Serie A, pagelle Napoli-Bologna: Milik bomber, Mertens 'salvatutto'

Il Napoli vince in extremis il primo posticipo di Serie A grazie ad un gol di Mertens. Milik autentico bomber realizza una doppietta, ma senza Koulibaly la difesa azzurra è instabile.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Napoli-Bologna, primo posticipo della 19esima giornata di Serie A, si gioca in una cornice di pubblico calorosa radunatasi all'indomani dei fatti di Santo Stefano. Tante le dimostrazioni di affetto nei confronti di Koulibaly, assente per squalifica, con i tifosi che hanno esposto oltre 10mila mascherine raffiguranti il volto del difensore e intonato il suo nome subito dopo il fischio d'inizio. Dopo 15' arriva la rete del vantaggio ad opera di Milik che sfrutta un rimpallo e spiazza il connazionale Skorupski da distanza ravvicinata.

I padroni di casa si adagiano sugli allori e gli emiliani ne approfittano al 35' per riportare il risultato in parità: Pulgar batte una punizione dalla destra, Palacio spizza e Santander di testa insacca sotto l'incrocio alla sinistra di Meret. Gli uomini di Inzaghi prendono coraggio, alzano il baricentro e fanno traballare la linea difensiva azzurra, ma al 40' perdono Santander per uno stiramento, fino a quel momento il migliore dei rossoblu.

Nella ripresa il Napoli è più incisivo seppur con qualche sbavatura. Al 51' si riporta in vantaggio grazie ad un cross pennellato da Malcuit raccolto dalla testa di Milik che vince il contrasto fisico con Mattiello e firma il bis. Quando il primo posticipo di Serie A sembrava avviarsi alla conclusione il Bologna trova il pareggio ancora su un calcio da fermo finalizzato dalla testa di Danilo all'80'. Ma le emozioni non finiscono e quasi allo scadere ci pensa Mertens con un sinistro chirurgico a incassare i tre punti. Ma quanta sofferenza!

Napoli-Bologna 19esima di Serie AGetty Images

Serie A, le pagelle di Napoli-Bologna

NAPOLI (4-4-2): Meret 6; Malcuit 6, Albiol 6, Maksimovic 5,5, Ghoulam 6 (dal 67' Mario Rui 6); Callejon 5,5 (dall'82' Ounas sv), Zielinski 5,5, Allan 6, Verdi 6 (dal 57' Fabian Ruiz 6,5); Milik 8, Mertens 7,5. All.: Ancelotti 7

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski 6; De Maio 5, Danilo 6,5, Helander 6; Mattiello 5,5, Poli 6,5 (dal 78' Orsolini 6), Pulgar 6, Svanberg 6, Dijks 5,5; Santander 7 (dal 41' Falcinelli 6), Palacio 7. All.: F. Inzaghi

I migliori

Arkadiusz Milik 8

Il centravanti polacco è l'uomo in più del Napoli, realizza una doppietta di forza, facendosi spazio nell'area piccola avversaria da autentico bomber. Sempre presente a raccogliere le palle utili offerte dai compagni, svetta sui difensori avversari e va più volte vicino al tris. In una giornata in cui Mertens non regala una grande prestazione riesce a trascinare la squadra verso la vittoria.

Dries Mertens 7,5

Il folletto belga stavolta si rivela decisivo. Regala qualche giocata da fuoriclasse nel primo tempo, con una conclusione vellutata a giro su cui il portiere bolognese compie un miracolo mandando in corner con le dita. Quando la partita sembrava sfociare terribilmente sul pareggio, Dries Mertens toglie le caldarroste dal fuoco con una conclusione su cui, stavolta, nulla può Skorupski. 

Rodrigo Palacio 7

Sempre vivace dal primo minuto, tiene in apprensione la difesa di Ancelotti, si muove a destra e a manca recuperando anche palloni molto difficili. Serve a Santander la palla dell’1-1 allungando di testa una punizione dalla destra, fa breccia tra le maglie azzurre come una volpe imprendibile, peccato che sia mancato il gol che sarebbe stato la ciliegina su una prestazione con poche sbavature.

I peggiori

Piotr Zieliński 5,5

Troppi errori banali, non riesce a saltare l'uomo, manca di lucidità nel servire i compagni. A centrocampo il Napoli sembra avere un uomo in meno e gli avversari ne approfittano per essere in sovrapposizione numerica e costruire la fase offensiva. Poco consistente anche in copertura, un'autentica breccia nella linea mediana partenopea.

Nikola Maksimovic 5,5

Impossibile per chiunque sostituire Koulibaly, ma troppi i palloni vaganti davanti alla porta difesa da Meret che rischiano di finire dentro. In ritardo nella fase di copertura, spesso in difficoltà nel marcare a uomo. Manca di concentrazione e determinazione, forse il difensore serbo ha perso un po' della sua natura di centrale dopo essere stato impiegato sulla fascia in più occasioni.

Josè Callejon 5,5

Ancora una volta assente all'appuntamento con il gol, nella ripresa si ritrova sui piedi l'occasione da distanza ravvicinata, ma sbaglia ancora una volta. L'ala spagnola regala qualche buona giocata, ma ben poca roba rispetto a quanto ci aveva abituato in Serie A nell'epoca Sarri. 

Sebastien De Maio 5

Spesso in ritardo in fase di copertura, gli attaccanti del Napoli riescono a prenderlo in controtempo e a rendersi spesso pericolosi davanti alla porta. Difficile marcare un Milik in stato di grazia, ma qualche errore di troppo si registra anche su giocate elementari dove un difensore dovrebbe essere più sicuro e puntuale. Gran parte della colpa sul gol di Mertens è sua non andando a pressare sul belga. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.