Barcellona, Vidal: "La nostra più grande ossessione è la Champions"

Lo ha rivelato il cileno a RAC-1 in una delle sue prime interviste come giocatore del Barcellona: "Ne abbiamo parlato, faremo di tutto per alzarla il 1° giugno".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nella sua carriera ha vinto di tutto, Arturo Vidal. Portato in Europa a 20 anni dal Bayer Leverkusen, ha giocato poi nella Juventus, nel Bayern Monaco e dall'estate scorsa è al Barcellona.

Ma fra i 16 trofei che arricchiscono la sua bacheca personale, al di là delle 2 Copa America agguantate con la Nazionale del Cile, non ci sono trofei internazionali: 4 scudetti con i bianconeri, 3 Bundesliga e tante coppe nazionali, compresa la Supercoppa spagnola vinta appena arrivato in Blaugrana.

Una cosa che gli manca, pur avendo sempre giocato in top team, e Vidal non ne fa mistero, così come non fa mistero del fatto che, approdato al Barcellona, non vede l'ora di vincere la Champions League per rimediare a questa "pecca".

Vidalgetty

Barcellona, Vidal: "Champions League, la nostra ossessione"

Il cileno è uomo spogliatoio, nel bene e nel male, e come sa caricare l'ambiente lui, lo sanno fare in pochi. Per questo non sorprende che abbia saputo trasformare il suo massimo obiettivo in una vera e propria ossessione per tutta la squadra, come ha rivelato ai microfoni di RAC-1 in una delle sue prime interviste come giocatore del Barcellona:

La più grande ossessione della squadra quest'anno è vincere la Champions League. Ne abbiamo parlato insieme e faremo di tutto per alzarla il 1° giugno.

Vidalgetty

Passata senza difficoltà la fase a gironi, la prossima fermata è a Lione il 19 febbraio, ma nel mirino c'è quel sabato sera di gala al Wanda Metropolitano: c'è in palio quel trofeo che Vidal ha promesso di tatuarsi - uno più o uno meno, sai la differenza - se riuscirà a sollevarlo in questa stagione. E se il club, per agguantare l'ossessione, dovesse acquistare dei rinforzi, non ci sarà alcun problema: ben venga la concorrenza! Murillo è ufficiale, De Jong e De Ligt sono sempre più vicini, ma Vidal vede positivo e annuncia massima disponibilità:

Mi sento a mio agio a centrocampo, in ciascuna delle tre posizioni. Ma se l'allenatore ne ha bisogno, non ho alcun problema a giocare pure centrale di difesa, anche se devo dire che non ne abbiamo parlato.

In quest'ottica anche i problemi creati da Dembelé svaporano - si è scusato, il caso è chiuso, assicura Vidal - l'importante è che l'attenzione sia tutta su quel trofeo che gli manca e che lui ha saputo trasformare nella magnifica ossessione di tutta la squadra.

Vidalgetty

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.