Libertadores, barras bravas: trasferta vietata a un migliaio di tifosi

La polizia spagnola ha chiesto la collaborazione di quella argentina: in arrivo 20 specialisti antiteppismo da Buenos Aires. Tutte le misure di sicurezza previste.

73 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non che la città, lo stesso Real Madrid e il Bernabeu ne avessero bisogno, ma la vetrina che sarà offerta al mondo grazie all'offerta di ospitare domenica 9 dicembre il match decisivo della Copa Libertadores fra River Plate e Boca Juniors è sicuramente un'opportunità straordinaria. Per questo Florentino Perez, da consumato uomo d'affari qual è, non se l'è lasciata scappare.

Al tempo stesso, però, l'ultimo atto della Champions sudamericana porta con sé un groviglio di possibili complicazioni - per usare un eufemismo - da far accapponare la pelle. Al di là della compagnia di bandiera spagnola che ha riempito per giorni i voli da tutto il Sudamerica e dello stesso Florentino che non vede l'ora di essere inquadrato in mondovisione sul palco accanto a Messi e Cristiano Ronaldo, il rischio disordini esiste eccome e la capitale spagnola spera di non rimanere col cerino in mano.

Gli alberghi sono pieni - dalle pensioncine agli extralusso - negozi, bar e ristoranti si preparano a fare affari d'oro, è vero, ma fra gli esercenti serpeggia anche la paura di disordini, anche se prevale una tendenziale fiducia di massima nei piani della Polizia. Gli incidenti che hanno impedito il regolare svolgimento del match di ritorno al Monumental rappresentano comunque un chiaro monito, così come lo sono gli echi delle "imprese" sempre più impavide delle barras bravas, le frange più violente del tifo argentino.

Libertadoresgetty

Libertadores, barras bravas: trasferta vietata a un migliaio di tifosi

Il Ministero degli Interni spagnolo guida le operazioni che si basano soprattutto sulla prevenzione. Per questo la Dirección General de la Policía ha chiesto la collaborazione dei colleghi di Buenos Aires, che hanno risposto presente. Il primo provvedimento punta a stroncare i pericoli maggiori già alla fonte. Sono oltre 800 i tifosi violenti che hanno il divieto di entrare negli stadi di River e Boca: ebbene nessuno di loro potrà lasciare l'Argentina per Madrid perché i cordoni del controllo dell'immigrazione sono stati serrati ancora più di quanto accaduto per i Mondiali di Russia, per i quali, pure, partirono circa 60mila fan dell'Albiceleste.

Libertadoresgetty

In arrivo una ventina di agenti speciali da Buenos Aires

In secondo luogo, le autorità iberiche hanno chiesto e ottenuto da quelle argentine anche una collaborazione "sul campo": da Buenos Aires, infatti, arriveranno circa 20 specialisti in barras  bravas per affiancare e cercare di istruire la polizia spagnola ad agire contro di loro. Appartengono al programma Tribuna Segura e sono guidati da Guillermo Madero, dirigente di Seguridad de Espectáculos Deportivos di Buenos Aires. 

Bernabeugetty

Uno schieramento di polizia senza precedenti a Madrid

In terza battuta, il piano di sicurezza prevede che i fan di River e Boca possano godersi in sicurezza le ore precedenti alla partita. Il Paseo de la Castellana sarà chiuso dalle 9 del mattino - la partita si giocherà alle 20.30 - e i fan del River saranno convogliati nella Plaza de Cuzco, mentre quelli del Boca potranno incontrarsi sotto il ponte Raimundo Fernández Villaverde, nei pressi di una nota area commerciale. Secondo i dati diffusi dalle autorità spagnole, saranno oltre 5mila gli agenti impiegati a mantenere l'ordine prima, durante e dopo la finale della Copa Libertadores, uno schieramento nettamente superiore a quello utilizzato normalmente nel Clasico e in qualunque altra partita ad alto rischio nel Paese. 

Libertadoresgetty

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.