Serie A, pagelle Inter-Napoli: Icardi show, Lautaro decisivo

Il posticipo di Serie A vede trionfare l'Inter con un gol al 91'. Prestazione opaca di Insigne che nel finale viene espulso, Asamoah decisivo.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Inter-Napoli chiude la 18esima giornata di Serie A con una sfida da alta classifica, davanti a 64.000 spettatori, che assume un sapore ancora più ammaliante dopo il pareggio della Juventus a Bergamo. Pronti via e Mauro Icardi tenta subito di sorprendere Meret con un tiro da centrocampo che colpisce la traversa e lascia presagire una partita al cardiopalma. I padroni di casa pressano insistentemente la linea difensiva avversaria per ostacolare le ripartenze, e riescono a più riprese ad impedire la costruzione del gioco azzurro.

Al 23' Hamsik rimedia una botta e chiede la sostituzione, al suo posto Maksimovic, con Callejon che riprende la sua posizione naturale a centrocampo. Il Napoli sposta il proprio baricentro e si assiste a continui capovolgimenti di fronte, senza però riuscire a impensierire i due estremi difensori. Al 42' l'Inter si rende pericoloso: cross di Politano dalla destra, velo di Joao Mario, incursione di Icardi, ma Koulibaly salva sulla linea. Se il posticipo di Serie A fosse un incontro di boxe gli uomini di Spalletti avrebbero vinto a punti.

Nella ripresa il Napoli diventa più propositivo e pungente: al 64' Callejon impegna seriamente Handanovic con un bolide da fuori area. Negli ultimi venti minuti Ancelotti prova a limare l'attacco inserendo Mertens al posto di Milik. All'88 ghiotta occasione per gli azzurri con Zielinski, ma Asamoah salva sulla linea ritrovandosi il pallone tra le gambe. Ma il match si decide al 91' con una rete di Lautaro Martinez che conclude a rete da distanza da ravvicinata e porta l'Inter a -5 dal secondo posto in Serie A.

Lorenzo Insigne in Serie AGetty Images

Serie A, le pagelle di Napoli-Inter

Inter (4-3-3): Handanovic 6,5; D’Ambrosio 6, De Vrij 6,5, Skriniar 6,5, Asamoah 7; Borja Valero 6 (dal 63' Vecino 6), Brozovic 6, Joao Mario 6,5 (dall'82' Martinez 6,5); Politano 6,5, Icardi 7, Perisic 6 (dal 73' Keita 6). All. Spalletti 7

Napoli (4-4-2): Meret 6,5; Callejon 6, Albiol 5.5, Koulibaly 6.5, Mario Rui 6 (dal 77' Ghoulam sv); Zielinski 6, Allan 5,5, Hamsik 5,5 (dal 23' Maksimovic 6), Fabian Ruiz 5; Insigne 5, Milik 5 (dal 70' Mertens 5,5). All. Ancelotti 6

I Migliori

Mauro Icardi 7

Mostra subito le sue intenzioni con una mossa a sorpresa al primo secondo che lascerà parlare per giorni: una conclusione magistrale dalla linea di centrocampo che colpisce la traversa. Se la sfera fosse entrata sarebbe stato "santificato". Autentica spina nel fianco nella difesa azzurra, sfiora il gol nel finale di primo tempo, sempre pronto a pressare alto e a indurre i difensori del Napoli all'errore. Quando arriva in area diventa difficile da frenare, dopo aver dato tanto stasera all'argentino è mancato solo il gol.

Kwadwo Asamoah 7

Il difensore ghanese è bravo a chiudere gli spazi alle avanzate azzurre ed è sempre preciso nelle ripartenze, regalando anche qualche giocata inebriante da replay. Ma a lui il merito di aver salvato il risultato sulla conclusione di Zielinski a portiere ormai battuto. E gol sbagliato da una parte diventa gol realizzato dall'altra.

Kalidou Koulibaly 6,5

Ancora una volta il centrale senegalese si rivela il vero matador della linea difensiva partenopea. In una partita in cui il Napoli ha subito l'avanzata nerazzurra in più occasioni il suo intervento è risultato provvidenziale, togliendo la gioia del gol a Icardi nel finale di primo tempo con un salvataggio sulla linea. Diventa sempre più propositivo anche in fase offensiva e regala qualche giocata di fino che dimostrano la sua ascesa nell'olimpo dei giocatori più forti al mondo. Migliore in campo fino al doppio cartellino giallo, ha dovuto subire a più riprese gli ululati vergognosi di una parte del pubblico di San Siro.

I peggiori

Fabian Ruiz 5

Impreciso nelle conclusioni dalla distanza, troppi errori tecnici in mediana, non è il solito centrocampista capace di orchestrare azioni pericolose. Resta imbrigliato troppe volte tra le maglie nerazzurre e gli manca quel colpo di genio capace di saltare l'uomo per innestare una marcia in più nell'azione di gioco. Qualche sbaglio di troppo anche nel servire i propri compagni.

Lorenzo Insigne 5

Ancora una volta il centravanti napoletano non regala emozioni né riesce rendersi pericoloso nell'area nerazzurra. Sbaglia più volte la conclusione dal limite, non gli riesce il suo solito dribbling ubriacante, non riesce a costruire il fraseggio con Milik né tantomeno con Mertens. Al Napoli da un po' di tempo manca il suo genio della lampada in attacco e non a caso nelle ultime tre partite gli azzurri hanno realizzato solo due reti. Nel finale perde le staffe e si fa espellere per scorrettezze su Keita.

Arkadius Milik 5

Viene poco servito dai compagni di squadra, ma troppo spesso è invisibile e in alcune conclusioni sbaglia in modo madornale. Ancora una volta è un Napoli troppo timido in fase di attacco, ben diverso da quello visto fino a qualche settimana fa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.