Calciomercato Juventus, quattro occasioni in saldo: piace anche Ramsey

Bianconeri alla ricerca dell'affare in saldo. Monitorate diverse situazioni: il nome nuovo è Aaron Ramsey, in scadenza con l'Arsenal.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il calciomercato di gennaio è alle porte e la Juventus non vuole farsi trovare impreparata. La società bianconera intende intervenire qualora ci fossero occasioni irrinunciabili o, in alternativa, si riesca a mettere le mani su calciatori in grado di far fare alla squadra un ulteriore salto di qualità. Difficile dire oggi quanto il club possa o voglia spendere a gennaio, ma una cosa è certa: se ci saranno possibilità interessanti, la dirigenza non si tirerà indietro.

Per questo sulla lista della spesa stilata da Fabio Paratici ci sono molti nomi che farebbero gola al pubblico juventino; il direttore sportivo sta cercando di capire quali profili, ruolo per ruolo, potrebbero adattarsi bene a una Juventus che ha come obiettivo principale quello di dominare anche in Europa. Per questo serve gente pronta e forte, in ogni zona del campo. Paratici ha già sondato diverse strade, non è intenzionato a chiudere porte né a dare ultimatum, ma soprattutto sa di avere oggi un'arma in più per fare opera di convincimento: Cristiano Ronaldo.

CR7 è la pubblicità migliore che il club possa calare sul tavolo per convincere altri giocatori top ad accettare la destinazione bianconera, quindi la Juventus è fiduciosa di riuscire a portare a Torino gente di primissima fascia in vista del prossimo calciomercato estivo. Ma, se ci dovessero essere le condizioni per farlo, qualche sorpresa potrebbe saltare fuori anche a gennaio. Paratici ha diversi pallini in testa, molti dei quali rappresentano obiettivi sui quali la Juventus stava già lavorando sotto la gestione di Marotta. Il ds potrebbe sfruttare i buoni rapporti coltivati fino a oggi per accellerare quanto prima e consegnare ad Allegri ulteriori rinforzi per dare l'assalto alla Champions League.

Il trequartista del Real Madrid, IscoGetty Images

Calciomercato Juventus, si punta su due "scontenti"

Il primo target di calciatore che la Juventus monitora sempre con grande attenzione è quello degli scontenti, ovvero tutti quegli atleti che - per un motivo o per l'altro - non vanno più d'accordo con i rispettivi club di appartenenza. Di questa categoria fa parte, come ormai si è capito da mesi, Paul Pogba. Nonostante il recente esonero di José Mourinho, il centrocampista francese non è più felice in quel di Manchester, in una piazza che ultimamente ha storto la bocca per le sue prestazioni e non gli ha risparmiato alcuna critica. Pogba da tempo è stato messo sott'occhio dalla Juventus che, a tre anni dalla sua cessione, vorrebbe fargli percorrere la strada contraria per riportarlo in Italia.

Il possibile rientro di Pogba non avrebbe del clamoroso: il giocatore da tempo ha dichiarato di non essersi mai dimenticato della sua esperienza in bianconero, quella che professionalmente gli ha permesso di esplodere a grandi livelli. Ovviamente la Juventus punta ad averlo a un prezzo decisamente inferiore rispetto ai 105 milioni spesi dai Red Devils nel 2016. Ci andrà comunque una discreta sommetta, per cui difficilmente Pogba si muoverà nel calciomercato di gennaio, ma in estate Paratici parte in pole position per assicurarsi il francese fresco campione del mondo.

Un altro calciatore i cui rapporti col proprio club si sono deteriorati oltre modo è ovviamente Isco, sul quale ci sarebbe però la folta concorrenza dei più grandi club europei. Il Real Madrid vuole cederlo ma lo venderà solo alle proprie condizioni. Isco, per contro, a 26 anni vorrebbe rimettersi in gioco in un ambiente che possa finalmente valorizzarlo in pieno. Per questo una delle soluzioni pensate dal suo agente sarebbe Manchester sponda City, dove Isco - andando a giocare per Guardiola - potrebbe decisamente rinascere.

Ciononostante la Juventus segue da vicino l'evoluzione della vicenda legata al fantasista spagnolo, un giocatore che per caratteristiche nella nostra Serie A potrebbe decisamente fare bene. Isco non disdegnerebbe nemmeno la destinazione italiana e in passato il suo entourage ha già fatto quattro chiacchiere esplorative con la dirigenza juventina, ai tempi di Marotta. Per cederlo il Real Madrid chiede almeno 60 milioni di euro, una cifra abbastanza alta che tuttavia non spaventa la Juventus, anche in previsione di un paio di ipotetiche cessioni pesanti in estate (si parla di Dybala e Alex Sandro).

Il centrocampista della Lazio, Milinkovic-SavicGetty Images

Milinkovic-Savic in saldo? I bianconeri ci pensano

Poi c'è il discorso legato a Sergej Milinkovic-Savic. Il campione serbo della Lazio in estate era stato cercato da tutte le grandi d'Europa, ma Lotito ha tenuto duro sparando cifre astronomiche per cedere il cartellino del suo centrocampista. Addirittura, il presidente laziale - durante un summit con il Manchester United - arrivò a chiedere 150 milioni di euro. Su queste basi non c'erano margini di trattativa, ma dopo metà campionato il valore di Milinkovic-Savic potrebbe essersi abbassato.

Questo perché il suo inizio di stagione non è stato per nulla positivo. Anzi, perfino Inzaghi a un certo punto si è dovuto esporre minacciandolo in pubblico di panchina se le sue prestazioni non fossero aumentate di giri in fretta. D'altronde la Lazio sta patendo molto questa sorta di "assenza" del serbo che, assieme a Luis Alberto e Immobile, è stato il trascinatore dei biancocelesti nella scorsa stagione. La Juventus lo segue da tempo e per una cifra ragionevole è pronta a sedersi a trattare già a gennaio. Difficile quantificarne l'entità, ma sicuramente quella che si profila è una trattativa decisamente al ribasso.

Svincolati e giovani prospetti chiudono la panoramica sulle strategie future dei bianconeri. Perso Adrien Rabiot, ormai prossimo ad accordarsi col Barcellona, la Juventus sarebbe tornata a interessarsi a un suo vecchio pallino che risponde al nome di Aaron Ramsey. Il gallese va in scadenza con l'Arsenal al 30 giugno e quindi da gennaio può già accordarsi con chi vuole, senza dover ascoltare le pretese dei Gunners. Ramsey nei mesi scorsi sembrava prossimo al passaggio al Bayern Monaco, ma ultimamente questa ipotesi si è raffreddata. Così la Juventus, alla ricerca di un upgrade in mezzo al campo, ci sta seriamente pensando.

A margine va sempre segnalato il grande interesse per Matthijs De Ligt, centrale difensivo olandese classe 1999 che pochi giorni fa - in occasione del premio Golden Boy consegnato da Tuttosport - ha incontrato a Torino la dirigenza bianconera. Durante la stessa serata gli agenti del ragazzo si sono intrattenuti anche con il nuovo amministratore delegato dell'Inter Marotta, ma l'Ajax chiede parecchio e i nerazzurri al momento non sembrano in grado di poter affondare il colpo. Per De Ligt gli ostacoli si chiamano Bayern Monaco e Barcellona, club coi quali i Lancieri hanno già parlato. La Juventus però è ottimista: qualora dovesse riuscire a bloccarlo, si porterebbe a casa uno dei migliori difensori del futuro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.