Serie A, le pagelle di Roma-Genoa: Olsen da incubo, Lazovic va a mille

La Roma soffre, ma supera il Genoa nel posticipo domenicale. Decide Cristante nella ripresa, Di Francesco salva la panchina. Rimpianti per Prandelli.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Roma torna a vincere in Serie A, non le succedeva da più di un mese, quando all'Olimpico era scesa l'altra genovese, la Sampdoria. I giallorossi soffrono, vanno sotto, ma rimontano e salvano la panchina (traballante) di Di Francesco. Decidono i gol di Fazio, Kluivert e Cristante. Il Genoa esce dall'Olimpico con tanti rimpianti, perché va due volte in vantaggio e perché l'impressione è che la Roma sia un malato ancora lontano dalla guarigione. Il Grifone si lamenta per un mancato rigore fischiato per presunto fallo di Florenzi su Pandev. I giallorossi salgono a quota 24, a -2 dal Milan quarto. 

La prima frazione è quasi totalmente di marchio genoano, con la squadra di Prandelli (alla seconda in Serie A di quest'anno) che va in vantaggio con Piatek dopo una clamorosa papera di Olsen. Fazio pareggia dopo un calcio di punizione ma è Hiljemark a trovare il 2-1 sugli sviluppi di un angolo.

Proprio al 45esimo però Kluivert trova un gran gol che permette ai giallorossi di andare all'intervallo sul pareggio e di ribaltare la partita grazie alla rete di Cristante al 59esimo minuto. A nulla serve il forcing finale dei liguri: vince la Roma 3-2.

Serie A, le pagelle di Roma-Genoa

Roma (3-4-1-2): Olsen 4,5; Fazio 6, Manolas 6, Juan Jesus 6; Florenzi 5,5, Cristante 6,5, Nzonzi 5,5, Kolarov 5,5; Under 5,5 (76' Santon sv), Zaniolo 6,5, Kluivert 6,5 (80' Schick sv). All.: Di Francesco 6

Genoa (3-5-2): Radu 5,5; Biraschi 6, Romero 6, Zukanovic 5 (60' Pedro Pereira 5,5); Romulo 5,5 (68' Pandev 5), Hiljemark 6,5, Sandro 5,5 (65' Rolon 6), Bessa 6, Lazovic 6,5; Piatek 6, Kouamé 5,5. All.: Prandelli 5,5

I migliori

Hiljemark 6,5

La Roma fatica tantissimo a leggere i suoi movimenti, a offrire una copertura adeguata ai suoi inserimenti, lui trova sempre tempo e spazio per far male ai giallorossi. Propizia il gol del vantaggio dei suoi, poi segna il gol del raddoppio con una girata da rapinatore d'area. Lo svedese sta diventando una certezza, Prandelli non può farne a meno. 

Lazovic 7

Dalla sua parte fa un po' quello che vuole, soprattutto quando spinge. Ha una velocità fuori dal comune, fa vedere le streghe a Florenzi che fa una fatica tremenda a tenerlo. Quando parte a sinistra è sempre una spina nel fianco della Roma. Troverebbe anche il gol, ma un fuorigioco precedente di Piatek gli nega la meritata gioia. Nel finale semina ancora il panico nella retroguardia avversaria e serve un assist d'oro a Pandev che spreca malamente. 

Kluivert 6,5

Primo tempo da fantasma, non si vede, non punge, tanto che Di Francesco manda a scaldare Schick e pensa di toglierlo. Ma il figlio d'arte ha le stimmate del potenziale fenomeno e al tramonto di frazione, riceve palla a metà campo, porta a passeggio Zukanovic e infila un diagonale perfetto alle spalle di Radu che è pure il suo primo gol in Serie A. Poi serve anche l'assist per Cristante.

Zaniolo 6,5

Il ragazzo cresce, sta diventando grande. Nel primo tempo, nel ruolo di ispiratore dell'attacco leggero della Roma, fa fatica. Cresce nel secondo tempo, quando Di Francesco lo arretra nel ruolo di mezzala. In quella zona di campo è fondamentale soprattutto per Nzonzi perché lo aiuta nel tenere Hiljemark che nel primo tempo era stato devastante. Personalità nelle transizioni offensive, quantità in fase difensiva. Bene.

Cristante 6,5

Magari non sarà ancora quello di Bergamo, quello visto sotto la guida di Gasperini, ma finalmente sta mostrando lampi del suo talento. Secondo gol consecutivo in campionato dopo quello di Cagliari, stavolta il suo acuto è decisivo e vale tre punti. Cresce nella ripresa, quando fa il tuttocampista e sopperisce anche alle mancanze di Nzonzi, tanto che Bessa e Hiljemark abbassano di molto il loro rendimento. Mezzo voto in meno perché si mangia, da zero metri, la palla del 4-2.

Serie A, male Olsen in Roma-GenoaGetty Images

I peggiori

Olsen 4,5

Il tiro di Hiljemark non sembra pericoloso, lui però si posiziona male, si fa scappare il pallone e poi ci mette un'eternità per rialzarsi e andare ad agguantare il pallone su cui si avventa Piatek che realizza il momentaneo 1-0 del Genoa. Non è la prima volta che gli capita, in altre occasioni era stato fortunato e gli avversari non l'avevano punito. Stavolta non gli va bene. A inizio ripresa ne fa un'altra su innocuo tiro di Lazovic, per sua fortuna il var annulla per fuorigioco precedente di Piatek. 

Nzonzi 5,5

Lento, compassato, nel primo tempo Hiljemark fa il bello e cattivo tempo dalle sue parti. Lui non trova mai le misure per accorciare sullo svedese, non riesce in alcuna occasione a fare filtro, a dare i tempi di gioco giusti alla Roma. Un po' meglio nella ripresa, ma giova soprattutto della crescita di Cristante e dell'aiuto di Zaniolo che si abbassa e gli dà una sostanziosa mano.

Zukanovic 5

Tenta spesso l'anticipo, perché sa di non poter tenere a campo aperto Under che spesso si muove nelle sue zone. Ma prende un giallo dopo pochi minuti che inevitabilmente lo condiziona. Soffre tanto la velocità del turco e pure di Kluivert che lo brucia in occasione del 2-2. Fa rimpiangere Criscito. 

Kouamé 5,5

Era l'osservato speciale, visto che in settimana la Roma si era mossa per cercare di aprire una trattativa per lui. Il giovane ivoriano parte anche bene, si fa vedere, lotta con Juan Jesus e Manolas, ma non graffia; non riesce a lasciare il segno sulla partita e col passare dei minuti esce lentamente e inesorabilmente dalla partita. 

Pandev 5

Ha a disposizione venti minuti, Prandelli lo inserisce al posto di Romulo. Lui latita per almeno un quarto d'ora, offre una buona palla a Piatek che il polacco non sfrutta; ma poi si divora il gol del pareggio quasi al limite dell'area piccola, servito molto bene dal solito Lazovic. Un errore pesante. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.