Sarri e il Sarrismo: La Mossa del Comandante è un gioco da tavola

Non si spegne a Napoli il culto per il tecnico dei 91 punti. Le regole sono simili a quelle del Gioco dell'oca e vince, ovviamente, chi totalizza per primo proprio 91.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non ditelo a De Laurentiis, che non perde occasione per manifestare il proprio fastidio verso il suo ex tecnico, ora al Chelsea, ma a Napoli il culto di Maurizio Sarri e del suo bel gioco è sempre vivissimo.

Senza nulla togliere, per carità, all'ottimo lavoro che sta facendo Carlo Ancelotti, il tecnico toscano era davvero entrato nel cuore dei tifosi partenopei. Dal look estemporaneo al culto della bellezza a tutti i costi nella manovra di gioco, dalla sigaretta penzolante ai suoi brontolii, tutto ha contribuito a farne un personaggio di culto per i tifosi partenopei.

Un culto, il sarrismo, che si manifesta nei modi più diversi: dal pezzo 'Come Maurizio Sarri', dedicatogli dal rapper Nasta - aka Marco Anastasio, fresco vincitore dell'ultimo X Factor - all'account Facebook 'Sarrismo – Gioia e Rivoluzione', gestito addirittura da un Comitato Centrale che tiene informati i follower delle gesta del 'Comandante', anche adesso che è impegnato in Premier League, alla guida del Chelsea.

Sarrigetty

Sarri e Sarrismo: ecco il gioco da tavola La Mossa del Comandante

Ora Claudio Masulli e Francesco Ferrara, due giovani seguaci di Sarri, ovviamente quanto tenacemente sarristi, hanno inventato il gioco da tavola 'La Mossa del Comandante', dedicato al loro idolo. Le regole sono simili a quelle del Gioco dell'oca e c'è da giurare che a Napoli spopolerà in occasione delle feste natalizie. Si gioca da 2 a 5 concorrenti, con le carte del gioco che si rifanno ai giocatori del triennio sarriano, pedine a forma di pallone e carte Bonus, dedicate al Comandante, e Malus che riprendono alcune frasi legate alla rivalità con la Juventus. Si vince ovviamente arrivando a 91, come il più alto punteggio mai conquistato dal Napoli, il suo.

Il ricavato in beneficenza

'La Mossa del Comandante' costa 25 euro, ma l'idea non ha scopo di lucro, in quanto si prevede che l'intero ricavato, al netto delle sole spese di produzione, andrà a sostenere uno dei tantissimi progetti sociali attivi in città. L'idea era nata poco dopo la mancata conferma di Sarri sulla panchina del Napoli, come ha svelato Masulli a cn24:

Volevamo che si mantenesse viva quell'unione, quell'idea di gioia e bellezza che avevamo vissuto col Comandante. Ora, ogni volta che giochiamo, la stanza diventa uno stadio.

Con la speranza maltaciuta che in quello stadio non si giochi Napoli-Chelsea, non prima almeno del 29 maggio, giorno della finale di Europa League. E sarebbe quella, eventualmente, una giornata di grandi dilemmi per i seguaci del Comandante.

Sarrifb

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.