Juventus, Cristiano Ronaldo: "La Champions un sogno, non un'ossessione"

L'attaccante della Juventus ha parlato dopo aver ricevuto il premio come sportivo portoghese dell'anno dal quotidiano Record.

0 condivisioni 0 commenti

| aggiornato

Share

Lo sportivo portoghese del 2018 non poteva che essere lui, Cristiano Ronaldo. A consegnargli il riconoscimento è stato il quotidiano Record, a cui poi il numero 7 della Juventus ha rilasciato una lunga intervista affrontando diversi temi. Tra i tanti, i premi individuali e quel Pallone d'Oro che quest'anno è finito nelle mani dell'ex compagno di squadra Luka Modric:

I premi individuali non rappresentano un'ossessione per me, io penso ad aiutare la squadra a vincere. Tutto il resto viene di conseguenza. Stesso discorso vale per i record. Io non penso costantemente a batterli, voglio solo migliorarmi. Ovviamente sono felice quando vinco un premio individuale, non lo nego. Ma se non succede non è la fine del mondo. Rispetto la decisione di chi ha votato al Pallone d'Oro, ma i numeri parlano da soli

Sulla sua preparazione maniacale ha detto:

Il livello generale si è alzato notevolmente, vincere è diventato sempre più difficile e per qusto devo lavorare sempre di più per restare al top della forma. Il segreto sono la passione e i sacrifici per la mia professione. Io voglio sempre essere ad alti livelli, l'esperienza mi permette di conoscere sempre meglio il mio corpo e gestire la fatica. Non so quando finirà la mia carriera, sto bene e voglio continuare a lavorare e a giocare ancora per tanti anni. Se tornerò allo Sporting come Nani? Nel calcio non si sa mai...

Inevitabile un commento sulle accuse di stupro mosse dall'ex modella Kathryn Mayorga: 

Sono stato male vedendo la mia famiglia soffrire per queste accuse disgustose, loro sanno che non sarei mai in grado di fare una cosa del genere. Ripeto, io sono assolutamente tranquillo. Ho fiducia che prestò tutto si risolverà per il meglio

Sulla Nazionale:

Ho fatto la scelta migliore, ma nel 2018 ho intenzione di tornare a disposizione del ct

Sul suo arrivo alla Juventus:

Sono stato accolto in maniera stupenda da tutti. Io e la mia famiglia siamo felicissimi a Torino. Champions? Sì, è l'obiettivo di ogni anno e anche di questo. La vogliono vincere tutti, ma anche questa cosa non deve essere un'ossessione. Lotteremo con tutte le nostre forze per vincere 

Sulle differenze tra Spagna e Inghilterra:

Non c'è differenza tra Italia e Spagna. Mi marcano stretto in Serie A, una situazione che vivo da sempre. In Italia c'è meno spazio per attaccare, le squadre sono tutte ben organizzate tatticamente e fanno una fase difensiva ottima

Sul Var:

Può aiutare ma dev'esserci più chiarezza. Nel calcio ci sono sempre tante polemiche e per l'arbitro rivedere un'azione può essere d'aiuto 

Juventus, Cristiano Ronaldo: "Ho fatto una scommessa con Allegri

Cristiano Ronaldo svela poi di aver fatto una scommessa con Allegri, ovvero segnare tutti i rigori dopo quello realizzato contro la Juventus quando vestiva ancora la maglia del Real Madrid:

Sono pronto a mantenerla. In generale sono felice che il mio aiuto sia apprezzato dall'allenatore e dai compagni. Voglio ricambiare la fiducia e l'appoggio ricevuti, dobbiamo continuare così perché la stagione è lunga

Su una ipotetica finale tra Juventus e Real Madrid:

Intanto immagino la Juve ai quarti, pensiamo passo dopo passo. Conquistare la Champions League con la Juventus è un sogno, ma non dobbiamo farne un'ossessione

Su Manchester United e Real Madrid:

L'accoglienza a Manchester è stata bellissima. Old Trafford è speciale proprio come il Bernabeu. Con United e Real ho vissuto momenti indescrivibili che non si cancelleranno mai

I propositi per il 2019:

Amore, pace e salute è quello che mi auguro per il 2019. La partita memorabile? La finale di Champions League giocata a Milano e vinta contro l'Atletico Madrid, difficilissima e decisa ai rigori. Io segnai l'ultimo. Per quanto riguarda la nazionale, non posso che scegliere la finale dell'Europeo

Sul tempo libero:

Mi piace vedere film, serie tv e documentari. Il mio piatto preferito? La carne alla brace

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.