Maradona con Koulibaly: "Anche io vittima di razzismo in Italia"

Il Pibe de Oro solidale con il difensore del Napoli: "Mi sento ancora più napoletano e oggi voglio essergli vicino. Spero che questo episodio segni un punto di svolta".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Anche Diego Armando Maradona ha voluto mostrare tutta la sua solidarietà nei confronti di Kalidou Koulibaly, il difensore del Napoli vittima di episodi di razzismo nella partita di Serie A giocata contro l'Inter il giorno di Santo Stefano. Il Pibe de Oro ha scelto i suoi profili ufficiali sui social network per manifestare il suo pensiero e raccontare di essere stato lui stesso oggetto di atteggiamenti razzisti.

Ho giocato sette anni con il Napoli e anch'io ho subito cori razzisti da alcune tifoserie. Ricordo ancora gli striscioni che recitavano "Benvenuti in Italia". Mi sento ancora più napoletano e oggi voglio essere vicino a Kalidou Koulibaly. Spero che questo episodio segni un punto di svolta, per eliminare una volta per tutte il razzismo dal calcio. Un saluto a tutti!

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.