Calciomercato Juventus, si lavora per le fasce ma il sogno è Rodriguez

Il club bianconero studia le mosse in vista di gennaio. Imperativo sistemare le fasce: offerto Filipe Luis, ma l'obiettivo è Grimaldo. E spunta un summit per James Rodriguez.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Con lo Scudetto praticamente ipotecato e una seconda parte di stagione in cui tentare l'assalto alla Champions League, la Juventus può guardare con molto ottimismo a quello che sarà il suo prossimo futuro. La società è consapevole del fatto che Massimiliano Allegri sta facendo un buon lavoro ma, nonostante ciò, questo gruppo di grandi campioni può essere ulteriormente migliorato. Per questo Fabio Paratici è già al lavoro per capire quali margini di movimento ci siano nel calciomercato di gennaio, quando i bianconeri saranno chiamati a fare alcune valutazioni molto importanti dal punto di vista numerico.

Gennaio però sarà anche il mese delle occasioni. La prima, per esempio, non è istantaneamente tangibile ma potrà esserlo solo in estate qualora le cose vadano come si augura tutto l'ambiente juventino. La società è alla ricerca di un campione affermato da inserire sulla propria trequarti, per questo nelle ultime settimane è tornato in voga un nome molto gettonato già gli anni scorsi. Si tratta ovviamente di James Rodriguez, talento colombiano attualmente in forza al Bayern Monaco. Il classe 1991 non sta trovando moltissimo spazio e a fine stagione tornerà probabilmente al Real Madrid, club che ne detiene il cartellino.

Le merengues però vorrebbero disfarsene a titolo definitivo, perché il nazionale cafetero non rientra più nei piani del club. Ed è proprio qui che entra in gioco la Juventus: la società ha lavorato ai fianchi di Jorge Mendes per moltissimo tempo, strappando una promessa al plenipotenziario agente portoghese che, qualora lo status di trasferimento del calciatore fosse cambiato, si sarebbe preso l'impegno di informare subito i bianconeri. E così è successo: le parti incontreranno a Dubai nel corso della cerimonia di premiazione dei Globe Soccer Awards, dove Mendes si riunirà con Branchini e Paratici per fare un primo punto della situazione.

James Rodriguez: a fine anno tornerà al Real MadridGetty Images

Calciomercato Juventus, per James Rodriguez servono tanti soldi

Alla base del discorso legato al colombiano ci sono da fare un paio di considerazioni. La prima è di carattere prettamente economico: Rodriguez negli ultimi anni è stato ceduto a peso d'oro, passando dal Porto al Monaco per 45 milioni di euro per poi finire al Real Madrid con il cartellino valutato al rialzo di ulteriori 30 milioni. Il Bayern, solo per averlo in prestito, ha sborsato 13 milioni di euro e adesso lo rimanderà indietro. A queste condizioni è chiaro che in Spagna non intendono di certo regalarlo, per cui se la Juventus vuole perfezionare quello che sarebbe un grande colpo di calciomercato, dovrà ragionare sulla base di almeno 60 milioni di euro, una cifra comunque molto importante per il club piemontese.

La seconda considerazione da fare riguarda il fatto che James per la Juventus rappresenterebbe comunque un piano B, la soluzione alternativa a Isco, giocatore inarrivabile per vari motivi. Quindi non è detto che, anche di fronte a un accordo, la società bianconera accetterà di spendere una somma considerevole per colui che di fatto è una seconda scelta. Ma questi ragionamenti andranno fatti in seguito e seguono di pari passo quelli puramente tecnici: Rodriguez permetterebbe ad Allegri di avere una soluzione offensiva in più di grandissimo livello, capace di spaccare le partite con una sola giocata. E questo, alla fine, conterà più di tutto.

Filipe Luis, terzino brasiliano dell'Atletico MadridGetty Images

Le strategie per la fascia: spunta un parametro zero

Capitolo fascia. L'infortunio di Cuadrado ha lasciato un buco abbastanza grosso sull'out destro, dove adesso Allegri dovrà cercare di recuperare in fretta e furia (sia benedetta la pausa!) João Cancelo e, nel frattempo, sperare che De Sciglio continui a mantenere certi standard di prestazione. Cuadrado starà fuori almeno tre mesi, quindi l'ex milanista non potrà più essere utilizzato come jolly su entrambe le fasce. Per questo la società sta facendo alcune valutazioni riguardo lo status di Leonardo Spinazzola, dato per sicuro partente (su di lui ci sarebbe un interesse del Bologna) nel calciomercato di gennaio e ora molto vicino alla riconferma.

L'ex atalantino per ora è stato solo un comprimario e, in vista della sessione invernale, la Juventus aveva già intavolato un paio di trattative per mandarlo in prestito. Ora però Spinazzola potrebbe rimanere per rimpolpare le fila numeriche della squadra, che sulla fascia sinistra potrà contare solo su Alex Sandro. Nelle ultime ore sta prendendo però quota una seconda soluzione legata a un giocatore in scadenza di contratto nel prossimo mese di giugno. Si tratta di Filipe Luis, laterale mancino dell'Atletico Madrid la cui esperienza con i colchoneros è arrivata ai titoli di coda. Filipe Luis sarebbe stato offerto alla Juventus anche se, va detto, al momento la pista non sembra essere caldissima. Il brasiliano porterebbe esperienza e affidabilità, oltre a una buona dose di carattere che non guasta mai.

Una volta delineata la strategia per gennaio, la Juventus si butterà sullo spagnolo Alejandro Grimaldo: il terzino sinistro del Benfica è l'obiettivo numero uno dei bianconeri per l'estate, già sulle tracce dell'ex canterano del Barcellona da diverso tempo. Grimaldo è considerato il prototipo di laterale ideale per il credo calcistico di Allegri: bravo in entrambe le fasi di gioco, dinamico, forte caratterialmente e nel pieno della sua carriera calcistica. Il Benfica un anno fa chiedeva 30 milioni di euro, ma secondo Tuttosport ci sono comunque buoni margini di trattativa.

Jean-Clair Todibo, talento del Tolosa vicino alla JuventusGetty Images

C'è l'offerta per Todibo: beffata la concorrenza

Secondo quanto riportato da Don Balon, la Juventus avrebbe addirittura chiuso la trattativa per portare a Torino Jean-Clair Todibo. Il difensore centrale francese lascia il Tolosa, club nel quale è calcisticamente cresciuto, per approdare in bianconero dove ad attenderlo troverà gente di caratura internazionale come Bonucci e Chiellini, l'ambiente ideale per migliorarsi ulteriormente. Il classe 1999 era stato messo fuori rosa dal club francese perché si è rifiutato di prolungare il contratto in scadenza a giugno, nonostante il Tolosa gli avesse fatto tre proposte, tutte ritoccate al rialzo.

Per portarselo a casa si è così scatenata un'asta tra le big d'Europa, una guerra che ha visto coinvolte anche Napoli (l'agente di Todibo è lo stesso di Malcuit), Liverpool, Real Madrid e Barcellona. Secondo i media spagnoli, la Juventus avrebbe anticipato la concorrenza offrendo al Tolosa un assegno da 4 milioni di euro per avere subito il giocatore, una cifra molto bassa se pensiamo che Todibo è considerato uno dei migliori profili nel suo ruolo, subito dopo l'olandese De Ligt. Todibo potrebbe sbarcare in Italia già a gennaio per poi andare qualche mese in prestito, sperando di trovare qualcuno disposto a concedergli spazio. In questo modo il centrale francese tornerà alla base in estate, dove verrà definitivamente valutato e - perché no - aggregato in pianta stabile alla prima squadra.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.