Barcellona, progetto Piqué: ritiro nel 2020 e scalata alla presidenza

Piqué pensa già al futuro: ritiro nel 2020 e poi candidatura per le elezioni presidenziali nel 2021. Idea Xavi-Iniesta per la panchina, Puyol segretario tecnico.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una notizia scuote il mondo Barcellona. Gerard Piqué ha un progetto in mente che ha del clamoroso, un'idea già esposta alle persone più vicine e anche alla dirigenza del club. Ritirarsi dal calcio giocato nel 2020 e poi prendersi 12 mesi per prepararsi alle elezioni presidenziali del Barça in programma nell'estate del 2021, quando bisognerà scegliere il successore di Josep Maria Bartomeu. O andare avanti con l'attuale patron.

Piqué ha sempre detto che non ha alcuna intenzione di rimanere in campo troppo a lungo, niente carriera alla Zanetti o alla Totti. Insomma. Il difensore catalano è un classe '87, compirà 32 anni il prossimo 2 febbraio e giocherà ancora un anno e mezzo. Terminerà la stagione in corso e poi quella 2019-2020, poi appenderà gli scarpini al chiodo e comincerà a pianificare il suo progetto di scalata al Barcellona.

Un'intenzione che non lascia tranquillo Bartomeu. Il presidente del Barça ha già cominciato a sondare la fedeltà di alcuni dirigenti, sa che Piqué sarà avversario molto complicato da battere in un'eventuale sfida elettorale. Il centrale, con 469 presenze e 28 trofei vinti con la maglia blaugrana, è uno dei giocatori più amati dal popolo culè. Anche per le sue posizioni politiche riguardo all'indipendenza catalana. 

Barcellona, l'idea di PiquéGetty Images

Barcellona, il progetto di Piqué

Gerard Piqué ha già in mente di posizionare in ruoli chiave del club alcuni dei suoi ex compagni più fedeli alla causa Barcellona. Per la panchina gli indiziati maggiori sono Xavi e Iniesta che agirebbero in coppia, come ai tempi dello spettacolare Barça di Guardiola che ha lasciato un'impronta indelebile sul calcio moderno. Xavi ha già preso il patentino e sogna di diventare allenatore e guidare il club della sua vita sarebbe evidentemente l'ambizione massima. Don Andrés, ora legato da un contratto fino al 2020 con il Vissel Kobe, ha confessato in una recente intervista al Mundo Deportivo di voler diventare allenatore una volta finito col calcio giocato.

Piqué ha già allacciato i contatti con Carles Puyol che andrebbe a occupare la posizione di segretario tecnico. Praticamente sarebbe colui che coordina la sezione sportiva, una specie di direttore sportivo con poteri molto ampi anche sulla gestione delle dinamiche di spogliatoio e nel raccordo tra staff tecnico e dirigenza. Puyol, coadiuvato da Ivan De La Pena, opera oggi come agente e cura gli interessi dello stesso Iniesta e di un altro ex Barcellona come Bartra.

Non solo l'aspetto sportivo. Però. Piqué sfruttando anche i contatti della moglie Shakira vorrebbe portare il club a contatto con nuovi sponsor. Come già accaduto con Rakuten, attuale main sponsor del Barellona e il cui proprietario è amico della pop star colombiana della quale ha sponsorizzato l'ultimo tour mondiale. Nelle intenzioni di Piqué ci sarebbe quella di avvicinare grandi aziende che vogliano finanziare parte del progetto Espai Barça, con cui verrà ristrutturato il Camp Nou, costruito il Palau Blaugrana per la sezione basket e far diventare quella intorno a queste due strutture la più grande e avveniristica cittadella sportiva del mondo. Nomi possibili per il nuovo Camp Nou? L'importante per Piqué è che siano nomi che diano un'idea di festa, di gioia, senza legarsi a un'azienda. Niente Allianz Arena e simili. Ma la prima idea è quella di Waka Waka Camp Nou. No, non è uno scherzo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.