Serie A, è Giorgio Chiellini il vero top player della Juventus?

Con il difensore in campo, i bianconeri hanno incassato appena 6 reti in 14 partite tra campionato e Champions League. Allegri: "Oggi è il migliore del mondo".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Come se la fascia di capitano al braccio avesse ulteriormente allargato il suo raggio di copertura in difesa e le sicurezze sulle sue spalle. La vittoria della Juventus contro l'Inter all'Allianz Stadium, oltre a consentire ai bianconeri di eguagliare il primato europeo di punti raccolti dopo le prime 15 giornate (43), ha esaltato la tenuta difensiva del gruppo di Massimiliano Allegri. Quarta partita consecutiva senza reti al passivo in Serie A e una costante: le prestazioni straripanti di Giorgio Chiellini.

Anche contro Icardi e soci, il centrale difensivo bianconero si è confermato il leader del reparto: duello con il centravanti argentino dell'Inter vinto e voti alti in pagella. Così, se la zuccata di Mario Mandzukic ha regalato alla Juventus la quattordicesima vittoria su 15 partite stagionali in Serie A, i colpi di testa di Chiellini hanno "pulito" l'area di Szczesny. I numeri registrati nel derby d'Italia parlano per il 34enne di Pisa: ben 22 palloni recuperati, 3 anticipi su 4 riusciti, i 13 palloni intercettati e i 5 recuperati in zona aerea.

La statistica non è un'opinione. Così, estendendo lo sguardo alle 14 partite stagionali giocate da "Chiello", come lo chiamano nello spogliatoio, si scopre che la Juventus con il suo capitano in campo ha incassato appena 6 reti, spalmate su quattro incontri (Chievo Verona, Parma, Napoli e Manchester United) per una media del 70% delle partite chiuse senza gol al passivo. Quando il numero 3 è rimasto in panchina - come successo in Serie A contro Sassuolo, Bologna, Genoa, Empoli e Cagliari e in Champions League allo Stadium contro lo Young Boys - oppure è subentrato nel finale, come contro la SPAL, la porta bianconera è stata colpita in 4 occasioni su 6 partite. La percentuale di imbattibilità cala drasticamente, fino al 33%. E non a caso gli ultimi due allenatori che hanno incrociato la Juventus in campionato, Stefano Pioli e Luciano Spalletti, hanno spiegato che oltre a Cristiano Ronaldo toglierebbero ben volentieri Chiellini dai meccanismi bianconeri.

Serie A, Giorgio Chiellini guida la difesa della Juventus: quasi 500 presenze in bianconeroGetty Images
Serie A, Giorgio Chiellini guida la difesa della Juve

Serie A, la miglior stagione di Chiellini: Allegri lo esalta, la Juventus lo blinda

Nel mirino di Chiellini, ora, ci sono le 500 partite ufficiali in bianconero. Un traguardo lontano 14 tappe, che ben presto sarà raggiunto. Massimiliano Allegri ne sta dosando l'impiego, consapevole dei ripetuti infortuni muscolari che nelle ultime quattro stagioni hanno costretto il difensore a saltare almeno 10 partite all'anno, e dopo la vittoria contro l'Inter ha esaltato il suo centrale difensivo:

Ha fatto una grande partita. Giorgio in questo momento è il miglior difensore al mondo.

Già. Se CR7, Dybala e soci rappresentano la qualità, paradigma sul quale Allegri sta costruendo una Juventus che fa della gestione dei momenti del match una dote fondamentale, Chiellini e la sua capacità di esultare per una chiusura al 94esimo sul 3-0 rappresentano la voglia di non mollare mai che una grande squadra deve esibire, in campionato e in Europa. La sensazione è che la fascia al braccio ereditata da Buffon abbia rappresentato per Chiellini un ulteriore scatto in avanti nell'approccio alle partite, nonché un premio a un percorso che l'ha visto passare anche dalla Serie B con i bianconeri. Parola di Alessandro Del Piero ai microfoni della Gazzetta dello Sport:

Giorgio è l’ultimo superstite della B, ha completato tutto quel percorso: la fascia gli giova, ha fatto la miglior partenza di sempre. 

Come il buon vino, Chiellini migliora invecchiando. Il suo contratto andrà in scadenza nel 2020, ma per lui è allo studio un legame a vita con la Juventus, anche fuori dal campo. Come si conviene a una colonna.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.