Formula 1, tasse d'iscrizione al Mondiale 2019: svelate le cifre

Entro la fine di novembre le 10 scuderie della Formula 1 hanno sborsato le quote d'iscrizione al Mondiale 2019. Mercedes pagherà 4,5 milioni di dollari, Ferrari 3,4 milioni. Ecco tutte le cifre.

29 condivisioni 0 commenti

di

Share

Calato il sipario sulla Formula 1, con Mercedes per la quinta volta campione del mondo, è tempo di bilanci sia sportivi che finanziari. La Ferrari ancora una volta ha dato l'illusione di poter puntare al titolo iridato, prima che i sogni si infrangessero tra il Gran Premio d'Italia e il Gran Premio del Giappone. 6 le vittorie della scuderia di Maranello, contro le 11 di Lewis Hamilton e i 4 trionfi Red Bull. Vittorie che si pagano a caro prezzo... nel vero senso della parola.

Entro la fine di novembre i dieci team hanno versato alla FIA le quote di iscrizione per il prossimo Mondiale di Formula 1, una tassa basata su una quota fissa più 6.194 (pari a 5.464 euro) per ogni punto iridato per la Mercedes, vincitrice del Campionato Costruttori, mentre le altre scuderie sono invitate a versare 5.161 dollari (4.551 euro) per ogni punto. La tariffa base, invece, equivale a 516,128 dollari (455.098 euro) valida per tutti.

Calcolatrice alla mano Mercedes ha segnato un totale di 655 punti nella stagione 2018 (408 Hamilton + 247 Bottas) e ha dovuto sborsare circa 4,6 milioni di dollari nelle casse FIA, una quota inferiore rispetto alla tassa di iscrizione del 2018 e del 2017. Nel 2016 la scuderia delle Fecce d'Argento ha pagato poco meno di 5,3 milioni di dollari. I vertici Ferrari (con 571 punti) dovranno addebitare sul conto FIA poco più di 3,4 milioni, cifra superiore ai due anni precedenti (nel 2017 2,5 milioni di dollari). Più o meno stabile nell'ultimo triennio la quota Red Bull che per il 2019 ha dovuto pagare 2,6 milioni di dollari.

Formula 1, presidente FIAGetty Images

Formula 1: cifre esorbitanti tra iscrizione, ripartizione degli introiti e stipendi piloti

La tassa d'iscrizione non è un problema per molte squadre, soprattutto per le big, se si considera che Mercedes ha un bilancio di 400 milioni di euro, quindi il canone FIA è solo una centesima parte. A sua volta Liberty Media ripartisce gli introiti a seconda dei risultati delle ultime stagioni e in base agli accordi rientranti nel Patto della Concordia: ad esempio il team stellato alla fine del 2017 ha ricevuto 170 milioni di dollari.

Secondo accordi tra la FOM e Ferrari, Mercedes, Red Bull e McLaren, queste scuderie ricevono un bonus tra i 30 e 39 milioni di dollari che alle scuderie minori non spetta. Questo è uno dei motivi di dibattito che verrà discusso con un nuovo Patto che entrerà in vigore dal 2021. Cifre esorbitanti che devono tenere conto degli ingaggi altrettanto stratosferici dei piloti di Formula 1. Escludendo le somme degli sponsor Sebastian Vettel percepisce circa 49 milioni di euro, Lewis Hamilton fino a quest'anno circa 41 milioni a stagione, Kimi Raikkonen oltre 32 milioni, Fernando Alonso 24,5, Valtteri Bottas 9,8, Max Verstappen 8,2 milioni, Daniel Ricciardo 4,9 milioni di euro a stagione.

Sebastian Vettel pilota Formula 1Getty Images

Le tasse d'iscrizione del 2019 (in dollari)

  • Mercedes-Benz: 4.573.198
  • Ferrari: 3.463.059
  • Red Bull Racing: 2.678.587
  • Renault: 1.145.770
  • Haas: 996.101
  • McLaren: 836.110
  • Force India: 784.500
  • Sauber: 763.856
  • Toro Rosso: 686.441
  • Williams: 552.255

Le tasse d'iscrizione del 2018 (in dollari)

  • Mercedes-Benz: 4.653.720
  • Ferrari: 3.210.170
  • Red Bull Racing: 2.415.376
  • Force India: 1.481.235
  • Williams: 944.491
  • Renault: 810.305
  • Toro Rosso: 789.661
  • Haas: 758.695
  • McLaren: 670.958
  • Sauber: 541.933

Le tasse d'iscrizione del 2017 (in dollari)

  • Mercedes-Benz: 5.254.538
  • Red Bull Racing: 2.931.476
  • Ferrari: 2.570.206
  • Force India: 1.408.981
  • Williams: 1.228.346
  • McLaren: 905.324
  • Toro Rosso: 841.271
  • Haas: 665.797
  • Renault: 557.416
  • Sauber: 526.450

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.