Serie A, troppe polemiche sulla VAR: l'AIA vuole cambiare il protocollo

Gli arbitri italiani hanno mandato un dossier all'IFAB con nuove proposte: potrebbe esser creata anche una squadra di esperti della tecnologia.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dovrebbe aiutare, e invece a volte complica ancora di più le cose. La VAR non convince e continua a generare polemiche, sempre più legate all'utilizzo della tecnologia in campo. Ne è un esempio il rigore non fischiato in favore della Roma nella gara casalinga con l'Inter per fallo di D'Ambrosio su Zaniolo, così come quello non dato al Genoa contro i giallorossi per una spinta di Florenzi su Pandev nell'ultimo turno di Serie A.

Ci sono poi situazioni nella quali la VAR è fondamentale, come dimostra il gol annullato alla Lazio contro l'Atalanta per fuorigioco millimetrico di Acerbi. Quelle però sono irregolarità oggettive. Quando invece entra in gioco la discrezionalità dell'arbitro, le cose cambiano e le polemiche aumentano. Quasi in ogni giornata di Serie A ci sono episodi che fanno discutere.

Per questo, stando a quanto riportato da Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera, l'AIA avrebbe inviato un dossier all’IFAB proponendo alcune modifiche da apportare al protocollo VAR. Gli arbitri italiani non condividono, nello specifico, la dicitura “chiaro ed evidente errore”, attualmente presente nel protocollo: se l'abbaglio dell'arbitro non è evidente, la tecnologia non può intervenire.

Serie A, Orsato consulta la VAR Getty Images
Orsato consulta la VAR in una partita di Serie A

Serie A, l'AIA chiede di cambiare il protocollo VAR

Secondo gli arbitri sarebbe molto più utile inserire nel protocollo una classificazione dettagliata dei falli (o episodi) per i quali la tecnologia deve obbligatoriamente intervenire. Solo nell'ultimo turno di Serie A sono tanti i presidenti che si sono lamentati di errori arbitrali. Urbano Cairo, per esempio, ha parlato di sudditanza psicologica, lamentando due rigori che a suo dire non sono stati assegnati al Torino contro la Juventus. Ancora più duro Enrico Preziosi del Genoa, che al termine della partita con la Roma ha parlato di malafede.

Vota anche tu!

Ti convince la VAR?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Le modifiche richieste all’IFAB potrebbero generare un cambiamento radicale del protocollo.Gli arbitri italiani hanno infatti richiesto di poter declinare l’intervento del VAR per ogni tipologia di errore: dai falli di mano ai contatti aerei a centrocampo, in modo da sapere cosa fare in ogni situazione.

Si sta pensando anche di creare uno staff di addetti al VAR, formato per esempio da arbitri che si siano appena ritirati (questa la proposta italiana) o da qualche ex claciatore (la proposta tedesca). Di sicuro qualcosa va cambiato, perché la VAR dovrebbe aiutare ma troppo spesso finisce per complicare le cose.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.