Serie A, Allegri: "Juventus efficace, Chiellini il migliore al mondo"

I bianconeri volano, macinano punti e record. Allegri: "Il campionato non è ancora finito, ma oggi era importante non perdere". Bonucci: "Abbiamo fame di vittoria".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un'altra vittoria che lancia la Juventus sempre più in testa alla classifica, una vittoria che porta i bianconeri a 43 punti in classifica e segna un record straordinario: mai nessuno aveva fatto tanti punti dopo 15 partite di campionato in Italia, solo il PSG era riuscito a totalizzare lo stesso numero di punti in un uguale arco di partite nella storia dei massimi cinque campionati europei.

Il gol di Mario Mandzukic, arrivato a metà ripresa, ha affossato un Inter solida, anche propositiva, ma ora distante 14 punti dalla Juventus. La Vecchia Signora ha scavato un nuovo solco col Napoli che domani dovrà battere il Frosinone per tornare a otto punti dalla capolista. Una partita intensa che ha visto la squadra di Allegri  soffrire a tratti.

Nel primo tempo Gagliardini ha avuto l'occasione giusta per portare l'Inter in vantaggio, ma ha visto il suo tiro a botta sicura infrangersi sul palo. La Juventus ha saputo resistere, per poi colpire nel secondo tempo con la capocciata del solito croato che ha messo a segno il settimo gol di un campionato che sta vivendo da assoluto protagonista. Basti pensare che ha già superato i gol segnati lo scorso anno (5) ed eguagliato il numero di reti realizzate due campionati fa. 

Juventus, le parole di allenatore e giocatoriGetty Images

Serie A, Juventus-Inter: Allegri si gode una vittoria pesante

Può sorridere Max Allegri perché la corsa scudetto ora pare davvero tutta in discesa. Quantomeno ridotta a due squadre, perché la distanza creata con l'Inter pare ormai difficilmente colmabile. La Juventus vince, vince praticamente sempre, sono tredici le vittorie su quattordici partite giocate. Allegri non si scompone più di tanto, ma non manca di tessere le lodi dei suoi ai microfoni di SkySport:

Nel primo tempo abbiamo sofferto perché loro con il movimento delle mezzali ci creavano difficoltà, abbiamo perso tanti palloni e rischiato. Poi nel secondo tempo abbiamo cambiato, ci siamo messi col 4-4-2 con Mandzukic spostato a sinistra, avevamo un uomo più in mezzo, Dybala è migliorato e noi siamo andati in crescendo, creando e meritando.

Una vittoria nel segno di Mario Mandzukic. L'attaccante è stato il migliore in campo, ha lottato, ha cambiato spesso modo di giocare nella stessa partita, ha segnato un gol che potrebbe davvero valere un gran pezzo di Scudetto. Allegri non ha dubbi:

Chi era l'ultimo centravanti del Bayern che ha vinto la Champions? Mario. Lui è un giocatore pesante, uno che sposta gli equilibri, che con la loro fisicità incidono. Oggi era fondamentale non perdere, il campionato non finiva oggi, ma non dovevamo perdere. Dovevamo fare una partita efficace e lucida e sono soddisfatto di quanto fatto dai ragazzi, soprattutto dalla mezzora in poi.

Massimiliano Allegri non ha dubbi nemmeno su un altro dei suoi senatori. Giorgio Chiellini ha chiuso ogni varco, ha tappato anche falle altrui, sfoderando l'ennesima prova di sostanza e concretezza della sua straordinaria stagione. Il tecnico bianconero ne parla così a JTV: 

In questo momento Giorgio è il migliore al mondo nel suo ruolo, ha fatto una grande partita. Ma sono stati bravi tutti, anche De Sciglio e Cancelo che avevano contro avversari scomodi. 

Juventus, le parole di BonucciGetty Images

Le parole di Bonucci e Cancelo

Insieme a Chiellini ha controllato Icardi. Compito non facile. Pochi gli spazi e le occasioni concesse al centravanti dell'Inter. Leonardo Bonucci, però, non vuole sentir parlare di corsa scudetto chiusa, nemmeno di corsa ristretta a Juventus e Napoli. Lo conferma a SkySport:

Sono discorsi assolutamente prematuri. Sono tutte in corsa ancora. Noi dobbiamo pensare a fare il nostro, a portare sempre a casa il massimo, perché ci sono ancora tante partite da giocare. Noi abbiamo la consapevolezza di essere una squadra forte, con fame di vittorie. Icardi? Siamo stati bravi con Chiellini a lavorare sulla linea, siamo stati fortunati nell'occasione di Gagliardini, ma poi abbiamo meritato. Soprattutto nel secondo tempo.

Il difensore centrale della Juve è passato anche ai microfoni di JTV. Bonucci ha ribadito i concetti già espressi, mantenendo una linea di equilibrio e sottolineando i meriti della sua squadra nella ripresa: 

Nel primo tempo abbiamo fatto meno bene la fase di possesso, creavamo spazio tra le linee e avevamo delle difficoltà, dopo il palo di Gagliardini abbiamo cambiato marcia. Poi nel secondo tempo li abbiamo messi all'angolo col palleggio, con la voglia di portare la partita dalla nostra parte, poi abbiamo difeso senza concedere nulla dopo il gol segnato. Difesa solida? Il merito è di tutti, anche dei centrocampisti e degli attaccanti che in fase di non possesso hanno fatto un grande lavoro.

Era il grande ex della partita. Lo scorso anno vestito di nerazzurro aveva ottenuto un pareggio all'Allianz Stadium, oggi vestito di bianconero è riuscito a vincere il suo primo derby d'Italia. Joao Cancelo, però, come Bonucci, ai microfoni di SkySport, non taglia fuori l'Inter dalla corsa scudetto:

Non sono fuori dalla lotta, hanno dimostrato stasera di essere un'ottima squadra, ma questa è sicuramente una vittoria che pesa. Oggi contava solo vincere, credo che nei novanta minuti la Juventus abbia meritato di ottenere i tre punti. Il mio assist? Non conta, conta solo che la squadra vinca.

Sul suo ruolo, che alcuni ritengono troppo bloccato, Cancelo glissa e rende merito al suo allenatore:

No, io faccio quello che mi chiede il mister e va bene così. I risultati dicono che noi stiamo facendo le cose nel modo giusto e va bene così. 

La Juventus vince il derby d'Italia, vola ancora di più in classifica e lancia un messaggio chiaro: al campionato, all'Europa. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.