Serie A, Inter tutti concordi: "Contro la Juventus senza paura"

I giocatori nerazzurri sono d'accordo: "Sarà una partita difficile, ma noi andiamo a giocarcela senza paura". Le statistiche di Mauro Icardi e di Cristiano Ronaldo.

52 condivisioni 0 commenti

di

Share

Si chiama derby d'Italia ma alla fine vince quasi sempre la stessa squadra. Quasi, per carità. Quello di venerdì sera allo Stadium - 7 dicembre ore 20.30 - sarà l'incrocio numero 201 in Serie A fra Juventus e Inter: non ci sono club in Italia che si siano affrontati di più.

I bianconeri hanno prevalso nel 47% dei casi (94 vittorie), i nerazzurri nel 28,5% (57 successi), mentre i match terminati in pareggio sono la minoranza: soltanto il 24,5%, cioè in 49 partite. Le reti realizzate dai torinesi sono state 300 contro le 245 dei milanesi.

E a guardare la classifica del campionato di Serie A - Juventus 40 punti, Inter 29 - dopo 14 giornate, anche il pronostico del prossimo derby d'Italia sembrerebbe pendere decisamente dalla parte dei padroni di casa.

Serie A Intergetty
Inter- Juventus, una storia lunga 200 partite

Inter, Icardi: "Contro la Juventus per vincere"

Per giunta, se la stagione della Juventus era partita forte dal punto di vista dei punti ottenuti e leggermente meno da quello del gioco espresso - qualche distrazione e qualche atteggiamento di sufficienza di troppo che avevano fatto imbufalire Allegri - solo sfumature prontamente corrette, quella nerazzurra sembra essersi un po' inceppata nelle ultime settimane, dopo la "solita" batosta a casa Gasperini. Ma l'umore dei giocatori dell'Inter non sembra risentire degli ultimi affanni. A Roma, incapacità di gestire due vantaggi a parte, si sono viste buone trame e una discreta condizione generale. Mauro Icardi, rivitalizzato dal gol in Nazionale, parla da capitano:

Se firmerei per un pareggio allo Stadium? Assolutamente no. Noi andiamo lì a giocarcela senza paura. La mentalità di uno sportivo deve essere questa. Io ho un'anima argentina e se sono bravo in quello che faccio, lo devo alle mie origini.

Icardigetty
Mauro Icardi è finalmente riuscito a segnare con la sua Nazionale

Per Mauro, che ha la Juve nel mirino da sempre, sin da quando giocava nella Sampdoria, c'è anche l'obiettivo di non mollare il titolo di capocannoniere vinto l'anno scorso e il confronto con Cristiano Ronaldo. Il portoghese, con 10 reti, è davanti, ma il bomber nerazzurro (8 gol quest'anno) che ha giocato meno, ha dalla sua la media realizzativa: una rete ogni 107 minuti di Serie A contro i 125 minuti di CR7.

Icardigetty

Le parole di De Vrij

Ma sono talmente tante le frecce all'arco di Allegri che a Spalletti servirà una difesa modello ottobre, quando cioè perforare Handanovic era impresa quasi impossibile. Il tecnico nerazzurro schiererà quella che si è affermata come coppia di centrali titolare. Stefan De Vrij, sfilato il posto a Miranda, si allinea alle parole di Icardi:

Sarà bello sfidare attaccanti fortissimi come quelli della Juventus, ma anche noi abbiamo dimostrato di essere forti, quindi ce la giochiamo. Problemi in difesa? A livello di concetti non è cambiato nulla, nemmeno nel modo di giocare. Abbiamo affrontato squadre forti, questo è quanto. Con Skriniar ci troviamo molto bene.

De Vrij e Skriniargetty
De Vrij e Skriniar, a destra, formano la coppia di centrali di Spalletti

Skriniar: "Barcellona? Sto bene all'Inter"

A Torino l'Inter non vince dal 3 novembre 2012. Il vantaggio bianconero firmato da Vidal al primo minuto sembrava aver indirizzato il match, ma i nerazzurri rovesciarono il tavolo nella ripresa e vinsero 1-3 con doppietta di Milito e sigillo finale di Palacio. Per replicare l'impresa Skriniar, chiamato in causa da De Vrij, ha una sua ricetta:

Non dobbiamo essere concentrati solo su Cristiano Ronaldo, perché ci sono anche altri giocatori che possono essere pericolosi e fare gol. Quindi dobbiamo stare attenti a tutti. Le voci sull'interessamento del Barcellona? È bello sapere di essere cercato da grandi squadre. Ma l’Inter per me è una grande squadra, i tifosi possono stare tranquilli.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.