Europa League, i verdetti dell'ultima giornata: il Milan è fuori

Il Milan cade in Grecia in casa dell'Olympiacos ed è fuori, cade anche la Lazio comunque già qualificata: ai 16esimi l'Italia avrà 3 squadre. Eliminate anche Rangers e Lipsia, sorpresa Krasnodar.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sembra passato un secolo da quando il calcio italiano celebrava, sulla scia di 4 vittorie in 4 partite di Champions League, la sua presunta rinascita: erano i primi giorni di ottobre e niente lasciava presagire l'esito disastroso con cui le nostre squadre avrebbero concluso i gironi della massima competizione continentale a cui è seguito, l'indomani, il doloroso ultimo atto di un Europa League che ai sedicesimi di finale non vedrà la presenza del Milan.

Chiamati a strappare almeno un pareggio in casa dell'Olympiacos, necessario per mantenere almeno il secondo posto nel gruppo F, i rossoneri avrebbero potuto persino perdere di misura o anche con due gol di scarto a patto di realizzarne almeno due: è finita 3-1, con la rete decisiva per l'eliminazione degli uomini di Gattuso arrivata su un contestatissimo rigore per i greci siglato da Fortounis. Il Milan saluta così prematuramente quell'Europa League a lungo inseguita tra campo e tribunali.

Tra le 32 squadre che i prossimi 14 e 21 febbraio si giocheranno i 16esimi di finale della seconda competizione UEFA, torneo comunque importante per accrescere il prestigio tanto dei club quanto dei rispettivi movimenti, l'Italia avrà 3 rappresentanti: Inter e Napoli, retrocesse dolorosamente dalla Champions, e la Lazio che in una partita in casa che poteva servire a ridarle smalto cade contro l'Eintracht facendosi rimontare il gol del vantaggio firmato da Correa a 25 minuti dalla fine.

Europa League, Lazio sconfitta in casaGetty Images

Europa League, tutti i verdetti dell'ultima giornata

I biancocelesti di Simone Inzaghi erano già qualificati e troppo lontani dai tedeschi, ma l'1-2 patito all'Olimpico certo non è un buon segnale per una squadra a cui manca brillantezza e che supera il girone anche per le pessime prestazioni inanellate dall'Olympique Marsiglia, capace di conquistare appena un punto in 6 gare e ribaltato in casa persino dall'Apollon. A metà febbraio sarà necessario dare molto di più per andare avanti, a maggior ragione per le insidie che può rappresentare un sorteggio che vede Immobile e compagni in seconda fascia.

Molto meglio i tedeschi, che al sorteggio dei 16esimi si presenteranno come teste di serie insieme alle "aspirine" del Bayer Leverkusen, che superano con un netto 5-1 in trasferta l'AEK Larnaca e chiudono davanti allo Zurigo. La Germania saluta il Lipsia, che non approfitta del favore dei "cugini Red Bull" del Salisburgo - capaci di superare il Celtic a Glasgow - facendosi fermare in casa dai norvegesi del Rosenborg. Nell'altro scontro tra Austria e Scozia previsto in giornata il Rapid Vienna supera i Rangers e mantiene il secondo posto nel gruppo G alle spalle del Villarreal.

Fuori malamente Olympique Marsiglia e Bordeaux, il calcio francese si consola con il Rennes che in casa all'ultima giornata stende l'Astana 2-0 con una doppietta del senegalese Ismaila Sarr e sorpassa proprio i kazaki nella corsa al secondo posto nel gruppo K alle spalle della Dinamo Kiev già qualificata e sconfitta in casa dal fanalino di coda Jablonec. Nel gruppo L non riesce l'impresa agli ungheresi del MOL Vidi, che si portano in vantaggio 2-1 sul Chelsea con la rete dell'ex-comparsa alla Roma Loic Nego ma si fanno raggiungere da Giroud mentre il BATE Borisov vince facile in casa del PAOK.

Passa con un bel po' di fortuna il Krasnodar: i russi, autori comunque di uno splendido girone chiuso a 12 punti, vengono facilmente superati 3-0 in casa dal Siviglia e devono ringraziare i turchi dell'Akhisar, che conquistano il loro primo punto all'ultima giornata bloccando sullo 0-0 lo Standard Liegi, che in caso di vittoria con gol (l'Akhisar ne aveva subiti ben 14 nelle prime 5 giornate) si sarebbe preso il secondo posto. Tra le 24 squadre qualificate ai 16esimi di Europa League menzione d'onore per Salisburgo e Eintracht, avanti a punteggio pieno con 6 vittorie su 6 gare.

La classifica di tutti i gironi

Gruppo A

  1. Bayer Leverkusen 13
  2. Zurigo 10
  3. AEK Larnaca 5
  4. Ludogorets 4

Gruppo B

  1. Salisburgo 18
  2. Celtic 9
  3. RB Lipsia 7
  4. Rosenborg 1

Gruppo C

  1. Zenit 11
  2. Slavia Praga 10
  3. Bordeaux 7
  4. Copenhagen 5

Gruppo D

  1. Dinamo Zagabria 14
  2. Fenerbahce 8
  3. Spartak Trnava 7
  4. Anderlecht 3

Gruppo E

  1. Arsenal 16
  2. Sporting Lisbona 13
  3. Vorskla 3
  4. Qarabaq 3

Gruppo F

  1. Real Betis 12
  2. Olympiacos 10
  3. Milan 10
  4. Dudelange 1

Gruppo G

  1. Villarreal 10
  2. Rapid Vienna 10
  3. Rangers 6
  4. Spartak Mosca 5

Gruppo H

  1. Eintracht 18
  2. Lazio 9
  3. Apollon 7
  4. Olympique Marsiglia 1

Gruppo I

  1. Genk 11
  2. Malmoe 9
  3. Besiktas 7
  4. Sarpsborg 5

Gruppo J

  1. Siviglia 12
  2. Krasnodar 12
  3. Standard Liegi 10
  4. Akhisar 1

Gruppo K

  1. Dinamo Kiev 11
  2. Rennes 9
  3. Astana 8
  4. Jablonec 5

Gruppo L

  1. Chelsea 16
  2. BATE Borisov 9
  3. MOL Vidi 7
  4. PAOK 3

Superano il turno le prime due di ogni gruppo.

Europa League, c'è il ChelseaGetty Images
Anche il Chelsea di Maurizio Sarri è tra le squadre qualificate ai 16esimi di finale di Europa League.

Le 32 qualificate ai 16esimi e le rispettive fasce

Alle 24 squadre qualificate dai gruppi appena conclusi si aggiungono le 8 squadre arrivate terze nei gironi della Champions League: le 32 squadre rimaste in lizza per vincere l'Europa League sono suddivise in due fasce per i sorteggi che andranno in scena lunedì 17 dicembre a Nyon e che stabiliranno il programma dei 16esimi di finale. Saranno vietati per sorteggio i derby tra squadre dello stesso Paese e per la Lazio in seconda fascia i pericoli non mancano.

Prima fascia

  • Arsenal
  • Bayer Leverkusen
  • Benfica
  • Betis
  • Chelsea
  • Dinamo Kiev
  • Dinamo Zagabria
  • Eintracht
  • Genk
  • Inter
  • Napoli
  • Salisburgo
  • Siviglia
  • Valencia
  • Villarreal
  • Zenit

Seconda fascia

  • BATE Borisov
  • Celtic
  • Club Brugge
  • Fenerbahce
  • Galatasaray
  • Krasnodar
  • Lazio
  • Malmoe
  • Olympiacos
  • Rapid Vienna
  • Rennes
  • Shakhtar Donetsk
  • Slavia Praga
  • Sporting Lisbona
  • Viktoria Plzen
  • Zurigo

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.