McLaren P1 GTR: esemplare unico dedicato ad Ayrton Senna

La McLaren P1 GTR è un esemplare unico dedicato ad Ayrton Senna. Realizzata per il 30° anniversario del primo Mondiale vinto dal pilota brasiliano, questa hypercar non è omologata per uso stradale.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo il terzo posto nel Mondiale di Formula 1 al volante della Lotus, nel 1988 Ayrton Senna passò alla McLaren dove ad attenderlo c’era la McLaren MP4/4 motorizzata Honda, una monoposto eccezionale che gli permise, insieme al compagno di squadra Prost, di aggiudicarsi 15 dei 16 Gran Premi in programma, un dominio che ancora oggi resta ineguagliato. Senna vinse otto volte, vincendo il suo primo Mondiale in carriera a Suzuka, con una giornata di anticipo, mentre la casa britannica vinse il titolo Costruttori con il triplo dei punti della diretta avversaria Ferrari.

Per celebrare il 30esimo anniversario del primo Campionato di Formula 1 conquistato da Ayrton Senna, McLaren Special Operations (MSO), reparto specializzato che si occupa delle personalizzazioni, ha realizzato una McLaren P1 GTR, esemplare unico richiesto da un collezionista che per adesso mantiene l’anonimato. Lo chassis numero 12 sfoggia la livrea della McLaren MP4/4 con i colori bianco e rosso, tipici dell’allora sponsor Marlboro.

Per realizzare questa one-off ci sono voluti tre anni e oltre 800 ore di lavoro a stretto contatto con il mittente di questa McLaren P1 GTR, molto attento a replicare ogni dettaglio di quella leggendaria monoposto, fermo restando la base meccanica del motore biturbo V8 da 4,0 litri associato ad un propulsore elettrico, per una capacità di erogazione complessiva pari a 1.000 CV, 84 CV in più rispetto ad una P1 standard. La P1 GTR, battezzata dal suo proprietario con il soprannome di “Beco”, in onore del soprannome dato dai genitori ad Ayrton, è stata realizzata con il beneplacito della famiglia Senna e può scattare da 0 a 100 km/h in 2,8, mentre la velocità massima è stimata in oltre 340 km/h.

Ayrton Senna, one-off McLaren a 30 anni dal suo primo Mondiale

Il design di questo modello unico è stato studiato nei minimi particolari, sia a livello di dettagli che di aerodinamica. La scritta "Senna" e lo slogan "Driven to Perfection" sulle porte e sull'aspirazione, la bandiera brasiliana sulle portiere, il codice a barre utilizzato al posto della scritta Marlboro quando richiesto dalle restrizioni pubblicitarie, il numero di gara di Senna del 1988 "12" sul cofano anteriore, gli allori che celebrano il 30esimo anniversario sui finestrini laterali.

Molte le modifiche esterne per sfruttare al massimo il potenziale del possente motore, con un certosino programma di lavoro sull’aerodinamica che hanno aumentato la deportanza fino a 800 kg, rispetto ai 600 della P1 tradizionale. Splitter anteriore rivisitato, appendici laterali, ala posteriore maggiorata, paratie aerodinamiche interne. Speciale anche il propulsore caratterizzato da uno scudo termico in oro 24 carati e da una copertura posteriore in Lexan, mentre il telaio è in fibra di carbonio.

Inediti anche gli interni di questa McLaren P1 GTR, a cominciare da un volante con rifiniture in Alcantara, cuciture ispirate al colore dei cerchi della MP4/4 e l’inconfondibile marchio Senna. Sedili superleggeri in carbonio che contribuiscono al contenimento del peso, strumentazione racing, la firma di Senna sulla soglia d'accesso lato guida. Questa one-off dedicata ad Ayrton Senna non è omologata per uso stradale e difficilmente la vedremo in una competizione su pista. MSO ha inoltre creato un casco, espressamente richiesto dal cliente, nella stessa livrea della carrozzeria. Il prezzo resta un affare privato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.