Tragedia Leicester, l'elicottero è precipitato per un guasto al rotore di coda

L'elicottero su cui viaggiava il presidente delle Foxes, Vichai Srivaddhanaprabha, insieme ad altre quattro persone, è precipitato a causa di un perno allentato nel meccanismo di controllo del rotore di coda.

0 condivisioni 0 commenti

Share

Una tragedia che ha segnato indelebilmente la storia del Leicester e del calcio inglese. Lo scorso 27 ottobre, dopo il match di Premier League tra le Foxes e il West Ham terminato 1-1, l'elicottero del patron delle Volpi, Vichai Srivaddhanaprabha, è atterrato come di consueto sul prato verde del King Power Stadium. Una volta in volo, però, qualcosa è andato storto e il mezzo è precipitato provocando la morte di cinque persone. 

A distanza di settimane da quel terribile incidente, gli investigatori del Dipartimento dei trasporti inglese rivelano cosa sia successo in quegli attimi: l’elicottero AW169 ha raggiunto un'altezza di circa 430 piedi e poi è precipitato a causa di un perno allentato nel meccanismo di controllo del rotore di coda. Il velivolo ha quindi perso stabilità per un malfunzionamento dello strumento che spinge i velivoli nella direzione opposta a quella generata dal rotore principale.

Ecco spiegata l'improvvisa oscillazione a destra, nella direzione opposta rispetto ai comandi del pilota. Come detto Vichai Srivaddhanaprabha utilizzava sempre l’elicottero per lasciare il King Power Stadium e tornare a Londra, dove abitava. Non si perdeva neanche una partita della sua squadra, che nel 2016 gli aveva regalato la gioia più bella e inaspettata vincendo incredibilmente la Premier League. Nessuno tifoso delle Foxes potrà mai dimenticarlo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.