Manchester United, Keane: "I giocatori hanno ucciso Mourinho"

Roy Keane va giù duro sullo spogliatoio dei Red Devils: "Non amo Mourinho, ma i giocatori lo hanno spinto sotto un camion e sono scappati". Un attacco durissimo

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Non si può dire che Roy Keane sia un tipo diplomatico, che abbia la capacità di filtrare i pensieri ed esporli poi in una forma soft in cui siamo spesso abitutati dai protagonisti del calcio. L'ex mediano del Manchester United, che con i Red Devils ha giocato 12 anni, giocando 323 partite e vincendo tra le altre una Champions e sette Premier League, ha parlato a BBC Radio attaccando pesantemente lo spogliatoio dello United e i giocatori in riferimento all'esonero di José Mourinho.

L'ormai ex manager è stato allontanato dopo la sconfitta di Anfield contro il Liverpool, ma soprattutto per la situazione deficitaria di una classifica che recita un preoccupante -11 dalla zona Champions. La notizia della cacciata dello Special One ha ovviamente acceso dibattiti e spaccato l'opinione pubblica inglese e non solo. 

Chi era d'accordo con la decisione del club, chi invece pensa che non fossero esclusivamente di Mou le colpe di un avvio di stagione così negativo del Manchester United. Sulla panchina di Old Trafford ora si è seduto Ole Gunnar Solskjaer che di Keane è stato per anni compagno di squadra e di successi. Ma il modo in cui il tecnico portoghese è stato fatto fuori proprio non è andato giù al vecchio Roy, uno che quando parla è tenuto ancora in considerazione eccome nel mondo United. 

Manchester United, Keane sta con MourinhoGetty Images

Manchester United, Roy Keane: "Mourinho è stato fatto fuori dai giocatori"

Nessun giro di parole, nessun messaggio infiocchettato, ma strali rumorosi e ben indirizzati. Roy Keane si sfoga, le sue sono accuse pesanti ai giocatori dei Red Devils e in generale al calcio moderno, a quelli che definisce "ragazzini viziati". E nonostante nel tempo i rapporti tra l'irlandese e Mourinho non siano sempre stati idilliaci, stavolta Roy pende le parti di José:

Tutti gli allenatori sarebbero stati allontani con questi giocatori. Calciatori che sono in sovrappeso, che non si allenano in modo corretto, alcuni di loro sono una vergogna. Non sono il più grande fan di Mourinho, lo sapete, ma non posso tollerare questi giocatori che si nascondono dietro gli agenti e i loro amici giornalisti.

Poi l'affondo definitivo, quello che è un atto d'accusa diretta ai giocatori del Manchester United che -secondo Keane- hanno letteralmente fatto fuori il loro ex allenatore.

I giocatori hanno ucciso Mourinho e sono scappati. Si sono nascosti dietro l’allenatore e lo hanno mandato sotto un camion. Io ero un giocatore di quella che chiamate vecchia scuola, ma penso fosse una buona scuola. Si parla sempre di giocatori turbati, tristi, non solo allo United, ma ovunque. È un problema del calcio moderno. Ma io credo che questi non siano solo giocatori deboli, ma sono anche esseri umani deboli. Non puoi dire loro niente.

Mai banale, mai scontato Roy Keane. E chissà come queste dichiarazioni saranno accolte nel mondo United. Sicuramente faranno piacere a José Mourinho.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.