Calciomercato, la Cina chiama Malcom: c'è il Guangzhou di Cannavaro

L'esterno che in estate aveva scaricato la Roma ora è ai margini del Barcellona. Dalla Cina pronta una super offerta del Guangzhou Evergrande.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Brasile, Francia, un fugace passaggio in Italia, Spagna e forse Cina. La carriera di Malcom Filipe Silva de Oliveira, meglio conosciuto come Malcom, potrebbe presto prendere la via dell'Estremo Oriente per raggiungere Fabio Cannavaro a Guangzhou, in una delle piazze più importanti dell'intero panorama calcistico asiatico. Malcom sarebbe al centro di una trattativa di calciomercato tra blaugrana e cinesi che, grazie al lavoro dei rappresentanti del ragazzo, nei prossimi giorni potrebbe subire un'accellerata importante.

A rivelarlo è DirectTV Sport, emittente californiana che nella giornata di giovedì ha svelato la trattativa. A richiedere espressamente Malcom sarebbe stato Fabio Cannavaro in prima persona; l'idea del tecnico napoletano sarebbe quella di aggiungere ulteriore qualità alla sua squadra che, quest'anno, è incappata in qualche stop di troppo pur essendo arrivata seconda in campionato. Malcom andrebbe a rinforzare una prima linea di qualità assoluta affiancando Anderson Talisca, altro giocatore che in Cina si sta esprimendo su livelli straordinari.

Ancora non sono state rese note le eventuali cifre dell'operazione, né per quanto riguarda il costo del cartellino né, tantomeno, per quanto concerne l'ingaggio che andrebbe a strappare il calciatore. Ciò che è certo è che l'Asia, e la Cina in particolare, negli ultimi anni hanno sviluppato rapporti di lavoro molto fitti con il Brasile. D'altronde, il campionato cinese è la dimostrazione che i calciatori brasiliani si trovano davvero ovunque: in questa stagione erano 26 i rappresentanti verdeoro presenti nelle squadre di Chinese Super League e, su sedici partecipanti, solo tre non avevano alcun brasiliano in rosa.

Malcom, esterno del BarcellonaGetty Images

Calciomercato, Malcom piace in Cina: c'è il Guangzhou Evergrande

Tornando a Malcom, il suo ipotetico approdo al Guangzhou andrebbe quindi a rimpolpare una colonia brasiliana già di tutto rispetto che, oltre ad Anderson Talisca, può contare su Alan e Ricardo Goulart. Il suo inserimento in squadra sarebbe la risposta alla delusione per non aver vinto l'ottavo campionato di fila, un'egemonia spezzata dallo Shanghai SIPG che Cannavaro vuole tornare a mettersi subito dietro.

Poi però ci sarebbe anche da interrogarsi sul fatto di come Malcom, in pochi mesi, sia passato da oggetto del desiderio di diversi top club a pacco indesiderato che il Barcellona intende scaricare al più presto, possibilmente monetizzandolo al meglio. Nelle scorse settimane il giocatore aveva dichiarato di trovarsi bene e di volersi giocare le proprie possibilità in blaugrana, ma il suo entourage in realtà - capite le difficoltà che il ragazzo si porta dietro sin dai primi giorni di ritiro - da tempo sta lavorando per piazzarlo da qualche altra parte.

Qualche giorno fa si era addirittura paventato un ritorno di fiamma da parte della Roma, sedotta e abbandonata sul calciomercato estivo dallo stesso Malcom che, dopo aver praticamente definito tutti i dettagli per il suo passaggio in giallorosso, all'ultimo si è rimangiato la parola data a Monchi scappando a Barcellona. Invece no: se il brasiliano andrà via non lo farà solo per motivi tecnici. Il Guangzhou Evergrande, oltre ad assicurargli un ruolo da protagonista, gli riempirà le tasche. Cosa volere di più?

Malcom esulta dopo un golGetty Images

La regia occulta di André Cury sullo sfondo

Se non sapete chi è André Cury significa che alcune dinamiche di calciomercato, soprattutto sudamericano, non vi sono molto chiare. Cury è il re degli intermediari brasiliani, colui che negli ultimi anni ha piazzato tutti i giocatori verdeoro più forti del pianeta. Tanto per darvi un'idea, un anno fa Cury entrò in contenzioso proprio con il Barcellona a causa di alcune provvigioni che gli spagnoli (a suo dire) non gli avrebbero saldato.

Cury negli ultimi anni ha aperto un canale molto produttivo con la Cina, paese in cui ha piazzato una quantità impressionante di suoi assistiti, costruendosi una sorta di vero e proprio monopolio per quanto riguarda la tratta con l'Asia. Suoi sono anche gli altri brasiliani del Guangzhou Evergrande, così come suoi sono Hulk e Oscar, stelle dello Shanghai SIPG fresco campione in carica. 

Cury, insomma, è la figura chiave: il suo obiettivo è portare Malcom in Cina con il fine di ripetere le operazioni Talisca e Paulinho, con quest'ultimo che in soli sei mesi è stato venduto per 40 milioni e poi riacquistato per 50 milioni proprio dal Guangzhou Evergrande. E, guarda caso, dall'altra parte c'è il Barcellona, col quale il plenipotenziario intermediario ha sì rapporti conflittuali, ma ha anche l'interesse che le cose continuino ad andare così.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.