Daily Mail: "Schumacher non è più attaccato ai macchinari"

Il tedesco non sarebbe più costretto a letto e dipendente dai macchinari. Il Daily Mail svela alcuni retroscena sullo stato di salute del 7 volte campione iridato di Formula 1.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sono trascorsi quasi cinque anni da quel tragico 29 dicembre 2013, quando Michael Schumacher si schiantò contro una roccia sulle nevi di Meribel mentre era sugli sci. Da allora è iniziato un lungo calvario, prima all'ospedale di Grenoble dove è arrivato in coma ed è stato operato due volte per delle gravi lesioni cerebrali. Dopo essere uscito dal coma ha lasciato la struttura francese dopo 155 giorni per trasferirsi a Losanna, presso il centro ospedaliero universitario di Vaud, per continuare la riabilitazione. Tre mesi dopo il trasferimento nella sua villa di Gland dove ha proseguito le costosissime cure mediche in privato, attorniato da pochi familiari e amici intimi.

Da molto tempo la portavoce Sabine Kehm non rilascia dichiarazioni sulle reali condizioni di salute di Michael Schumacher, ha ripetutamente chiesto di rispettare la privacy del pilota e le poche persone che hanno accesso alla dimora elvetica, come Jean Todt, rispettano la volontà di silenzio dei familiari. Un silenzio talmente assordante che aveva fatto nascere l'indiscrezione che il sette volte campione di Formula 1 fosse stato trasferito in un ospedale specializzato in traumi cerebrali a Dallas, notizia categoricamente smentita da suo padre Rolf. Secondo altri, invece, il trasferimento presso la struttura americana sarebbe in programma nel 2019.

L'ultimo bollettino ufficioso risale al 2016, quando l'avvocato tedesco Felix Damm aveva confermato al tribunale di Amburgo che l'ex ferrarista non era in grado di camminare. Secondo il Daily Mail il pilota tedesco attualmente mostrerebbe segni di miglioramento, non sarebbe più costretto a stare a letto né attaccato ai macchinari. Schumi starebbe seguendo cure infermieristiche e terapeutiche estensive, per un costo settimanale stimato in 50mila sterline. Il prossimo 3 settembre festeggerà il suo 50° compleanno e continua a lottare nel Gran Premio più difficile della sua vita con tutte le sue forze.

La moglie di Michael SchumacherGetty Images

Le ultime notizie su Michael Schumacher

Recentemente l’arcivescovo e prefetto della Casa Pontificia Georg Ganswein, braccio destro di Papa Francesco e di Papa Benedetto XVI, in una intervista a 'Bunte' ha raccontato il suo incontro con Michael Schumacher a Gland avvenuto nel 2016.

Ero seduto di fronte a lui, gli tenevo le mani e lo guardavo. La sua faccia resta quella che tutti noi conosciamo, solo un po’ più piena. Ha assolutamente bisogno dell'amore familiare, avverte l'amore delle persone intorno a lui ed ha bisogno di discrezione e comprensione.

Tra i pochi visitatori abituali c'è Jean Todt, sempre molto attento a misurare le parole quando gli viene chiesto del pluricampione del Circus. Ha solo rivelato di aver visto insieme a lui l'ultimo GP del Brasile nella sua mega-villa sul lago di Ginevra, ma dalla sua bocca non è trapelato di più. La portavoce Sabine Kehm, anche manager di Mick Schumacher, ha chiesto a più riprese di rispettare la massima riservatezza.

Michael ha sempre distinto chiaramente la vita professionale e personale, anche durante i momenti di maggior successo della sua carriera, e la famiglia vuole onorare questa distinzione anche adesso.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.