Calciomercato, rivoluzione sulla fascia destra: tre nomi per la Lazio

Lotito e Tare pronti a intervenire sulle fasce in vista di gennaio. Il nome nuovo è quello di Darmian, ma si valutano almeno due alternative.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tempi duri in casa Lazio. La sconfitta di Bergamo ha lasciato strascichi pesanti in casa biancoceleste, perché quella contro l'Atalanta era stata caricata dall'ambiente come la partita che poteva realmente segnare una svolta stagionale. A poche ore dall'abbinamento con il Siviglia in Europa League e con l'inizio del calciomercato invernale all'orizzonte, in società si sta ragionando seriamente su come rinforzare la rosa di una squadra che al momento sta rendendo al di sotto delle proprie possibilità.

Lotito e Tare sono già al lavoro e avrebbero individuato diversi upgrade da piazzare in mezzo al campo. Prima, però, il club negli scorsi giorni ha voluto rassicurare i tifosi chiarendo una volta per tutte che a gennaio nessun big se ne andrà. Anzi, Simone Inzaghi si aspetta che i nomi grossi della Lazio, Milinkovic-Savic e Luis Alberto su tutti, tornino a essere decisivi come e possibilmente più della scorsa stagione. In un campionato dove nessuno corre, il quarto posto non deve rappresentare una chimera nemmeno in questo momento, nel quale i numeri (la Lazio ha segnato diciassette gol in meno rispetto allo scorso anno) non stanno dando ragione al tecnico.

La Lazio ha un paio di bug belli grossi in squadra, soprattutto sugli esterni. In particolare la fascia destra verrà sicuramente rinforzata già nella prossima sessione di calciomercato, perché in questi primi mesi di stagione si sono verificati alcuni problemi legati alla tenuta atletica dei vari Caceres, Basta e (in parte) Patric. I primi due non garantiscono più certezze dal punto di vista fisico, tanto è vero che - qualora qualcuno si facesse avanti a gennaio - il club non avrebbe alcun problema a cederli. Per quanto riguarda invece Patric, i limiti sono più tecnico tattici: quando è stato impiegato, il laterale spagnolo ha sempre dato l'impressione di impegnarsi a fondo, ma nonostante ciò spesso ha creato problemi causati da amnesie difensive che sembrano irreparabili.

Manuel Lazzari, laterale destro della SpalGetty Images

Calciomercato, Lazio: via al casting per la fascia destra, piace Darmian

Poi c'è il discorso legato al montenegrino Marusic, unico laterale attualmente in rosa in grado di dare almeno qualche garanzia in più dal punto di vista dell'affidabilità. Marusic è ben visto da Inzaghi che ne ha fatto un titolare, impiegandolo spesso anche in Europa League, dove peraltro - trasferta di Francoforte a parte - ha fatto la usa onesta parte. La sensazione però è che manchi ancora qualcosa. Per questo Tare è al lavoro per consegnare al mister almeno (dipenderà dalle uscite) un laterale in vista del prossimo calciomercato. L'obiettivo numero uno della Lazio sarebbe Manuel Lazzari, per il quale però la Spal chiede 20 milioni di euro e, soprattutto, non è disposta a liberarsene a metà stagione, come confermato dal presidente Colombarini pochi giorni fa:

Lazzari interessa a molti ma ragioneremo di una sua cessione solo in estate. A gennaio non si muove: dobbiamo salvarci e abbiamo bisogno di lui.

Così nelle ultime ore ha preso piede un'affascinante ipotesi che risponde al nome di Matteo Darmian. Il laterale classe 1989 si è trasferito al Manchester United ormai tre anni e mezzo fa, ma i numeri dicono che non è stata una scelta particolarmente felice: in questo lasso di tempo ha messo insieme pochissime presenze, la maggior parte delle quali durante il primo anno sotto la gestione Van Gaal. A quasi 30 anni Darmian vuole tornare in Italia e la Lazio, a prezzo ragionevole, vorrebbe assicurarselo per rimettere definitivamente a posto una fascia destra che negli ultimi anni ha sempre palesato enormi problemi. Inoltre, Darmian potrebbe anche spostarsi all'occorrenza sull'out opposto, ruolo ricoperto con Giampiero Ventura al Torino.

Il piano B, qualora dovesse saltare Darmian, è Giulio Donati. L'ex Inter gioca attualmente in Germania, al Mainz, ma è stato praticamente messo fuori rosa dal club sin dall'inizio della stagione perché si è rifiutato di firmare il rinnovo di contratto. Questo ne fa un obiettivo particolarmente interessante per molte squadre e, secondo quanto trapelato dalle ultime indiscrezioni, la Lazio sarebbe in prima fila per assicurarselo. La scelta di non rinnovare col Mainz ha un fine preciso: Donati vuole tornare in Italia. Le basi per chiudere l'affare ci sono, ma occhio alla concorrenza della Fiorentina.

La suggestione è Lainer, stella del Salisburgo

La Lazio potrebbe però anche decidere di fare un investimento di spessore per sistemarsi la fascia destra da qui a molti anni di distanza. Per questo, tra i nomi circolati in casa biancoceleste c'è anche quello di Stefan Lainer, vecchio pallino di mercato del Napoli e stella del Salisburgo, squadra che la Lazio conosce molto bene in seguito alla batosta presa durante la scorsa Europa League. Lainer costa tanto, circa 15 milioni di euro, ma secondo gli addetti ai lavori è uno di quei profili che sono destinati a fare la differenza. L'investimento sarebbe alto, vero, ma considerato che si parla di un classe 1992 non è detto che in futuro non ci si possa fare un'ulteriore plusvalenza sopra.

A margine, va segnalato anche un interessamento concreto della Lazio per Mahmoud Ibrahim Hassan. Il nome non vi dice nulla? Non preoccupatevi, perché sicuramente lo avrete sentito nominare come Trezeguet, uno dei talenti più interessanti prodotti negli ultimi anni dall'Africa. Cresciuto nel vivaio del colosso Al Ahly, Trezeguet è sbarcato in Europa grazie all'Anderlecht e, un po' a sorpresa, nell'estate del 2017 è stato acquistato dal Kasimpasa, club turco che a gennaio può riscattarlo definitivamente dai biancomalva. Nella prima annata in Superlig ha segnato 13 gol, un bottino importante che gli ha permesso di entrare nella formazione tipo dei nuovi acquisti stagionali.

Trezeguet è un esterno sinistro che può agire anche da trequartista, mancino naturale ma bravo anche con il piede debole, che vede parecchio la porta ed è in possesso di un buon tiro dalla distanza. Secondo i beninformati, la Lazio avrebbe già offerto 6 milioni di euro per il cartellino della stellina egiziana, che con la maglia dei Faraoni si è preso la scena nell'ultimo (sfortunato) mondiale russo. Trezeguet potrebbe rappresentare una variabile molto interessante per Inzaghi e permetterebbe al tecnico di varare più moduli, magari anche a partita in corso. Le due parti si sono già sentite: per ora i turchi valutano bassa l'offerta della Lazio, ma è molto probabile che la trattativa verrà ripresa in mano a breve.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.