Calciomercato, Boca Juniors: sei talenti pronti a sbarcare in Europa

Dopo la delusione per la finale di Copa Libertadores persa contro il River, il Boca Juniors si prepara a vendere i suoi gioielli: sei di loro potrebbero approdare presto in Europa.

0 condivisioni 0 commenti

di -

Share

In casa Boca Juniors si progetta il futuro. Dopo la cocente delusione maturata in quel di Madrid, dove gli xeneizes hanno perso la finale di Copa Libertadores contro l'acerrimo nemico di sempre, in casa boquense si pensa a quello che sarà. Il campionato è fermo e riprenderà a fine gennaio, ma in questi giorni la squadra ha saputo quali saranno le avversarie nella prossima edizione di Copa Libertadores. Un'edizione, quella del 2019, nella quale il Boca Juniors parte nuovamente tra le favorite anche se, e questo va precisato, molto dipenderà da come la società si muoverà sul calciomercato.

Già, perché negli ultimi anni gli xeneizes hanno messo in vetrina diversi talenti e hanno opposto la massima resistenza nel trattenerli, con l'obiettivo di dare l'assalto definitivo a una Libertadores che ormai è diventata un'ossessione. Adesso invece sarà molto difficile, qualora arrivassero delle offerte, dire "no grazie" alle eventuali pretendenti europee che già da tempo riempiono le tribune de La Bombonera per tenere d'occhio l'evoluzione dei tanti gioielli esposti in vetrina dal club argentino. Una premessa è comunque doverosa: il Boca Juniors è una delle poche società sudamericane a non avere particolari problemi economici, il che rende molto difficile andare a trattare con il presidente Angelici e il nuovo direttore sportivo Nicolas Burdisso.

Di conseguenza, è bene sapere che la società non trattiene nessuno a forza e di fronte a offerte importanti è disposta a trattare, ma di certo non farà sconti. Anzi, negli ultimi anni molti ragazzi partiti dal barrio de La Boca hanno dimostrato di impattare alla grande con la realtà calcistica europea. Un esempio su tutti potrebbe essere quello di Rodrigo Bentancur, centrocampista che - dopo un anno di apprendistato - si sta prendendo la mediana della Juventus a suon di prestazioni positive. Così il Boca Juniors in questi giorni sta cercando di capire quali possano essere i futuri Bentancur da poter monetizzare al massimo. Di richieste la società ne ha già avute tantissime, ma sono sei in particolare i calciatori che - da qui al prossimo calciomercato estivo - possono lasciare gli xeneizes.

Calciomercato, follie dell'Ajax per Magallán

  • Anno di nascita: 1993
  • Ruolo: difensore centrale
  • Scadenza contratto: 30/06/2021
  • Piace a: Ajax

Che Lisandro Magallán sia uno dei difensori centrali più forti di tutto il continente sudamericano non è di certo un mistero. Il 25enne originario di La Plata e cresciuto nel vivaio del Gimnasia è riuscito a prendersi un posto da titolare in un Boca Juniors che, nel pacchetto arretrato, può contare sulla presenza di due pezzi da novanta come Juan Carlos Izquierdoz e Paolo Goltz. Magallán è arrivato agli xeneizes già cinque anni fa, acquistato dal Lobo per poco più di 1 milione di euro, ma nei primi due anni è andato a sgrezzarsi in prestito al Rosario Central e poi al Defensa y Justica.

Quest'ultimo club gli ha regalato la prima vera stagione da titolare, sfruttata in pieno dal centrale. Una volta rientrato alla base non è più uscito dall'undici titolare. Schelotto ha sempre stravisto per lui è non è difficile intuirne il motivo: Magallán sa gestire molto bene la palla coi piedi ma è efficace anche nel gioco aereo, il che lo rende un profilo molto appetibile per il mercato europeo. Negli ultimi giorni sembra sia stato perfezionato l'accordo che vedrebbe il centrale difensivo approdare all'Ajax già nel mercato di gennaio per una cifra di circa 9 milioni di euro, con i Lancieri che tentano di ripetere con il talento platense la fortunata operazione Tagliafico.

Cristian Pavón

  • Anno di nascita: 1996
  • Ruolo: esterno destro
  • Scadenza contratto: 30/06/2022
  • Piace a: Zenit, Arsenal, Atletico Madrid

Veloce, imprevedibile, intelligente e dotato di una discreta faccia tosta. Sono queste le caratteristiche che descrivono al meglio Cristian Pavón, esterno offensivo del Boca Juniors che già da un anno è seguito da diverse big europee. Soprannominato "Kichán", termine che descrive una persona schiva e molto ligia al lavoro, Pavón ha mosso i primi passi lontano dalle piazze patinate come Buenos Aires o Avellaneda. Cresce infatti a Cordoba, dove fin da ragazzino difende i colori del Talleres e sviluppa un odio viscerale per i rivali del Belgrano. Nel suo quartiere è un idolo, tanto che una notte un gruppo di barras bravas decide di fargli un regalo per celebrare il suo debutto in prima squadra andando a dipingere un suo ritratto sui muri della casa di famiglia.

Lasciata Cordoba tra le lacrime dei tifosi, Pavón è approdato al Boca Juniors giovanissimo e pochi mesi dopo era già in partenza per Santa Fe, dove in prestito al Colón riesce a mettere nelle gambe minuti preziosi che gli consentiranno di tornare a vestire velocemente la maglia xeneize. Se il campo non evidenzia particolari problemi legati al suo ambientamento, l'impatto con Buenos Aires è disastroso per le sue abitudini extra: nell'arco di pochissimo tempo il "Kichán" si fa fotografare assieme a un gruppo di persone poco raccomandabili mentre impugna una mitraglietta, finendo nell'occhio del ciclone e su tutte le prime pagine dei giornali. Poi, non contento, viene fermato più volte ubriaco a bordo delle sue varie fuoriserie, con le quali sfreccia prendendo multe a raffica. Schelotto ha lavorato un bel po' sulla sua testa e lo ha rimesso in sesto, rivalutandone il cartellino e facendogli guadagnare le attenzioni di Arsenal, Zenit e Atletico Madrid.

Nahitan Nández

  • Anno di nascita: 1995
  • Ruolo: interno destro di centrocampo
  • Scadenza contratto: 30/06/2020
  • Piace a: Fiorentina

Il giocatore uscito meglio dalla doppia sfida di Libertadores contro il River Plate è stato senza dubbio Nahitan Nández. Interno di centrocampo uruguagio, Nández ormai da tempo è diventato un giocatore abbastanza mainstream nonostante non abbia ancora lasciato il Sudamerica. Merito, in primis, di Oscar Washington Tabarez: il Maestro stravede per questo centrocampista di 23 anni che in pochi mesi è diventato uno degli idoli della tifoseria boquense.

E pensare che questo classe 1995 di Punta del Este non doveva nemmeno fare il calciatore. La causa? Nostalgia di casa. Da ragazzino Nández lascia il suo paese per entrare nel settore giovanile dell'Atenas, ma quando lo acquista il Defensor Sporting costringendolo a spostarsi a Montevideo, il talento uruguagio decide di mollare dopo un solo mese per tornare a casa. Ma il Peñarol, che lo aveva notato durante un torneo giovanile, decide di rischiare comunque e lo tessera: il passaggio al Manya è decisivo, perché segna la trasformazione definitiva di Nández in un professionista a tutto tondo.

Parallelamente, il 23enne completa anche un percorso tattico che gli permetterà di diventare il centrocampista duttile che tutti conosciamo. Schelotto lo ha usato da interno destro o da finto laterale di centrocampo, ma all'occorrenza "León" può adattarsi a giocare a ridosso delle punte o addirittura da terzino. Secondo le ultime voci trapelate dagli ambienti di calciomercato, la Fiorentina avrebbe fatto più di un sondaggio per lui, ma il Boca Juniors spara alto: per cederlo chiede almeno 10 milioni di euro, una cifra importante per quello che però sembrerebbe un talento cristallino.

Wilmar Barrios

  • Anno di nascita: 1993
  • Ruolo: mediano
  • Scadenza contratto: 30/06/2021
  • Piace a: Fiorentina, Torino, Sampdoria

Lo chiamano "Pulpo", il polipo, per la capacità di intercettare ogni pallone che passa dalla sua zona. Wilmar Barrios è uno dei cervelli del Boca Juniors, nonché uno dei ragazzi più pronti per tentare l'avventura in Europa. Colombiano di nascita, è cresciuto nel Deportes Tolima e con i colori giallorossi ha esordito nel professionismo. Barrios è un centrocampista dinamico e molto rapido, particolarmente efficace in fase difensiva. Può giocare indifferentemente da mediano schierato in un centrocampo a tre o da interno sinistro, come talvolta lo ha utilizzato Schelotto.

Barrios farebbe comodo a molte squadre di media classifica in Italia. Non è un caso infatti che in passato si siano interessati a lui Torino, Fiorentina e Sampdoria, anche se i sondaggi più insistenti sono arrivati dalla Spagna. Il 25enne va in scadenza di contratto nel 2021 e non ha alcuna fretta di lasciare il Boca, club nel quale si trova molto bene per sua stessa ammissione. Gli xeneizes, per cederlo, chiedono una somma a due cifre: per meno di 10 milioni il colombiano non si muoverà da Buenos Aires.

Leonardo Balerdi

  • Anno di nascita: 1999
  • Ruolo: difensore centrale
  • Scadenza contratto: 30/06/2021
  • Piace a: Juventus, Roma, Barcellona, Atletico Madrid

Nonostante le pochissime presenze con i grandi, Balerdi sembra uno dei giovani talenti più interessanti dell'intero panorama sudamericano. Addirittura c'è chi, tra gli addetti ai lavori, lo considera la risposta argentina all'olandese De Ligt. Proprio per questo la Juventus lo starebbe seguendo da vicino: non è un mistero che ai bianconeri De Ligt piaccia molto, ma se la concorrenza dovesse scatenare un'asta furibonda per accaparrarselo, ecco che Balerdi rappresenterebbe una soluzione più low cost.

Centrale difensivo originario di Villa Mercedes, Balerdi è arrivato al Boca Juniors nel 2013 come centrocampista centrale per poi essere arretrato sulla linea difensiva. I suoi inizi da mediano però gli permettono ancora oggi di essere efficace nell'uscita palla al piede, una caratteristica molto importante nel calcio di oggi in cui tutti devono saper trattare il pallone. Fisicamente è migliorato molto grazie al lavoro quotidiano in palestra e adesso è diventato anche un abile marcatore. Titolare dell'Argentina under 20, costa circa 8 milioni di euro.

Agustín Almendra

  • Anno di nascita: 2000
  • Ruolo: centrocampista centrale
  • Scadenza contratto: -
  • Piace a: Juventus, Inter, Barcellona

Negli ultimi tempi vi sarà capitato di leggere in giro che Agustín Almendra potrebbe essere l'erede designato di Riquelme. Ecco, dimenticavi tutto ciò. Almendra non ha nulla a che fare con l'ultimo vero numero dieci della storia del Boca Juniors, semplicemente perché non è un trequartista. Piuttosto, è curioso notare il fatto che, nonostante al momento abbia solo 5 presenze tra i professionisti, sia già al centro di un intrigo di calciomercato che vedrebbe la Juventus avanti per portarselo a casa, magari in sinergia con la Sampdoria.

Centrocampista centrale particolarmente bravo nella fase di non possesso, Almendra è il classico giocatore che corre tanto e lo fa sempre molto bene. Schelotto lo ha lanciato quest'anno in prima squadra facendogli giocare scampoli di partite molto importanti, soprattutto in Libertadores. Questo ha fatto sì che Fabio Paratici, responsabile del mercato bianconero, tentasse il blitz madrileno per battere la concorrenza di Inter e Barcellona. Per ora però Almendra non ha ancora raggiunto un accordo con nessuno, anzi secondo quanto si vocifera in Argentina, potrebbe fermarsi ancora un anno al Boca Juniors per maturare definitivamente. Detto questo, nulla vita di andarlo a bloccare già da adesso. La richiesta? Dai 5 milioni di euro in su.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.