Serie A, Lazio contro gli arbitri: "Se diamo fastidio, ce lo dicano"

A fine primo tempo della gara con il Torino il presidente Lotito è sceso negli spogliatoi per chiedere spiegazioni a Irrati. Il ds Tare accusa pesantemente da Dubai.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Lazio non ci sta. Dopo gli episodi arbitrali sfavorevoli riscontrati nella partita di Serie A contro il Torino, il club biancoceleste alza la voce. La società di Lotito, già la scorsa stagione penalizzata da alcune decisioni quantomeno discutibili che hanno contribuito a veder sfumare il sogno di conquistare il quarto posto valido per l'accesso alla Champions League, non intende ripercorrere lo stesso cammino e chiede maggiore attenzione e rispetto nei suoi confronti.

Il calcio di rigore abbastanza generoso concesso per il contatto (che c'è, ma non sembra tale da giustificare l'assegnazione del penalty) tra Marusic e Belotti che ha permesso ai granata di passare in vantaggio in chiusura di primo tempo, ma anche il secondo giallo che probabilmente avrebbe meritato Izzo sempre nella prima frazione, più il penalty non assegnato per un nuovo contatto tra Meite e Acerbi nella ripresa (in particolare se paragonato a quello tra Marusic e Belotti) sono i tre episodi dell'ultima partita di Serie A del 2018 sui quali punta il dito la Lazio.

A fine primo tempo della gara di ieri il presidente Lotito ha abbandonato la sua postazione in tribuna autorità dello Stadio Olimpico per scendere addirittura negli spogliatoi e avere un faccia a faccia con l'arbitro Irrati, che gli avrebbe domandato cosa stesse facendo lì, spingendolo ad andarsene furioso.

Belotti a segno in Lazio-Torino di Serie A su un calcio di rigore dubbioGetty Images
Serie A, Belotti a segno in Lazio-Torino su un calcio di rigore dubbio

Serie A, Lazio furiosa contro gli arbitri

Nel post-partita poi è toccato al ds Tare alzare la voce direttamente da Dubai (non era presente all'Olimpico), con un comunicato rilasciato ai mezzi di informazione: 

È uno scandalo, se la Lazio dà fastidio, basta saperlo. Dopo tutti i torti dell'anno scorso, ora si ricomincia. Non si può andare avanti così. Il rigore? Inesistente, se lo dai è dieci volte più netto quello su Acerbi.

Anche Simone Inzaghi al termine della gara si è presentato molto rammaricato in conferenza stampa:

Era netta la seconda ammonizione di Izzo. Era stato ammonito un minuto prima. Poi il rigore di Marusic e di Acerbi sono episodi da rivedere e che probabilmente sarebbero stati girati a nostro favore.

Il 2018 in Serie A della Lazio si conclude insomma con molto amaro in bocca. C'è da dire però che il punto di vista di Mazzarri sugli episodi è diametralmente opposto a quello del club biancoceleste:

Non ricordo episodi clamorosi contro la Lazio. Anzi, manca il secondo giallo a Luiz Felipe, Djidji non doveva essere ammonito e il rigore di Belotti è netto. Per fortuna che c'è il Var.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.