Premier League sotto shock per le immagini del droga-party dell’Arsenal

Coinvolti praticamente tutti i giocatori. Aubameyang, Özil, Lacazette e Guendouzi ridotti in stato di incoscienza. Al party avevano voluto anche una settantina di ragazze.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

I primi punti di questa Premier League si erano fatti aspettare per l'Arsenal: erano arrivati soltanto alla terza giornata con la vittoria interna, in rimonta, per 3-1 nel derby londinese col West Ham. Nessun dramma: le sconfitte dei primi due turni, infatti, ci potevano anche stare.

La squadra era in rodaggio, il tecnico, lo spagnolo Unai Emery, era nuovo e gli avversari - Manchester City e Chelsea - erano fra i favoriti per la vittoria finale.

Il caso che è appena scoppiato, però, e che sta mettendo a soqquadro la Premier League, lancia molti dubbi e insinuazioni sulla professionalità di molti giocatori, sorpresi e fotografati a un party piuttosto "permissivo" proprio pochi giorni prima dell'avvio del campionato.

Premier Leaguegetty

Premier League: shock per le foto del droga-party dell’Arsenal

I fatti li ha raccontati il Sun, che è venuto in possesso delle immagini e delle testimonianze di un festino organizzato ad agosto dai Gunners, intesi come giocatori, nel privé dell'esclusivo Tape club nel West End di Londra. Presenti, oltre a buona parte della squadra, una settantina di ragazze, champagne, vodka e il cosiddetto hippy crack, protossido d'azoto che gli atleti hanno inalato da bombolette o da palloncini.

In particolare, secondo le testimonianze i più malridotti sembravano essere Aubameyang, Özil, Lacazette e anche il giovane Guendouzi, ritratti a più riprese riversi sui divani in stato di palese incoscienza. Secondo il tabloid il gas provoca vertigini e allucinazioni. Successivamente arrivano spesso mal di testa o stanchezza intensa. Una grande dose di ossido di azoto prosciuga il corpo e il cervello dell'ossigeno, ecco perché può causare la morte o provocare persino il coma. Gli assuntori regolari soffrono di dolore, intorpidimento e problemi di coordinazione che rimangono a lungo termine.

Vietati i succhi di frutta...

In Inghilterra lo scandalo sta montando rapidamente, la Premier League è sotto shock e si attendono reazioni da parte dell'Arsenal. Le immagini diffuse dal Sun parlano da sole e si contrappongono in modo quasi comico al divieto imposto a inizio stagione da Emery, che aveva proibito ai giocatori di bere succhi di frutta perché contengono... troppi zuccheri. In effetti i suoi lo hanno accontentato: quella sera pare abbiano bevuto di tutto tranne i micidiali succhi di frutta.

Emerygetty
Il manager dell'Arsenal Unai Emery

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.