Premier League, Rooney perquisito per entrare all'Old Trafford

Nonostante i 253 gol in 559 presenze, la leggenda dei Red Devils viene controllata come un tifoso qualunque per entrare nello stadio del Manchester United.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

È il marcatore più prolifico di sempre della storia del Manchester United, una leggenda dei Red Devils e della Premier League. Solo per i suoi 253 gol e per le 559 partite disputate con quella maglia meriterebbe un posto riservato a vita all’interno dell’Old Trafford, il “suo” Teatro dei Sogni. Ma in Inghilterra, si sa, le regole vengono prima di tutto, non c’è modo di infrangerle.

E così, anche per uno come Wayne Rooney, che decide di sfruttare le vacanze per tornare nella sua Manchester, nel suo stadio, può capitare di dover passare per le stesse identiche misure di sicurezza di qualunque altro tifoso comune.

Quando si è presentato agli ingressi dell’Old Trafford per andare ad assistere alla vittoria dei Red Devils di Ole Gunnar Solskjaer sull’Huddersfield, infatti, Wayne Rooney è stato fermato e perquisito come se fosse un banalissimo Mister Smith qualsiasi. Lui ovviamente si è prestato senza problemi ai controlli, con un sorriso quasi incredulo, così come quello delle persone in fila con lui.

Wayne Rooney, leggenda del Manchester United in Premier LeagueGetty Images
Premier League, la leggenda del Manchester United: Wayne Rooney

Premier League, Rooney perquisito all'ingresso all'Old Trafford

Quando il ragazzo addetto alla perquisizione ha terminato il suo lavoro, la leggenda del Manchester United è entrata regolarmente allo stadio per godersi la partita di Premier League. A proposito, per non farsi mancare niente ha detto anche la sua sull’esonero di Mourinho:

Sono sicuro che Ed Woodward pensasse le stesse cose del resto del personale del club. Nessuno era contento.

Una situazione simile in Premier League era già capitata in passato, quando uno steward fece dei problemi nel lasciar entrare Gianfranco Zola nello Stamford Bridge, la casa del Chelsea. In quel caso a evitare la brutta figura al ragazzo ci pensò Rio Ferdinand, con un tackle degno di quelli quando calcava i campi da calcio:

Ragazzo, ti conviene farlo entrare. Forse non lo sai, ma questo campo è suo.

Sarebbe stato utile anche stavolta l’intervento di Rio Ferdinand, ma in ogni caso Rooney è riuscito a entrare allo stadio. Quello che, anche se ora è un calciatore del DC United, in MLS, resta comunque un po’ suo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.