Stadio Roma, il Politecnico di Torino: "Scenario catastrofico"

Il Dipartimento Trasporti dell’Ateneo torinese: "Le previsioni effettuate sono troppo ottimistiche rispetto alla realtà che si andrà ad affrontare".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Altro che via libera, il Campidoglio si è ritrovato di fronte una netta bocciatura. La speranza del Comune era di ottenere un bollino blu da parte del Politecnico di Torino per il progetto Stadio Roma, ma la risposta arrivata dal Dipartimento Trasporti dell’Ateneo torinese è stato secco e negativo, senza lasciare spazio a interpretazioni:

Lo scenario in presenza di evento sportivo restituisce un quadro "catastrofico". [...] Sono molti gli interrogativi che accompagnano gli studi prodotti per questo intervento.

C'è scritto questo messaggio inequivocabile al centro della relazione arrivata venerdì scorso, firmata dal professore Bruno Dalla Chiara. Ciò significa che non è stato dato l'avallo alle modifiche attuate dall'Amministrazione 5Stelle, che aveva provveduto al taglio delle opere pubbliche di mobilità pubblica e privata al fine di ottenere una riduzione delle cubature. La viabilità dello Stadio Roma non è stata quindi giudicata comunque funzionale:

Le simulazioni del traffico paiono preliminarmente più concentrate a dimostrare, mediante micro-simulazione dinamica, come la viabilità al servizio dell’area oggetto della proposta d’intervento sul territorio sia funzionale ed adeguata.

Il parere del Politecnico di Torino sullo Stadio Roma
Stadio Roma, il parere del Politecnico di Torino

Stadio Roma, per il Politecnico lo scenario è catastrofico

Scorrendo nel testo della relazione del Politecnico di Torino, come si legge oggi sul quotidiano romano "Il Tempo", si possono trovare altri passaggi che non lasciano presagire nulla di buono:

Le analisi sono state condotte in modo professionale dalle società esterne incaricate e in modo sempre professionale sono state effettuate le verifiche da Roma Servizi per la Mobilità. Le previsioni effettuate sono troppo ottimistiche rispetto alla realtà che si andrà ad affrontare.

Ciò che manca allo stato attuale secondo il Dipartimento Trasporti dell’Ateneo torinese sono le verifiche sulle grandi problematiche di macro area, cioè quelle che si verificano al momento dei flussi di traffico nell'ansa di Tor di Valle:

Occorre tenere conto che tali flussi veicolari devono poter arrivare presso lo Stadio grazie alla rete primaria di contorno che purtroppo non è in grado di smaltirli se non a scapito di gravi disagi collettivi: abbondanti, capillari e distribuiti.

C'è ancora molto da rivedere, insomma. Altro che bollino blu.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.