garantito che dall'estate prossima torneranno a essere trattati i nomi altisonanti necessari per provare a fare la guerra alla Juventus.

A gennaio invece si cercheranno solo opportunità convenienti. Per questo la figura di Marotta diventa fondamentale: l'ex dirigente della Juventus ha portato novità e soprattutto una fitta rete di contatti, maturati proprio durante la lunga militanza alla Juventus. Il target degli acquisti di gennaio è già stato stabilito: nessuna follia, principalmente parametri zero o giocatori che possono venire via per una manciata di milioni di euro in virtù del loro status di quasi svincolati. Per questo i nomi caldi sono gli stessi già rimbalzati negli ambienti nerazzurri in queste ultime settimane: Diego Godin, Filipe Luis e Ashley Young.

Diego Godin, leader dell'Atletico MadridGetty Images

Calciomercato Inter, stuzzica Godin in uscita dall'Atletico

Partiamo dalla difesa. L'Inter cerca un centrale di esperienza che possa sostituire degnamente il partente Miranda. Il brasiliano lascerà Milano in estate, anche se bisogna ancora capire per quale campionato. Così i nerazzurri dovranno andare a pescarne un degno erede, qualcuno che possa entrare nelle rotazioni senza per forza spodestare dal ruolo di titolare l'ormai consolidata coppia composta da De Vrij e Skriniar. L'obiettivo di Marotta è Diego Godin, uno che insieme a Miranda - guarda caso - ha giocato e vinto tanto con la maglia dei colchoneros. Godin è un pallino di Marotta da almeno un paio d'anni, tanto che il fresco dirigente interista lo aveva messo nel mirino già per portarlo alla Juventus.

Il calciatore, dal canto suo, ha già annunciato che non intende rinnovare con l'Atletico Madrid. Il centrale uruguayano considera conclusa la sua esperienza in Spagna e vorrebbe ritagliarsi un ultimo importante spazio (con relativo contratto) in carriera. Per questo l'Inter rappresenterebbe una buona soluzione: Godin avrebbe la possibilità di giocare con discreta continuità, non dovrebbe diminuire di troppo le pretese economiche e magari potrebbe spalmare il suo attuale ingaggio su più anni di contratto. Classe 1986, Godin sta per compiere nove anni di militanza con i colchoneros, in attesa dell'ultima grande sfida: l'Inter lo osserva e a breve partiranno contatti.

Il terzino sinistro dell'Atletico Madrid, Filipe LuisGetty Images

Filipe Luis e Young le soluzioni low cost per la fascia

Le manovre low cost di calciomercato interiste per gennaio potrebbero poi continuare con un paio di innesti sulla fascia. I nerazzurri cercano un laterale mancino perché molto probabilmente Dalbert se ne andrà: sull'ex laterale sinistro del Nizza c'è il forte pressing del Monaco, deciso a regalarlo a Thierry Henry all'interno di una campagna rafforzamento volta a evitare la retrocessione. Se il brasiliano dovesse salutare Appiano Gentile, ecco che un rinforzo a sinistra sarebbe indispensabile. Il nome nuovo in casa Inter è quello di Filipe Luis, compagno di squadra di Godin e obiettivo anche della Juventus, oltre a essere un altro "osservato speciale" di Marotta.

Il brasiliano, così come il compagno di squadra, ha già comunicato all'Atletico Madrid che non rinnoverà il contratto e che lascerà la Spagna per rimettersi in gioco altrove. Filipe Luis ha passaporto comunitario e prende uno stipendio abbastanza abbordabile per le casse dell'Inter, intenzionata a intavolare con lui lo stesso discorso valido per Godin, facendogli un'offerta che permetterebbe al brasiliano di legarsi ai colori nerazzurri per più tempo e alle stesse cifre percepite oggi. Certo, la concorrenza della Juventus preoccupa, perché oltre ai soldi i bianconeri potrebbero mettere sul piatto un progetto vincente nell'immediato, anche se i contatti tra le parti nascono proprio ai tempi di Marotta, molto amico dell'agente del ragazzo.

L'eventuale arrivo di Filipe Luis potrebbe non escludere quello di Ashley Young. Sull'inglese va però fatta un po' di chiarezza: Young ormai da anni gioca sulla fascia sinistra, ma nasce come esterno destro e soprattutto ha la grande caratteristica di essere un calciatore polivalente, bravo con entrambi i piedi. Per questo nelle tante stagioni giocate al Manchester United è stato considerato insostituibile da qualunque manager passasse sulla panchina dei Red Devils. A 33 anni Young è in scadenza di contratto e l'Inter lo ha messo nel mirino, ma a differenza di quella per Felipe Luis questa è una trattativa che alla società nerazzurra piacerebbe portare avanti eventualmente anche in estate.

I discorsi con l'entourage dell'inglese, secondo i beninformati, sarebbero già aperti: l'Inter avrebbe offerto a Young un contratto biennale con opzione per il terzo anno, facendo trasparire quanta fiducia ci sia da parte del club sul ragazzo di origine giamaicana che gioca a Old Trafford addirittura dal 2011. Young porterebbe anche un bel po' di esperienza e mentalità vincente per certi palcoscenici, cosa che all'Inter manca terribilmente. D'altronde il suo palmares personale parla da solo: nella sua militanza con i Red Devils Young ha vinto cinque trofei, con l'apice toccato nella stagione 2012/13 quando sulla sponda rossa di Manchester è arrivata l'ultima Premier League. L'Inter fa sul serio e lavorerà ancora per convincere il giocatore ad accettare l'offerta, convinta che Young possa rappresentare una grande opzione a basso costo per una squadra intenzionata a tornare grande in breve tempo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.