Barcellona, Messi riceve la sua quinta Scarpa d'Oro

L'argentino ha ricevuto il riconoscimento grazie ai 34 gol segnati nella passata stagione: "Non mi sarei aspettato tutto questo quando ho iniziato a giocare", le sue parole al momento della consegna del premio.

0 condivisioni 0 commenti

| aggiornato

Share

L'ennesimo premio conquistato in carriera. Lionel Messi ha ricevuto la quinta Scarpa d'Oro della sua carriera in qualità di capocannoniere europeo della passata stagione, chiusa con ben 34 gol segnati in Liga. Alle sue spalle, nella top 10, si sono piazzati Salah (32 gol), Harry Kane (30 gol), Lewandowski (29), Immobile (29 gol), Icardi (29 gol), Cavani (28), Cristiano Ronaldo (26 gol), Jonas (34 gol ma con un coefficiente per gol di 1.5 invece che 2) e Suarez (25 gol).

Messi ha staccato così Cristiano Ronaldo, fermo a quattro successi. Leo l'ha vinta la prima volta nel 2010, poi nel 2012, nel 2013 e nel 2017. Al momento di ricevere la premio, la Pulce ha dimostrato ancora una volta la sua straordinaria umilità:

Quando ho iniziato a giocare a calcio, non mi sarei aspettato di vivere tutto questo. Il mio sogno era quello di diventare un professionista e avere successo nel calcio

Ci è riuscito alla grande andando ogni più rosea aspettativa e scrivendo la storia del calcio. Messi ha poi parlato del Barcellona:

Sono nel miglior club del mondo, gioco insieme ai migliori giocatori del mondo e questo rende tutto più facile. Con loro è più facile vincere premi e ottenere questi riconoscimenti. Non c’è un segreto per continuare a vincere, solo lavoro, applicazione e un grande sforzo. Gli anni passano e per restare a grandi livelli si devono curare i dettagli. Si gioca tanto, servono grandi sacrifici

Lo sguardo è poi andato agli ottavi di Champions League che vedranno il Barcellona affrontare il Lione:

Se guardiamo solo ai nomi delle squadre, il Lione non era tra le più forti che potessimo incontrare, ma sarà una sfida davvero complicata. Il Lione ha giocato alla pari col Manchester City. In ogni caso da qui a febbraio può succedere di tutto, manca ancora tanto e non sappiamo come arriveranno e come ci arriveremo noi. Di sicuro sarà una partita difficile

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.