Calciomercato, Ribery e Robben via dal Bayern: le destinazioni possibili

Ribery e Robben lasciano il Bayern dopo tanti anni e numerose vittorie. Per loro ora è il momento di sfogliare la margherita. Ecco le possibili destinazioni.

712 condivisioni 0 commenti

di

Share

È vero che non sono più dei ragazzini, è vero che il meglio lo hanno già dato, è vero che il prossimo anno andranno uno per i 36 e l'altro per i 35 anni, è vero anche però che quando parliamo di Franck Ribery e Arjen Robben parliamo di due calciatori fuori dal comune, giocatori oltre la media, in grado ancora di fare la differenza. Lo stanno dimostrando anche in questa stagione al Bayern Monaco che saluteranno a giugno diventando protagonisti della sessione estiva di calciomercato.

Che siano ancora integri e in grado di fare la differenza lo dicono i numeri e l'impiego anche in questa stagione. Ribery ha giocato 18 volte in stagione, segnando un gol e servendo due assist. Gioca meno ma incide di più Robben: 15 presenze in tutte le competizioni, cinque reti e due assistenze vincenti. Kovac, insomma, ha puntato ancora su di loro, sui grandi vecchi che da oltre dieci anni tengono in alto il Bayern. 

Ribery era arrivato in Baviera nell'estate del 2007, acquistato per 25 milioni di euro dall'Olympique Marsiglia. Robben, invece, lo segue due anni dopo, quando il Bayern versa nelle casse del Real Madrid una cifra molto simile a quella pagata per il francese. Il talento di Bedum era stato convinto ad accettare la proposta da Louis Van Gaal all'epoca allenatore del Bayern. Dopo rispettivamente 12 e 11 anni, quindi, lasceranno il club che più ha segnato le loro carriere. I loro contratti, in scadenza a giugno, non verranno rinnovati, lo ha detto a chiare lettere il presidente Hoeness e lo ha confermato lo stesso Robben. 

Calciomercato, Ribery e Robben addio al Bayern: ora il futuroGetty Images

Calciomercato, quale destinazione per Ribery e Robben?

Il mondo Bayern sta metabolizzando la notizia dell'addio. Una notizia che era nell'aria già da qualche tempo, vero, ma che comunque segna la fine di un'era vincente, fatta di 19 titoli in Germania (tra Bundesliga, Coppe di Germania e Supercoppe tedesche), una Champions, una Supercoppa Europea e un Mondiale per club. Ribery e Robben lasceranno la Baviera e probabilmente anche la Bundesliga e animeranno l'estate di calciomercato. Arjen Robben, secondo quanto riferisce la Bild, sarebbe seriamente intenzionato a tornare in patria, anche se non esclude nemmeno il ritiro e lo ha confessato al sito del Bayern. 

È tutto aperto, devo decidere, se arriverà qualche proposta interessante la valuterò. Altrimenti potrei fermarmi.

L'esterno olandese ha come prima opzione in mente quella di riabbracciare l'Eredivise. Su di lui è forte l'interesse del Psv, squadra in cui ha militato tra il 2002 e il 2004, mettendo insieme 75 presenze. Il club di Eindhoven vorrebbe proporgli un contratto biennale, mettendo anche in conto la cessione di Lozano e Bergwiijn l'arrivo di Robben darebbe a Van Bommel qualità ed esperienza. Proprio Van Bommel, ex compagno di nazionale di Arjen, potrebbe essere un elemento rilevante nella decisione. Occhio al fattore cuore che si chiama Groningen. Il club di l'olandese è tifoso e in cui è cresciuto. Ma la squadra dovrebbe salvarsi (ora è in zona retrocessione) e Robben accettare un contratto molto meno oneroso di quello che ha oggi al Bayern. 

E l'Italia? In estate si era parlato di un interesse forte della Lazio. Una notizia che non aveva trovato riscontri a Formello. Ma chissà che a zero non possa diventare un'idea per Tare. Ribery piace invece in Arabia Saudita al Al Ittihad che già aveva fatto un'offerta in estate. Rifiutata. In Turchia sognano un ritorno al Galatasaray squadra in cui il francese ha giocato sei mesi tra il gennaio e il giugno 2005. La Serie A potrebbe essere un'opzione percorribile di calciomercato, a patto che Ribery decida di ridursi il pesante ingaggio. A parametro zero, però, potrebbe essere un'occasione per dare alla rosa una soluzione in più di caratura internazionale, soprattutto se non ci fosse la possibilità di spendere molto per il cartellino. Chissà che una tra Milan, Roma e Napoli non possa farci un pensiero. Per entrambi, poi, diversi sondaggi da MLS e Cina. Dopo tanti anni ad alti livelli in Europa, potrebbe anche vincere il dio denaro...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.