Serie B, Gravina sul campionato: "Il format può tornare a 22 squadre"

Al termine dell'ultimo consiglio federale il presidente della FIGC ha svelato il piano per il torneo dell'anno prossimo: "Senza consenso valgono le regole scritte".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un campionato di Serie B inusuale, caotico. Perché in estate è successo di tutto. Il torneo cadetto 2018/19, a causa della mancata iscrizione di Avellino, Bari e Cesena, e vista l’impossibilità di ripescare altre squadre entro la presentazione dei calendari, si sta disputando con 19 squadre invece che con le solite 22, come succede dal 2004.

Ieri, al termine del consiglio federale, il presidente della FIGC ha spiegato che l'intenzione è quella di fare un passo indietro per andare verso il futuro. Può sembrare un controsenso, ma il campionato a 19 squadre è e resterà un'eccezione dovuta ai problemi della scorsa estate. L'idea è quella di riformare un campionato di Serie B con 22 club.

Lo ha confermato Gabriele Gravina, attuale presidente della FIGC, che ha spiegato che, non essendoci ancora un consenso, al momento l'opzione più probabile è proprio quella di affidarsi al regolamento in vigore:

Quando non c'è una maggioranza assoluta bisogna rifarsi alle regole scritte. Rispettando l’articolo 49-50, se non cambiamo accordo il format resta a 22

Gravina parla del format del prossimo campionato di Serie BGetty Images
Gravina parla del format del prossimo campionato di Serie B

Serie B, Gravina parla del format del prossimo campionato

Ma facciamo un passo indietro per capire perché in estate la serie cadetta è passata da 22 a 19 squadre. Tutto è cominciato quando Bari, Cesena e Avellino non sono riuscite a iscriversi al campionato. Stando al regolamento, dovevano esser ripescati Siena, Ternana e Pro Vercelli, ma il 17 luglio il Tribunale federale ha accolto il ricorso del Novara andando contro i criteri di ripescaggio (che escludevano i club che negli ultimi 3 anni avevano avuto penalizzazioni per irregolarità amministrative), mettendo così in cima alla graduatoria il Novara stesso e il Catania. Con i problemi burocratici che si erano venuti a creare, il commissario straordinario della Figc, Roberto Fabbricini, ha quindi deciso il 10 agosto di lasciare il campionato a 19 squadre (venendo denunciato dal Catania per abuso d'ufficio). I club coinvolti nel ripescaggio hanno così presentato ricorso, ma il Collegio di Garanzia del Coni, a campionato iniziato da tre settimane, ha dichiarato inammissibili i suddetti reclami, confermando il torneo a 19 partecipanti.

Vota anche tu!

Giusto che il campionato di Serie B torni a 22 squadre?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Le discussioni vanno dunque ormai avanti da mesi e riguardano anche il format del prossimo campionato. Ora, non essendoci più il tempo materiale per riformulare ancora il campionato, la probabilità che il prossimo torneo di Serie B verrà disputato da 22 squadre aumenta. Stando alla proposta che nei prossimi giorni dovrà esser ratificata dal presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, in questa stagione saranno tre le squadre che dalla seconda divisione nazionale verranno promosse in Serie A e quattro quelle che scenderanno in Serie C. Dalla terza serie nazionale saliranno invece 4 squadre in cadetteria (3 dirette e una attraverso i playoff). Le ultime 3 squadre che mancano all’appello per formare il prossimo campionato di Serie B a 22 squadre saranno probabilmente individuate attraverso i ripescaggi. Con la speranza che non ci siano altri problemi improvvisi come successo la scorsa estate.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.