Jackson Martinez: "Ho sempre dolore al piede, non posso allenarmi con continuità"

Il bomber colombiano, che ha 32 anni, sta cercando di fermare il declino e rilanciarsi al Portimonense in Portogallo, ma ammette di avere sempre problemi alla caviglia.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Con Felipe Scolari o con Fabio Cannavaro il prodotto non cambiava: per Jackson Martinez non c'era più posto nello spogliatoio del Guangzhou Evergrande. Il colombiano continuava a finire in tribuna.

Un triste declino per un attaccante che nel 2010 era stato giocatore dell'anno in Colombia e aveva in bacheca quattro titoli di capocannoniere: uno all'Independiente di Medellin e ben tre consecutivi al Porto, fra il 2013 e il 2015.

Un rendimento che lo aveva messo al centro del calciomercato internazionale: vicino al Milan, nel 2015 passa invece all'Atletico Madrid. Sembra il partner ideale di Griezmann, ma dopo pochi mesi un infortunio alla caviglia lo ferma per qualche settimana. Rientra ma il dolore non passa, la guarigione tarda ad arrivare e a febbraio i Colchoneros lo cedono, appunto, al Guangzhou.

Jackson Martinez Griezmanngetty
Jackson Martinez pareva il partner ideale di Griezmann nell'attacco dell'Atletico Madrid

Jackson Martinez: fra declino e rilancio

In Cina però le cose non vanno meglio. Quel guaio alla caviglia lo perseguita: in due anni e mezzo Jackson Martinez gioca 16 partite, un migliaio di minuti in tutto, nel corso delle quali realizza soltanto 4 gol e mette a referto 2 assist. Dal 26 ottobre 2016 sparisce addirittura dai radar: quel giorno, contro lo Jiangsu Suning, gioca l'ultimo match della sua carriera nella Superliga cinese e non viene più convocato, finisce fuori rosa e il Guangzhou gli concede la lista gratuita.

Jackson Martinezgetty

Nato il 3 ottobre, lo stesso giorno di Zlatan Ibrahimovic, Jackson Martinez decide però che a 32 anni non è ancora tempo di appendere gli scarpini al chiodo e l'estate scorsa cerca il rilancio in Europa. Si offre in Portogallo, ma Porto e Sporting Lisbona non rispondono al citofono: il declino pare inarrestabile. Solo all'ultimo giorno di calciomercato arriva l'accordo col Portimonense, non proprio un top club ma a Jackson non interessa: lui vuole giocare.

Partenza a luci spente, poi il motore si scalda e arrivano i primi gol: in tutto sono quattro, realizzati fra novembre e metà dicembre. In breve il colombiano diventa insostituibile nelle gerarchie del tecnico Antonio Folha e un beniamino per i tifosi, pazzi di lui dopo la doppietta al Vitoria Setubal. Ma i problemi fisici non sono scomparsi, diciamo che Jackson ha imparato a conviverci:

Per me è una lotta quotidiana. Quasi ogni notte, intorno alle 3 o alle 4, come un orologio, il mio sonno viene interrotto da un forte dolore al piede. Certo, mollare tutto sarebbe la scelta più semplice. Non riesco ad allenarmi due o tre volte di fila, comunque seguo un programma specifico con i medici e i fisioterapisti del club

Jackson Martinezgetty
Jackson Martinez ai tempi del Porto

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.