Liga, Messi esagera: tripletta e 5-0 del Barcellona sul Levante

Dopo la doppietta nel derby con l'Espanyol, la Pulga ne fa altri tre al Ciutat de Valencia. Primo posto consolidato per gli uomini di Valverde, mentre il Levante perde la prima gara dopo oltre un mese.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Vincere per riconfermarsi in testa alla Liga, rispondendo alla vittorie di Siviglia, Atletico e Real Madrid. Il Barcellona di Ernesto Valverde, nel posticipo della 16esima, è atteso dalla ostica trasferta di Valencia contro un Levante che non perde da un mese ed è ottavo in classifica (solo una sconfitta nelle ultime tredici gare). Inoltre, c'è da vendicare il 5-4 subito la scorsa stagione, che non permise ai blaugrana di chiudere imbattuti il campionato.

E a manita risponde manita, perché il Barça non ha pietà e infligge una pesantissima sconfitta agli avversari: 0-5, tripletta del marziano Messi dopo il gol in apertura di Suarez (su assist dello stesso argentino) e festa completata da Piqué.

Tre punti che dunque riportano i campioni di Spagna a +3 dalle inseguitrici, con la concreta possibilità di chiudere il 2018 davanti a tutti. Sabato 22 al Camp Nou arriva il Celta Vigo, dopodiché ci sarà la sosta natalizia. 

Liga, solito Messi per il solito Barcellona

Spinge tantissimo il Levante nei primi minuti del match, e sono proprio i padroni di casa ad avere la prima chance con Boateng, che dopo un'azione palla al piede calcia con il destro trovando la risposta in due tempi di Ter Stegen. La risposta del Barcellona è un mancino insidioso di Messi, sul fondo non di molto.

Dopo una ventina di minuti di calma piatta e ritmi blandi è ancora la squadra di Paco Lopez ad andare vicinissima al vantaggio, e sempre con Boateng. Il ghanese viene lanciato in area di rigore, alza la testa e calcia colpendo in pieno la traversa a portiere battuto, sfiorando il suo secondo gol stagionale.

Gol sbagliato, gol subito. Già, perché non appena si va dall'altra parte il Barça punisce con Luis Suarez. Azione partita dal solito Leo Messi, che si porta a spasso tutta la difesa avversaria e, dopo aver creato spazio in mezzo all'area, serve il Pistolero che con una bella volèe batte Oier per il vantaggio blaugrana. Undicesimo gol in stagione per l'uruguaiano, che con la Pulce forma la migliore coppia del secolo in Liga. Lo dicono i numeri: da quando giocano insieme 25 gol di Messi su assist di Suarez, 24 invece dell'ex Liverpool su assistenza dell'argentino. 

Si continua a giocare e a due minuti dalla fine del primo tempo sono ancora gli ospiti a trovare la via del gol. Palla persa banale a centrocampo da Ruben Rochina, si apre quindi una prateria per Messi che si presenta davanti a Oier e lo infila con il destro. Diciottesimo centro in 19 gare stagionali, diciassettesimo in altrettante partite contro il Levante e numero 566 con i catalani, il che lo rende il giocatore più prolifico nella storia per gol segnati con la stessa maglia, superando i 565 di Gerd Müller con il Bayern Monaco. 

Nella ripresa la Pulce esagera

Neanche il tempo di tornare in campo che la Pulce decide di chiuderla definitivamente, siglando la sua seconda doppietta consecutiva in Liga dopo quella nel derby con l'Espanyol. Barça che sfonda sulla sinistra con Jordi Alba, velo di Suarez e mancino perfetto del cinque volte Pallone d'oro. 

Ospiti che continuano ad attaccare senza sosta, sfiorando il poker ancora con Suarez. Oier questa volta c'è, uscendo bene e chiudendo la porta all'ex attaccante del Liverpool. Festa soltanto rimandata, poiché a mezz'ora esatta dal termine ci mette la firma ancora Messi, in uno dei gol più facili della sua carriera al termine però di una grandissima azione corale degli uomini di Valverde. Suarez sale palla al piede, premia l'inserimento di Vidal che di prima va dentro per Leo che tutto solo non può fallire la tripletta personale.

Dunque sono 19 le reti segnate dall'argentino in carriera al Levante, che quando vede i valenciani dimostra di essere particolarmente ispirato. Nel finale i padroni di casa perdono forze e testa, visto che chiudono in dieci con l'espulsione di Cabaco per un brutto fallo su Dembelè.

A pochissimi minuti dalla fine c'è gloria anche per Piqué. Il difensore catalano sale dalla sua area di rigore, viene servito da Messi e dopo una finta batte Oier per la manita blaugrana. Segnale fortissimo al campionato, anche quest'anno sarà difficilissimo togliere lo scettro agli uomini di Valverde.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.